Veneto da cartolina: 5 tramonti da vedere almeno una volta nella vita

Pubblicato il: 21 febbraio 2017

Veneto da cartolina: 5 tramonti da vedere almeno una volta nella vita

Veneto da cartolina: 5 tramonti da vedere almeno una volta nella vita

Vedi un tramonto e parte il motivetto sax anni '90. È inevitabile, improvviso e certo come il pranzo domenicale alle 12.00 dalla nonna. I tramonti da vedere almeno una volta nella via in Veneto sono mete da bacio di per sè, senza bisogno di orpelli, superalcolici, rose finte e altri mezzucci da principiante. Dunque, soprattutto se non sei un latin lover esperto - e chi lo è di questi tempi? - ti conviene fare tesoro di queste perle naturalustiche tutte venete. 

P.s: Mi sono sempre chiesta perchè l'alba non è considerata al pari del tramonto in fatto di romanticismo: ho capito il perchè quella notte di dieci anni fa in cui puntai la sveglia alle 6 del mattino e mi sveglia di soprassalto due ore dopo dicendomi che per sentirmi in vena di scrivere poesie avrei anche potuto aspettare il tramonto. Il mattino ha il sonno in bocca.

Ma quant'è bello andare in giro....

...per le colline del Prosecco! Il tramonto che invade le colline del Prosecco è uno spettacolo di cui godere almeno una volta nella vita. I miei consigli sono due: ammirarlo dopo un calice o due di bollicine nostrane ne aumenterà la bellezza (al terzo i colori potrebbero alterarsi); per una vista perfetta, sosta all'Osteria Senza Oste. 

Fino in cima

​Chi è amante della montagna conoscerà certamente il Monte Grappa e chi conosce il Monte Grappa saprà certamente che il tramonto da Cima Grappa è da togliere il fiato. Per tutti gli altri, non resta che avventurarsi e tornare adolescenti non appena il cielo si tinge di viola per sfumare fino al giallo.

Fino in punta

Se dovessi consigliare a un turista che affolla Venezia una meta da non perdere, lo manderei dritto a Punta della Dogana alle 17:45 o giù di lì per spalancare gli occhi di fronte al tramonto sull'acqua più bello di sempre. Credo me ne sarebbe infinitamente grato.

Specchio delle mie brame

Quando un tramonto spettacolare fa il bagno al lago, la bellezza raddoppia. Vale la pena fare una gita al Lago di Revine anche solo per godersi il fugace spettacolare del tramonto riflesso nello specchio d'acqua. Per i più temerari, nemmeno l'alba è tanto male.

Tramonto itinerante

Amo passegiare per Padova, la mia città universitaria, ed è per questo che conosco la piacevole senzazione di relax che ti invade quando, al tramonto, passeggi tra Prato della Valle e la Basilica del Santo. In men che non si dica, la sessione d'esame diventa un insignificante puntino nell'immensità dell'universo.

Dalla caserma con amore

In molti dicono che il miglior panorama di Verona si gode da Castel San Pietro, antica caserma asburgica con visuale privilegiata su tutta la parte antica della città. Io sono d'accordo e consiglio di godersi questo belvedere quando il sole dedice che è ora di coricarsi.

Tramonto con brindisi

Un classico intramontabile, la location perfetta per il sax alla Beautiful (sigla originale, ovvio): il tramonto dalla terrazza del bar della Basilica Palladiana con spritz e fotocamera in allerta. Non sarà originale, ma in fondo nemmeno i capelli di Ridge Forrester lo sono mai stati, eppure...

Per restare sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita di 2night!
Immagine di copertina di Elias Rovielo da Flickr, CC.

  • TURISMO

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

×