Venezia con vista : i pranzi da non perdere questa estate

Pubblicato il 1 agosto 2024

Venezia con vista : i pranzi da non perdere questa estate

Pranzare fuori d'estate può diventare faticoso: fa caldo, resta libero solo il tavolino al sole (immancabilmente!), bisogna mangiare con gli occhiali altrimenti si va alla cieca e il ghiaccio nello spritz si scioglie in un battibaleno. Ma non stiamo sempre qui a lemantarci: l'estate è fugace come un amore adolescenziale (e altrettanto stuzzicante) e bisogna prenderla così com'è fino a quando ce n'è. Se poi si ha la fortuna di poter raggiungere Venezia per un pranzo con vista, ogni piccola scocciatura scompare all'improvviso: atrmosfere sognanti, menù sempre all'altezza della situazione, panorami da cartolina. In poche parole: autunno fai con calma, noi questa estate a Venezia ce la godiamo tutta un pranzo alla volta. 

Nella terrazza più alta e spettacolare dell'isola

Chi non è mai stato allo Skyline Rooftop Bar di Hilton Molino Stucky, nell'isola della Giudecca, ha sicuramente perso un'occasione. Per rimediare, può cogliere al volo l'opportunità di pranzare nella terrazza con vista panoramica sulla laguna, scegliendo dal ventaglio di piatti studiati dal talentuoso chef di Hilton. Insalate, sandwich e altre proposte fresche e sfiziose, accompagnate da una drink list curata dai mixologist di Skyline. SkyBites è il light lunch da non perdere questa estate: dal mercoledì alla domenica, da mezzogiorno alle 15.
Skyline Rooftop Bar. Giudecca, 810 - Venezia. Tel: 0412723316

Il bacino di San Marco visto da San Giorgio 

Anche l'Isola di San Giorgio Maggiore ha il suo pranzo con vista (sulla laguna fino a lambire il bacino di San Marco, ammirando le barche che riposano nel porticciolo). Si chiama, impossibile sbagliarsi, San Giorgio Café e invita ad accomodarsi per pranzo semplice e raffinato, che affonda le radici nella tradizione veneziana. Un Risi & bisi in tre consistenze e un Bellini Spritz dovrebbero bastare per sentirsi un tutt'uno con l'isola, sperimentandone il lato più contemporaneo. 
San Giorgio Café. Isola di San Giorgio Maggiore, 3 - Venezia. Tel: 0412683332

Sospesi sull'acqua a salutare le chiese palladiane

Il canale della Giudecca e le chiese del Redentore e di San Giorgio sono lo spettacolo che va in scena ogni giorno dalla terrazza sospesa sulla laguna del Ristorante Lineadombra. Il menù è un susseguirsi di piatti che guardano ai prodotti e alle tipicità locali, conditi con tecniche innovative ed abbinamenti curiosi. Il pesce di laguna e dei mari vicini, e le verdure di Sant'Erasmo sono le materie prime preferite, insieme alle spezie. Un esempio? C'è il "pesce secondo mercato" in crosta di sale. Prima però un Guazzetto ai pistilli di zafferano con crostoni di pane ai cereali e timo. Con un calice di vino, ça va sans dire. 
Lineadombra. Dorsoduro, 19 - Venezia. Tel: 0412411881

Saluti da San Servolo

Dal Ristorante Robe da Matti lo sguardo si perde nel parco dell'isola. Uno scenario decisamente veneziano, celebrato da una cucina atipica, che vede la firma inconfondibile di Art&Food Group. Si può iniziare con un mix di cicchetti "Da Matti" e proseguire con gli Gnocchi di patate fatti in casa alla curcuma con code di gamberi e asparagi, e il Fish & Chips al wasabi. Tranquilli, ci sono anche le Seppie alla veneziana con polenta morbida. Prezzi abbordabili, atmosfera curata. 
Robe da Matti. Isola di San Servolo, 1 - Venezia. Tel: 3314427648

Sul Canal Grande 

Una terrazza sterminata con vista aperta sul Canal Grande, Punta della Dogana e sulla Chiesa di Santa Maria della Salute. Praticamente un set cinematografico dove soffermarsi per un pranzo che prende qualcosa dalla tradizione veneziana (pasta e fagioli, seppie con polenta, fegato alla veneziana) e da tutta la penisola (caprese con burrata, pomodori e olive, spaghetti alle vongole veraci e rombo al forno con patate e zucchine). A fine pasto? Il tiramisù. 
Ombra del Leone. Calle del Ridotto, 1364/a - Venezia. Tel: 0412750803

Immagine di copertina di Skyline Rooftop Bar
Altre immagini dai profili social dei locali corrispondendenti

  • MANGIARE ALL'APERTO

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 belle spiagge per nudisti in Italia, dove dimenticarsi non solo del costume

Per tutti quelli che vogliono sentirsi come in Laguna Blu. Accontentati!

LEGGI.
×