'Working Station', i locali dove lavorare in pace a Mestre e dintorni

Pubblicato il: 6 ottobre 2018

'Working Station', i locali dove lavorare in pace a Mestre e dintorni

Francamente non sono una grande fan delle biblioteche: il silenzio di tomba, l’aria stantia e le persone incupite sopra libri grandi quanto macigni, mi fa perdere la concentrazione e spesso deprimere. Ai grandi templi del silenzio e mausolei della conoscenza, preferisco luoghi tranquilli ma mondani, posti di passaggio nei quali il lavoro non viene disturbato ma accompagnato da un piacevole sottofondo di passi, voci e suoni della città. Mi piace sedermi nel tavolino di un locale, tirare fuori il computer e ordinare qualcosa da bere, sentirmi coccolata ma allo stesso tempo produttiva.
Ecco dunque la classifica dei posti che preferisco per lavorare o studiare a Mestre e dintorni.

Il nutrition cafè

In calle Legrenzi, sotto le fronde del glicine più antico di Mestre, c’è Va Pensiero. Questo piccolo locale di recente nuova gestione, è il luogo adatto per prendersi cura di mente e corpo: si ispira infatti al concetto americano di ‘nutrition cafè’, un luogo dove bere e mangiare pietanza interamente prodotte in casa, con ingredienti sani e genuini, biologici o km 0. Mentre ti concentri sul lavoro fatti servire un’ottima tazza di caffè bio e una fetta di torta, magari quella di mele.  

L'americano di tendenza

Brunch è il locale con la cucina a stelle e strisce in cui fare un autentico ‘brunch’ ad ogni ora del giorno. Si trova all’inizio di viale Garibaldi, ha ampi spazi sia interni che esterni, per godersi gli ultimi caldi raggi di sole. Accompagnare il lavoro quotidiano, con un waffle o un beagle, ha un sapore completamente diverso e improvvisamente ti senti un pezzo grosso di wall street.

Buono per pensare e buono per mangiare

L’Officina del Gusto, in via Paolo Sarpi, è un bar-ristorante con tre volti: colazione ‘come dalla nonna’, pranzo fast e cena slow. Nonostante tre momenti dai caratteri ben distinti, lo spirito del locale rimane lo stesso: creare un’atmosfera in cui potersi rilassare e mangiare bene. La maggior parte dei prodotti impiegati sono il meglio che la gastronomia locale ha da offrire, piccole produzioni artigianali, agricoltura biologica e km 0. Pur trovandosi nel cuore di Mestre è defilato dal traffico e dal tran tran cittadino.

In mezzo ai libri...ma non in biblioteca

Fatto salvo per gli orari di punta, il Feltrinelli Bistrot, all’interno della libreria Feltrinelli del centro Le Barche, ha molto da offrire a chi cerca un po’ di tranquillità in un luogo arioso e luminoso, in mezzo alla movida di Mestre centro. Comodi tavolini sia all’interno, tra gli scaffali dei libri, che all’esterno, nella terrazza panoramica coperta. Molto inflazionato in pausa pranzo, complice il menù a prezzo fisso, con piatti espressi e differenti ogni giorno.

Tra le bottiglie di vino

Lungo la Castellana, a Zelarino, c’è il Piper. Questo locale, oltre ad essere un eccellente ristorante di pesce, al piano terra è anche enoteca-bar-bistrot. Gli amanti del buon vino troveranno qui un piccolo eden del nettare degli dei: non c’è nulla di meglio che alzare gli occhi dallo schermo del computer, ammirare le centinaia di etichette in esposizione e rimettersi a lavoro assaporando un calice del vino che si ha adocchiato (magari accompagnato da dei succulenti spiedini di gamberi in crosta di sesamo).

Nel salotto di Mestre

A pochi passi dal duomo, in piazza Ferretto, trovi Caffè Grande Italia, uno bar storico, con insegna e bancone d’epoca anni 60’. Locale a 360 gradi, con proposte differenti per ogni momento della giornata, dalla colazione con brioches artigianali, al tagliere di salumi e affettati a km 0 al thè delle cinque in stile british. Atmosfera intima e accomodante.

Per lavoratori nottambuli

In zona industriale a Marghera, in via dell’elettricità, c’è il locale perfetto per chi sa lavorare solamente nel cuore della notte. Gustoclick è aperto sette giorni su sette 24h. A qualsiasi ora tu vada puoi ordinare pizza appena sfornata, cucina espressa, cicchetteria e finger food. Il locale al suo interno ha molte stanze, puoi trovare facilmente quella più tranquilla o adatta alle tue esigenze.
 
Foto copertina dalla pagina Facebook di Va Pensiero

Se ti è piaciuto questo articolo iscriviti alla newsletter di 2night
 
 
 
 
 
 

  • TENDENZE FOODIES
  • EAT&DRINK

scritto da:

Beatrice Campisi

Mestrina dal palato fino. Ho votato la vita al buon cibo studiando scienze e cultura della gastronomia e della ristorazione, amo comunicare questa passione attraverso la scrittura.

POTREBBE INTERESSARTI:

Guida Michelin 2020: un nuovo tre stelle, due nuovi due stelle e 30 nuovi ristoranti stellati (e con chef giovanissimi)

La rinomata Guida Michelin ha rivelato a Piacenza la sua edizione 2020 con tutte le nuove stelle, scopriamole.

LEGGI.
×