Firenze gran signora. Perché mangiare in piazza ha sempre il suo fascino

Pubblicato il: 12 ottobre 2019

Firenze gran signora. Perché mangiare in piazza ha sempre il suo fascino

Ribaltando il proverbio toscano: “Va' in piazza, vedi e odi: torna a casa, bevi e godi”, ti invitiamo a pranzare in ristoranti ubicati in alcune delle piazze più belle di Firenze (e quindi del mondo). Dalle più scontate, ma non per questo meno affascinanti, del centro storico di Firenze, a quelle più defilate ma altrettanto ricche di ristoranti perfetti per la pausa pranzo.

Quello in piazza Santa Maria Novella


Una tipica trattoria toscana, comoda per chi parte o arriva a Firenze perché a pochi passi dalla stazione Santa Maria Novella, VerdOliva si affaccia sulla spettacolare piazza con la Basilica e l'Obelisco. Serve piatti realizzati con ingredienti genuini e tipici del territorio con scelta che spazia dalla ribollita toscana ai pici al ragù di cinghiale, dalla classica bistecca con patate all’ossobuco alla fiorentina. Per chi vuole, viene servita anche la pizza. Un tocco di modernità sia negli interni che nel menu che rivisita in chiave contemporanea le ricette tradizionali toscane sia nella preparazione che nell’impiattamento.
VerdOliva, piazza di Santa Maria Novella, 25 R, Firenze. 055 2645055

Quello in piazza Duomo


Un esercizio storico perché nato nel 1882 come ristorante, Buca Giovanni era la sacrestia del Battistero di San Giovanni e un luogo segreto della massoneria fiorentina. Come tutte le buche, nel piano seminterrato si trova un ambiente caldo e accogliente per una riuscita cena di lavoro o di famiglia. Ampissimo il menu dagli antipasti alle zuppe ai primi, secondi di carne e di pesce (tra cui la bistecca alla fiorentina) e tanti dessert. Vasta anche la cantina di vini rossi, bianchi e bollicine da ordinare in bottiglia o al calice. E all’uscita si staglia davanti a te il Duomo di Firenze per lasciarti senza parole.
Buca di San Giovanni, piazza di San Giovanni, 8, Firenze. 055 287612

Quello nella piazza del Mercato Centrale


La fiaschetteria di una volta diventata trattoria casalinga nel 1953. Da Mario non si prenota: si attende e quando si libera un posto ci si siede, uno accanto all’altro. Il locale è ben più antico con soffitto originale del ‘500, pareti piastrellate come nelle vinerie d’epoca e tavoli con sgabelli e panche di legno dove condividere il pasto che deve prevedere bistecca alla fiorentina e bicchiere di vino rosso. Tipicamente e orgogliosamente fiorentino, è un locale che non usa né panna, né congelati, né dadi per le sue preparazioni casalinghe realizzate con i prodotti del giorno dell’attiguo mercato di San Lorenzo.
Trattoria Mario, via Rosina, 2 R, Firenze. 055 218550

Quello in piazza Santa Croce


Dalla carne al pesce, dalla Spagna alla Grecia, il ristorante Finisterrae di cucina mediterranea fa esplorare i sapori e le culture dei paesi bagnati dal nostro mare. La clientela è costituita in massima parte da turisti, perché affaccia su una delle piazze più belle del mondo. Si può ordinare un’ottima paella, il cous cous, la tagliata con verdure alla griglia oppure una delle pizze cotte nel forno a legna tra cui la Finisterrae con mandorle, bresaola e burrata. Ottimi i dessert tra cui il cannolo siciliano e giusto il prezzo a dimostrazione che si può mangiare bene anche in un locale considerato turistico.
Finisterrae, piazza di Santa Croce, 12, Firenze.  055 2638675

Quello in piazza Ghiberti


Se cerchi un locale frequentato da gente locale vai a I Macci, che si affaccia sul Mercato delle Pulci. Trasferito da poco in piazza Ghiberti / Largo Annigoni, per pranzo offre piatti veloci tra cui prosciutto e melone e polpo scottato oppure primi a base di pesce o della tradizione toscana. Il personale è sempre disponibile a raccontarti la storia dei vini proposti e i prezzi sono ragionevoli. Se riesci a passare anche all'aperitivo verrai accolto con tanta musica dai bravi barman (da provaee il Long Island migliore di Firenze) e tapas all’italiana tra cui bruschette, fritture di fiori di zucca e acciughe.
I Macci, Largo Pietro Annigoni, 3, Firenze. 055 0948777

Quello in piazza della Libertà


Un luogo deliziosamente femminile, Caffè Lietta è diventato il fulcro di piazza della Libertà con la sua classe e la qualità della sua proposta. E’ uno di quei posti dove fa sempre piacere fermarsi dalla colazione (immancabili i piruli in tante versioni che vien voglia di assaggiare tutte) al pranzo veloce ma di qualità (pasta, quinoa, secondi accompagnati da verdure ottimi come piatto unico) a una pausa caffè con amici, familiari o clienti e, infine, per l’aperitivo dove i cocktail (tra cui il Negroni Vecchia Formula) e i vini accompagnano sfiziosi taglieri con affettati, crostini, formaggi e cruditè.
Caffè Lietta, piazza della Libertà, 6/7/8 R, Firenze. 055 2696874

Quello in piazza Indipendenza


Il ristorante che non ti aspetti con un giardino interno, l’Osteria al 3 ti accoglie per una pizza speciale o un piatto tipicamente toscano accompagnato da vino o birre artigianali. Le specialità sono la pasta fresca fatta in casa quotidianamente e la pizza a lenta lievitazione naturale con impasto di grani selezionati. Interessante per la sua posizione centrale per un pranzo di lavoro con pietanze sane e leggere ben presentate in un ambiente che predispone alla conclusione di importanti affari. Ideale anche per un aperitivo o una rilassante e raffinata cena nel verde.
Osteria al 3, piazza della Indipendenza, 3, Firenze. 055 486752

Quello in piazza Tasso


Alle porte del caratteristico quartiere di San Frediano, Al Tranvai è una piccola osteria in cui si sta stretti… come nel tram. Si mangia gomito a gomito con il vicino, come nelle vecchie trattorie fiorentine. Verace il menu con piatti della tradizione toscana a partire da pappa al pomodoro, ribollita e panzanella o le tagliatelle di pasta fresca con diversi condimenti. La specialità del locale sono i secondi, in particolare le frattaglie (che adoro): budelline in umido, trippa alla fiorentina, lampredotto bollito o in cacciucco e cipolline di pollo stufate. E ancorale polpette fritte e in salsa, l'insalata di lesso o la francesina, altro nome del lesso ripassato con le cipolle. Pochi dolci e il caffè in tazzina completano il pranzo casalingo.
Al Tranvai, piazza Torquato Tasso, 14 R, Firenze. 055 225197

Quello in piazza Dalmazia


Chi l’ha detto che un pranzo veloce non possa essere anche sfizioso? Nenè dimostra che anche un prodotto a metà tra il panzerotto e il calzone, se offerto in un locale curato, con ingredienti originali e col sorriso sulle labbra può diventare un momento di trascurabile felicità. Morbido e con la crosta croccante, fritto e con un ripieno filante, il panzerotto di Nenè è proposto in varianti classiche (prosciutto cotto, pomodoro e mozzarella) o gourmet (con sbriciolona, gorgonzola, capocollo, cacioricotta) che cambiano sempre. Buon pranzo!
Nenè Panzerotti e Golosità, piazza Dalmazia, 9 R, Firenze.  349 2109941

Foto in evidenza presa dalla fanpage del ristorante Finisterrae. Altre foto fornite a 2night o prese dalle fanpage e siti web dei rispettivi locali. 

  • SPENDO POCO E MANGIO BENE

scritto da:

Laura De Benedetto

La sua comfort zone è il moto perpetuo. Lavora in luoghi dinamici a progetti innovativi con gente sorprendente. Il suo core business? Creare relazioni e sinergie tra le persone. Amava Milano e, adesso, ama Firenze, città natale di suo figlio. Negata in cucina, apprezza chef e locali emergenti.

IN QUESTO ARTICOLO
  • I Macci

    Largo Pietro Annigoni 3, Firenze (FI)

POTREBBE INTERESSARTI:

Ristoranti con stelle Michelin in montagna, adesso che inizia la stagione

Chi lo ha detto che in montagna si mangiano solo wurstel e crauti, ecco i grandi chef tra le nevi.

LEGGI.
×