​Influenze orientali e sudamericane: in Appio Latino c'è un locale che forse non conosci ancora

Pubblicato il 6 ottobre 2021 alle 12:02

​Influenze orientali e sudamericane: in Appio Latino c'è un locale che forse non conosci ancora

Si chiama Kubla Khan ed aveva aperto a gennaio 2020. Con l'anno e mezzo che abbiamo vissuto noi lo consideriamo ancora una novità!

Quattro amici da tempo impegnati nel mondo della ristorazione (Valerio Del Grosso, Matteo Roscani, Francesco Rosati e Andrea Malkam) hanno creato un luogo ‘visionario’, che parla di mondi lontani, di viaggi e naturalmente di buona cucina.

Un locale caratterizzato da una proposta gastronomica fusion-contemporanea e da un cocktail bar unico nel suo genere grazie ad una cocktail list definita ‘Dream List’ e che punta sulla sfera emozionale.


Aperitivo, cena e dopocena rappresentano tre momenti solo apparentemente differenti, che in realtà spesso si fondono in un’unica esperienza che punta su un menu identitario. Questa filosofia è ben rappresentata dalle varie ‘sezioni’ presenti in carta, dai golosi Starters ai Tacos, disponibili anche nella versione vegana con hummus di ceci, zucchine alla scapece e salsa di basilico. Si prosegue con i Kubla Roll, massima espressione della proposta culinaria del locale. Interessante anche la sezione Raw Bar dedicata alle tartare, con la deliziosa versione con manzo, burrata, emulsione di basilico.

E i cocktail? Al bancone ci sono Nicholas Pelliccioni insieme a Eleonora Balzano che hanno strutturato una carta dei cocktail che può esser definita emozionale: è chiamata ‘Dream List’ e unisce dodici miscelati. Ogni cocktail è ispirato ad un diverso luogo del mondo, e per ogni creazione è stato scelto un termine significativo di una lingua straniera, come nel caso dell’Ilinx, un pestato a base bourbon con Montenegro, lime, zucchero semolato, kiwi e zenzero.


Foto dalla pagina Facebook di Kubla Khan

  • NOTIZIE

scritto da:

Elsa Ricucci

Ti racconto Roma come piace a me, con i suoi colori, i suoi sapori, la sua musica, i suoi tramonti e le sue mille albe. Roma è la mia città: mi piace viverla di giorno e di notte, in bici, in motorino, in autobus...ma sopratutto, di corsa!

POTREBBE INTERESSARTI:

​World Pasta Day: l’Italia si conferma leader a livello internazionale

In Italia si producono 3,9 milioni di tonnellate di pasta con una filiera che conta 120 imprese, oltre 10mila addetti e quasi 200mila aziende agricole italiane impegnate a fornire grano duro di altissima qualità.

LEGGI.
×