Ingresso trionfante! In questi 5 ristoranti del Veneto puoi arrivare direttamente in barca

Pubblicato il 29 giugno 2022

Ingresso trionfante! In questi 5 ristoranti del Veneto puoi arrivare direttamente in barca

E se ti dicessi che, per una volta, puoi andare a cena in barca? 


A Venezia

A Murano

Andiamo nella bellissima isola di Murano. Precisamente all'Hyatt Centric Murano Venice e nel “suo” ristorante Osteriva che, campeggiato da Chef Alessandro Cocco, è un indirizzo da segnare assolutamente per una vera e propria serata da “mille e una notte”. Qui, dallo spritz con cicheti (e vista sul Canal Grande di Murano) fino ad una romantica ed elegante cena, espressione del territorio tra tradizioni veneziane e “nuove frontiere”, la scelta è lasciata tutta al cliente. E che scelta!
Ristorante Osteriva, Riva Longa 49, Venezia – Tel. 0412731234

A Dolo

Una villa veneta risalente al 1700, sede dell’Antico Casinò Venier, è dove oggi sorge l’Hotel e Ristorante Villa Goetzen, nella splendida Riviera del Brenta, a metà strada tra Padova e Venezia. Dodici stanze, per una perfetta “fuga romantica” e un ricco menù capace di soddisfare tutti gli stomaci, celiaci, vegetariani e vegani compresi. Il grande cavallo di battaglia qui? Il pesce, ovvio, che si può gustare durante la bella stagione anche nel giardino esterno. Carpacci, tartare di ombrina, ma anche lasagne di pesce o gamberi rosa, che benissimo si sposano con l’ampia cantina vini qui a disposizione.
Hotel Ristorante Villa Goetzen, Via Giacomo Matteotti 2C, Dolo (VE) – 0415102300

A Treviso

Il Ristorante UNO DUE Al Porticciolo 5 è una bellissima occasione per godere della compagnia degli amici, in uno spazio bello, curato, ampio e con un bel plateatico esterno a disposizione. Se si aggiunge poi la poliedrica possibilità di scegliere tra enoteca, cocktail bar, cicchetteria o ristorante con specialità di pesce allora, il risultato è ancora più soddisfacente. Insomma, non ti resta che chiamare gli amici e metterti d’accordo sul “quando”. Spesso poi, anche musica live.
UNO DUE Al Porticciolo 5, Via San Nicolò 5, Casale sul Sile (TV) – Tel. 3428007788

A Verona

All’Hotel Ristorante Locanda San Vigilio di Garda, mangiare non è mai solo mangiare. Qui la cosa che difficilmente si scorda è la vista, perché grazie ad una terrazza panoramica fronte lago, concentrarsi sul piatto sarà veramente difficile. In aiuto però, arrivano piatti raffinati, semplici e molto legati alla nostra tradizione culinaria. Il consiglio spassionato? Luccio  in salsa alla “Gardesana” con polenta grigliata, linguine con broccolo verde, bottarga e coda di scampo scottata e infine pesce di lago, ovviamente con disponibilità che varia secondo mercato.
Locanda San Vigilio, Punta San Vigilio, Garda (VR) – Tel. 0457256688

A Padova

Un locale bellissimo e pure nuovissimo, amato dai giovani ma anche dai tanti lavoratori della zona che qui trovano sempre personale sorridente e preparato ed un menù che, come il nome del locale, è totalmente “Atipico”. Non a caso qui, aperto dalla colazione al dopo cena, ci vai per provare e respirare qualcosa di nuovo, fresco, inaspettato e inusuale; che sia un cappuccino, un cocktail o una insalatona che – spoiler – non è mai una “semplice” insalatona. Il posto poi, di design, è proprio sotto l’Arco Tricolore delle Porte Contarine, con posto (ampio) sia interno che esterno. Diversi poi, gli eventi musicali organizzati.
Atipico, Via Giotto 3, Padova – Tel. 3491642026
 
 
Foto interne reperite nelle rispettive pagine social dei locali.
Foto di copertina di Locanda San Vigilio. 

  • VACANZE IN CITTÀ
  • RISTORANTI ROMANTICI

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Le grandi mostre da non perdere in Italia nel 2022

La ripartenza passa anche dall’arte, perché la cultura e la bellezza sono motori della crescita.

LEGGI.
×