Mettere da parte la tradizione a volte fa bene. Ti spiego perché con 9 cucine contemporanee di Firenze

Pubblicato il: 19 agosto 2019

Mettere da parte la tradizione a volte fa bene. Ti spiego perché con 9 cucine contemporanee di Firenze

Non solo trippa, fiorentina e ribollita. A Firenze la cucina è in costante evoluzione, senza tradire la tradizione, ma semplicemente svecchiandola. Le ricette di una volta si presentano in versione 2.0, puntando sulla qualità delle materie prime. A fare la differenza, poi, ci pensa l’impiattamento, che rende omaggio nel migliore dei modi a una città dove l’arte è di casa. Il bello, non poteva che essere così, è protagonista anche a tavola.

Il canto della cucina contemporanea


Colori brillanti e stile contemporaneo per la cucina di Cuculia. In cucina c’è Oliver Betancourt. Lo chef è d'origine venezuelana ma di fatto è cittadino del mondo viste le esperienze all’estero, in primis in Francia e in Spagna. Da Cuculia la cucina è un fatto artistico, forti sono gli influssi culturali, e ne è esempio l'involtino vegetariano, preparato con una leggera sfoglia di riso fatta a mano, che avvolge verdure di stagione cotte al vapore, pici di grano fatti in casa e salsa di soya. La leggerezza dell'involtino, la qualità delle materie prime e la fusione con la cucina orientale hanno fatto di questo piatto uno dei più richiesti nella storia del Cuculia.
Cuculia. Via dei Serragli, 3r – Firenze. 055 2776205.

La trattoria dove tutto è insolito


L’Insolita Trattoria Tre Soldi è un punto di riferimento per Coverciano da oltre sessant’anni. Con l’arrivo in cucina della quarta generazione, rappresentata da Lorenzo Romano, ha subìto un’evoluzione e alla tradizionale cucina toscana ora si affianca una proposta decisamente gourmet e creativa. Merito di Lorenzo, che ha scelto di proporre i sapori di una volta senza per questo perdere il gusto (è proprio il caso di dirlo) di giocare con il cibo. Niente è quello che sembra quando arriva in tavola. La sorpresa è assicurata, quando si ordina.
L'Insolita Trattoria Tre Soldi. Via Gabriele D'Annunzio 4r/A - Firenze. 055 679366.

Lo chalet del gusto sui colli


Lo Chalet Fontana è sempre stato legato al mondo dell’arte e della cultura per la presenza di artisti come Ottone Rosai e scrittori come Vasco Pratolini. Fondato più di 100 anni fa sul modello dei caffè parigini, oggi propone nel suo ristorante una cucina che sa unire memoria e innovazione, merito dello chef Luigi Bonadonna che ama proporre i piatti tipici della tradizione rivisitati. A dare il tocco in più le verdure che giungono direttamente dall’orto (Noafood) dai valori nutrizionali elevati.
Chalet Fontana. Viale Galileo, 7 - Firenze. 055 228 0841.

Il giro d’Italia in ristorante


Il detto dice che chi va piano, va sano e va lontano. Da Adagio - Cibi naturalmente italiani, so che "vado sana" perché le materie prime provengono da produttori di nicchia e che "vado lontana" perché ogni mese gli chef propongono un menù con piatti tipici di una delle regioni d’Italia. Questo menù affianca una carta fissa, che comunque esalta la diversità dell’enogastronomia italiana, ma senza prediligere una o l'altra regione. Porta quindi in tavola le tradizioni dei singoli territori, senza rinunciare a un po’ di (sana) modernità. Ok tutto, purché sia autenticamente italiano.
Adagio - Cibi Naturalmente Italiani. Via Dè Macci, 79/R - Firenze. 055 051 7094.

La cucina italiana in formato tapas


Il cliché del turista italiano in Spagna è sangría, paella e tapas, ma nessuno potrà mai negare la superiorità della cucina italiana, anche se lo spirito di condivisione che contraddistingue il tapear spagnolo è davvero bello. Italian Tapas unisce il meglio dei due paesi, preparando piatti italiani in formato tapas: tanti piccoli assaggi gourmet. Molte materie prime provengono da fornitori selezionati, altri prodotti sono invece fatti in casa. 
Italian Tapas. Via Sant'Agostino, 11R - Firenze. 055 098 2738.

Nel segno dell'olio d'oliva


È un moderno bistrot, dove la cucina tradizionale fiorentina ha nell'olio extravergine d'oliva la sua arma in più per ringiovanire e proporsi in una maniera decisamente contemporaea. Perfino il piatto più semplice, la bruschetta con l'olio, da Olivia è servito in versione 2.0. Lo chef Giacomo Piazzesi presta grande attenzione alle cotture, per una cucina ricca di gusto e di sapore.
Olivia Firenze. Piazza Pitti, 14r - Firenze.  055 267 0359.

Un tocco magico in cucina


Lo chef Matteo Giuliani porta avanti con successo la sua cucina fiorentina 2.0. Le ricette della tradizione sono riproposte con quel tocco (è proprio il caso di dirlo) capace di dar loro una nuova freschezza e originalità: tradizione e contemporaneità, a dimostrazione che ci si può misurare con il passato senza stravolgere i piatti simbolo della cucina fiorentina, ma regalando loro una seconda giovinezza.
Touch Bistrò Toscano. Via di Mezzo 42r - Firenze. 055 246 6150.

La cucina all'EVO


È conosciuto come lo "chef all'extravergine". Andrea Perini di Al 588, Bagno a Ripoli, ha ottenuto il premio come “Ristorante dell’anno” della guida Flos Olei 2019, la “bibbia” mondiale per l’olio EVO. Un riconoscimento prestigioso per una cucina che sa sfruttare al meglio le potenzialità e le virtù dell'olio e reinterpretare così le ricette toscane, con risultati a volte sorprendenti.
Al 588 presso Borgo i Vicelli. Via Roma, 588 - Bagno a Ripoli (Firenze). ​055 699059.
 

  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Cortina da mattina a notte inoltrata: colazione da Lovat e quattro salti al Vip non si negano a nessuno

Perché la perla delle Dolomiti, in alta stagione, non dorme mai.

LEGGI.
×