Veneziano, dimmi cosa vuoi mangiare e io ti dico chi te lo porta

Pubblicato il: 9 aprile 2020

Veneziano, dimmi cosa vuoi mangiare e io ti dico chi te lo porta

Dal centro storico al Lido

Il 25 marzo parlavo della difficile vita veneziana, anche in tempi di clausura, o meglio, soprattutto in tempi di clausura. Quando ti viene a mancare ciò che giustifica la faticosa permanenza in centro storico - ovvero il godimento di scenari incomparabili, magari con uno spritz in mano - ti chiedi: ma che ci sto a fare ancora qui? Venezia «Non ha il verde della campagna, ma nemmeno i servizi dei grandi centri. Come in tante città, apri la finestra e ti ritrovi nel salotto del dirimpettaio di fronte - sperando sia vestito - volendo ci fai pure colazione, oppure ammiri muri, magnifici muri scrostati [...]. Però non puoi ordinarti dei noodles quella maledetta sera in cui hai solo voglia di annegare la tua frustrazione nei noodles. Ma, c’è un “ma”: contro ogni pronostico qualcosa si è mosso».

Ebbene, il "qualcosa" continua a muoversi, i locali con servizio delivery aumentano. Ecco come siamo messi in data 8 aprile: 

Venezia - Come al ristorante

Si raddoppia

Se parliamo di cucina contemporanea, beh, Ogio si colloca decisamente nell'Olimpo lagunare. Caffè è ristorante con menu di carne, di pesce e anche vegano, al difficile momento risponde con una doppia proposta delivery. Puoi creare il tuo piatto scegliendo tra i tanti ingredienti del mese proposti - di terra, di mare, verdure - oppure attingere dalle proposte settimanali dello chef - primi, secondi e contorni. Il consiglio è quindi di tener d'occhio settimanalmente la pagina Facebook. Per prenotare si chiama il 351 8480017, lo 041 5413099 o si scrivere a ogio@19-71.it purché entro le 20 del giorno precedente alla consegna. 

Crea il tuo piatto
Le proposte della settimana

P.s. Nostalgic moment: foto di spritz + cicchetti fronte canale per ricordare quant'era bella (e quanto tornerà bella) la primavera veneziana.

Gourmet per tutti

Casa Cappellari avrà neanche un annetto ma si è già conquistato la fiducia anche dei local (assai diffidenti di natura e tendenzialmente conservatori). Insomma, pur trovandosi in zona Rialto, tutto è tranne che un ristorante turistico. La sua è una cucina gourmet, sia di carne che di pesce, a prezzi assolutamente accessibili. Per rapporto qualità prezzo figura infatti tra i migliori ristoranti della città. Ora Cocai Express si occupa di ordine e consegna. 
Il menu delivery

Pizza e cucina

Inziata la consegna a domicilio anche per uno degli storici locali di San Polo, anzi, di Venezia intera: la birreria La Corte. Il menu è piuttosto vario e comprende oltre a una decina di pizze particolari, antipasti primi e secondi, di terra e di mare. Consegna a San Polo e Santa Croce chiamando o scrivendo allo 3485825527.
Il menu delivery

Venezia - come al cocktail bar

Ebbene sì, anche il miglior cocktail bar di Venezia (azzardo?) allieta la prolungata prigionia. Il Mercante ha iniziato con il servizio delivery. Come fare: 1 - scrivici su FB o IG del locale o all'indirizzo mail parlapian@yahoo.com per ricevere la lista cocktail della settimana. 2 - Scegli il cocktail in uno dei due formati: 2 o 5 drink. La lista dei cocktail è in continuo aggiornamento e dalla settimana del 6 aprile si aggiungono anche whiskey e rum perché, come qualcuno ha saggiamente sentenziato «Ci sono volte, quasi tutte le volte, che preferisco guardare il mondo - la mia camera -  attraverso un bicchiere di rum»

Venezia - da mangiare con le mani

Fritti & co.

Anche se in costante assedio turistico (fino allo scorso gennaio), lo street food di Acqua & Mais ha una qualità davvero molto alta, fritti compresi: sì croccanti - no unti. Di farli viaggiare tra le calli, insieme a seppie, baccalà, polpette, supplì e lasagne, fino ai nostri arresti domiciliari si occupa  Cocai Express

Menu street food
Menu piatti

Cicchetti & co.

Nella top ten delle “cose che ci mancano della vita normale” c'è sicuramente andar per bacari. Basegò di Campo San Tomà, consegna per pranzo: panini, polpette, cicchetti del giorno, e anche qualche piatto freddo. Numero da chiamare: 041 8500299.

Piazza

Anche il più tipico dei delivery, a Venezia, fino all’altro ieri sembrava un miraggio. Invece, Pizzeria Geko ora ti suona il campanello. Si trova in zona Santa Marta (vicino alle sedi universitarie di San Sebastiano e San Basilio, per i pochi studenti rimasti in isola), e consegna nei paraggi, dalle 19 alle 21.30. tel: 041 5256053. Nella pagina Facebook il menu.

Pizza a domicilio dalle 19 anche in zona Cannaregio e Misericordia con Quanto Basta. Numero da chiamare: 041 5242939.

Gelato & co.

Abbiamo gelato artigianale (anche vegan) e crepes signori. Gelato Fantasy di Calle Lunga dei Fabbri, consegna gratuitamente in tutto il centro storico con spesa minima di 9 euro, basta ordinare entro le 16 del giorno di consegna che avviene dalle 17 alle 20. Si scrive un messaggio su Whatsapp al 366 3760341. 

Crepes
Gelati
Specialità

Al Lido

Ludro di spessore

La Cantinita, ristorante messicano, consegna a domicilio al Lido (dove peraltro si trova) tutti i giorni dalle 18.30 alle 21. A disposizione: pizza, hamburger (anche veggie) e alcune specialità messicane come i nachos chorizo, i tacos, o la gringa. Si ordina tramite l’app Dolivery, oppure chiamando il 345 5097457.

Pesce &. co.

Ma al Lido non ci si fa mancare neanche la gran mangiata di pesce. Il Ristorante Valentino consegna a domicilio chiamando lo 041 5265480 oppure ordinando su Dolivery. Il menu comprende davvero un sacco di meraviglie come le mazzancolle, le capesante, la grigliata di pesce, compresi vini o birre d'accompagnamento. Ma non bisogna sottovalutare i dolci e il pane artigianale, vero e giusto vanto del ristorante. 

Gelato

Ormai, nelle giornate di sole ci vediamo già belli sdraiati agli Alberoni. Privati di questo lusso facciamoci almeno portare a casa una vaschetta di gelato. La storica Gelateria da Da Tita del Viale Santa Maria Elisabetta consegna a domicilio. Chiamata allo 041 4580007, oppure al 351 7444747.



Foto di copertina "City landscape Venice at night light"  di Valerii Tkachenko (CC BY 2.0) 

  • GOURMET IN PANTOFOLE

scritto da:

Martina Vascellari

Letterata Clubber Junk food addicted

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Una musica può fare (del bene). Aperol e Rockin’1000 per la Protezione Civile

​Una band di 1200 musicisti da tutto il mondo uniti virtualmente.

LEGGI.
×