Non occorre vendere un rene. 5 locali di classe nel trevigiano 'alla portata'

Pubblicato il: 10 aprile 2019

Non occorre vendere un rene. 5 locali di classe nel trevigiano 'alla portata'

Eleganza per tutte le tasche

La voglia di scrivere un pezzo dedicato ai ristoranti di classe contemporanei (e alla portata di abbastanza tasche) nasce dalla chiusura di quello straordinario locale di Roncade, amato da tutti i trevigiani, dove Rita e Giancarlo, figli del grande Sergio “Grillo”, nel corso degli anni hanno insegnato un concetto difficile ed ambito: la ristorazione hi-class a prezzi accessibili e in chiave informale (ma non troppo). Una formuletta magica con cui oggigiorno tanti simpatici ristoratori “della domenica” si riempiono la bocca. Fortunatamente, però, ce ne sono altri che hanno saputo cogliere l’esempio del Grillo’s, battistrada per 50 anni del diktat “qualità per molti”. E magari superarlo. Vediamone cinque...

Dove orto fa rima con champagne

Quando pensi ad H-Farm, la prima cosa che ti viene in mente è “startup”. E’ in effetti è proprio sorta di startup enogastronomica l’osteria Le Cementine, il primo ristorante aperto al pubblico di quella fucina d’innovazione che trovi a Ca’ Tron, fra le campagne di Roncade. Sapori del territorio provenienti dritti dall'Orto di H-Farm, e cucina creativa in una cornice più unica che rara, dove gli asset di un locale metropolitano si inseriscono in un contesto bucolico mozzafiato.

Per un piatto di carne da mille e una notte

Se durante le feste natalizie la parola “carbone” non porta nulla di positivo, per tutto il resto dell’anno è invece sinonimo di premio, per quanto mi riguarda. E’ infatti il ristorantino Carbone uno dei locali dove prediligo andare quando voglio coccolarmi con una sublime mangiata di carne, e farmi coccolare dalla squisitezza dei titolari Cinzia e Mauro. Un’ex fotomodella ed un possente rugbista che da poco più di 10 anni si sono riscoperti fuoriclasse della ristorazione di terra… Allevando un posto che oggi la Treviso-bene ama come pochissimi altri. Ne deriva infatti un consiglio obbligato: prenota con grande anticipo!

Parola chiave: food-pairing

Da Tokyo a New York City, passando per l’orto di casa: le specialità che trovi all’Alchimista – Bistrot e Mescole incrociano sapori e tendenze culinarie da tre mondi distinti. In questo ricercato, spumeggiante locale di Castelfranco Veneto, un saké sommelier del calibro ti Simone Baggio ti porta a scoprire meglio la scienza del food pairing, che associa uno spirito ad una pizza gourmet, un fermentato ad un sushi burger, un cocktail ad una tartare, e… Il resto lo scoprirai da te.

Pizza, cucina e gelato per chi esce da teatro

Restiamo sulla combinazione letale “pizza e cucina d’alto livello”, ma spostiamoci, finalmente, in centro a Treviso. Da ormai più di un lustro, è La Finestra il locale di riferimento in questo frangente: una filosofia artigianale perseguita in modo maniacale si sposa con l'avanguardia di tecniche e strumenti culinario: ogni prodotto viene preparato in casa senza semilavorati, dalla pasta agli hamburger, dal gelato all'impasto della pizza, con farina integrale. La cucina, poi, è rigorosamente stagionale, genuina, attenta al territorio e all'ambiente. 

Aperitivi, pesce, arte, mondanità e...

In questa calda e dolce primavera, peraltro arrivata in anticipo, non può mancare una menzione ad un locale della pescheria di Treviso: il posto più magico dove gustarsi un aperitivo rinforzato, un apericena, un pranzetto domenicale all’aperto, restando in centro storico. Il locale più adatto di cui parlare in questo frangente è l'osteria Stasera Corder: locale storico adiacente alla Casa de' Carraresi, oggi è un bistrot all’avanguardia dove assaporare i sapori di terra e (soprattutto) di mare nostrani, rivisitati con grande creatività ed associati alle referenze vinicole di una carta incredibilmente ricca e completa.

Immagine di copertina: pagina facebook Le Cementine

Vuoi restare informati sui locali della tua zona? Iscriviti alla newsletter 2night
 

  • APERITIVO
  • CENA
  • EAT&DRINK

scritto da:

Alvise Salice

Con lo pseudonimo di Kintor racconto da anni i miei intrattenimenti. Sport e hi-tech gli amori di gioventù; mentre oggi trovo che viaggiare alla ricerca di culture, gusti e sapori della terra sia la cosa più bella che c'è. O magari la seconda, via.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Anche i grandi chef vanno in trattoria: le loro scelte sotto i 40€

I migliori prodotti del territorio, buon bere, un ambiente casalingo, ma con gusto: capitolazione, culinaria, garantita.

LEGGI.
×