Dal classico picnic alla mostra a cielo aperto: eccoti un po' di idee per una gita fuori porta nel Chianti

Pubblicato il: 23 aprile 2018

Dal classico picnic alla mostra a cielo aperto: eccoti un po' di idee per una gita fuori porta nel Chianti

La campagna toscana è inconfondibile. Così diversa in base alle diverse zone, eppure così caratteristica ed immediatamente riconoscibile per chi l'ha vissuta. Il Chianti è una delle mie zone preferite e non solo per il vino: il paesaggio è un susseguirsi di colline, vigneti, ma anche uliveti, strade bianche, borghi medievali. In più è piuttosto vicina a Firenze e facilmente raggiungibile. Te lo consiglio soprattutto nella bella stagione, per una gita fuori porta o un picnic. Perchè, come ti dicevo a proposito degli hotel con SPA dove prenotare un weekend di coppia, ogni tanto è vitale staccare la spina e trascorrere una giornata in relax lontano dalla città. Ecco alcune idee per una giornata nel Chianti:

Il picnic in fattoria

Foto di Fattoria San Michele a Torri da Facebook

Con le belle giornate, i picnic sono la soluzione ideale per trascorrere una giornata all'aria aperta in compagnia. Nel Chianti Classico fiorentino, Fattoria San Michele a Torri produce vino, oli, salumi di Cinta Senese e molti altri prodotti come l'olio extravergine d'oliva Laudemio, ma ti permette anche di fare degustazioni di vini, con visita alla cantine all'orciaia, ma anche picnic negli orari di apertura della fattoria per gruppi di un minimo di 10 persone. E' necessaria la prenotazione e puoi disporre dell'attrezzatura, oltre che di Salumi di Cinta Senese DOP, Pecorini con miele, Bruschetta con olio d'oliva Laudemio, Pane, Chianti Colli Fiorentini e vino da dessert. 
Fattoria San Michele a Torri: via di San Michele 36 Scandicci (FI) - Tel.  055769111

La mostra a cielo aperto

Foto di Parco Sculture del Chianti da Facebook

Tappa sicuramente insolita, ma interessante per una giornata fuori porta nel Chianti quella a Pievasciata, in provincia di Siena, che ospita il Parco Sculture del Chianti, una mostra permanente di installazioni e sculture di arte contemporanea, dove arte e natura convivono armoniosamente. All'interno del parco un anfiteatro con un fitto programma di concerti nei mesi di luglio e agosto. Il Parco Sculture è un'ottima idea anche per i bambini a cui piaceranno senz'altro le opere interattive, come ad esempio il Labirinto. L'ingresso ha un costo di  €10 adulti, €5 fino ai 16 anni. A pochi passi dal parco, a Pievasciata, puoi anche ammirare il Borgo d’Arte Contemporanea, piccolo villaggio con altre dieci sculture d’arte contemporanea.
Parco Sculture del Chianti: Loc. Pievasciata, La Fornace, 48/49 Castelnuovo Berardenga. 

La passeggiata nel borgo

Foto di Montefioralle da Wikipedia

Come ti dicevo, il Chianti, come del resto la Toscana in generale, è nota per i suoi caratteristici borghi medievali. Considerato uno dei borghi più belli d'Italia Montefioralle, nel comune di Greve in Chianti, caratterizzato da vicoletti, abitazioni in pietra e un antico castello, circondato da mura feudali. Pare che all'interno del borgo si possa scoprire anche la casa di Amerigo Vespucci. Non lasciarti sfuggire l'occasione di visitare all'interno del borgo l'omonima azienda vinicola, tra i piccoli produttori del Consorzio del Chianti Classico.

La gita al parco

Foto di Parco Botanico del Chianti da sito internet

Se vuoi trascorrere una giornata nel Chianti immerso nella natura e goderti il suo risveglio in primavera, ti consiglio il Parco botanico del Chianti, un'area naturale e incontaminata lungo la strada Provinciale di Castellina in Chianti. Potrai ammirare ginestre, cisti, rose del Chianti ma, se sei fortunato, anche farfalle, leprotti, caprioli. L'accesso è libero e i cani possono scorazzare liberi. Puoi prenotare anche visite guidate, escursioni, laboratori didattici.
Parco Botanico del Chianti: Strada Provinciale Castellina in Chianti, Barberino Val d'Elsa.

Un giro al museo del vino

Foto del Museo del vino da pagina Facebook

Chi fa una gita nel Chianti, non può non visitare il Museo del vino di Greve in Chianti, opera dei titolari dell'Antica Macelleria Falorni e del ristorante Le Cantine di Greve in Chianti e omaggio alla zona vinicola e al vino in generale. Il Museo è rimasto a lungo chiuso ed ha riaperto all'inizio di aprile con qualche novità: ora l'ingresso e gratuito e avviene attraverso una tessera magnetica. Inoltre, in alcuni orari, è possibile partecipare a tour guidati.
Museo del vino: piazza Nino Tirinnanzi 10, Greve in Chianti 

La cicciata

Foto di Antica Macelleria Cecchini da Facebook

Altra tappa imperdibile nel Chianti è Dario Cecchini, carismatico macellaio toscano comparso più volte in tv, che a Panzano in Chianti ha una macelleria, dove oltre alla carne trovi specialità come la Soprassata Medicea, con spezie toscane, buccia d'arancia e Vin Santo, o il Tonno del Chianti, e tre ristoranti: Officina della Bistecca, Solociccia, Dario DOC, dedicato all'hamburger. La cosa sorprendente è che in un luogo dedicato alla ciccia, un intero menu sia dedicato ai vegetariani, perché la buona cucina e la convivialità rimangono sempre al primo posto. Dal Cecchini puoi anche fare il macellaio per un giorno, ovviamente prenotando, servizio a pagamento.
Officina della Bistecca - Solociccia - Dario Doc - Via XX Luglio, 11 - Panzano In Chianti. Info: 055852020.

Se questo articolo ti è piaciuto, andrai matto per quello sulle mete insolite della Toscana.

Foto di Francesco Sgroi da Flickr CC
Per rimanere aggiornato sul meglio della tua città e dintorni, iscriviti alla newsletter di 2night

  • TURISMO

scritto da:

Maddalena De Donato

Lucana di nascita e fiorentina di adozione, ho scoperto in Toscana i veri piaceri della vita: mangiare bene, bere ancora meglio, viaggiare, condividere, ma soprattutto scrivere. L'unica arma che tollero è il cavatappi e scoprire nuovi locali è una dipendenza da cui non riesco ad uscire. Non a caso il mio blog si chiama Mad Tasting.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Whisky bar da conoscere. Perché lo stereotipo whisky, uomo di mezza età (e da bere liscio) è roba vecchia

E' prepotentemente di moda bere vintage, ovvero, cocktail a base di whisky dietro al bancone di speakeasy dal fascino indiscusso.

LEGGI.
×