Cosa fare a Venezia quando fa freddissimo

Pubblicato il 28 dicembre 2023

Cosa fare a Venezia quando fa freddissimo

A Venezia è sempre tutto bellissimo, in ogni stagione. Tra gli aperitivi, fino a notte fonda, nelle calde notti di luglio al vin brulè bevuto in campo, nelle gelide serate invernali. C’è da dire, però, che il freddo non ha alcuna speranza quando deve vedersela con la magia veneziana, in qualsiasi momento dell'anno. O con il profumo della cioccolata calda, dei pasticcini e delle frittelle, che si fa strada, dolcemente, tra le calli, sempre affollate; grazie alla vita, che non finisce mai in questa città. Quindi, se è inverno e ti trovi a Venezia, non preoccuparti; hai l’imbarazzo della scelta per goderti tutto quello che vuoi. Ti diamo un aiutino. 

Per pattinare 

La pista di pattinaggio sul ghiaccio in campo San Polo è diventata, ormai, una delle chicche preferite dai veneziani in città, nel periodo invernale. Scaldati dal sole della mattinata o al tramonto, non c’è possibilità che tu non riesca a vivere un momento speciale, pattinando con amici in una location che non teme alcuna concorrenza. Per quanto riguarda gli aspetti pratici, gli orari possono subire delle variazioni ma, indicativamente, è possibile pattinare dalle 11 alle 19, spesso anche fino alle 20. Il costo, tra adulti residenti e non residenti nel comune di Venezia, oscilla tra i 10 e i 12 euro, con il noleggio dei pattini incluso. Se si possiede già l’attrezzatura, 2 euro in meno di differenza. Lo stesso vale per i bambini fino ai 12 anni, il cui ingresso costa 8 euro.  
Campo San Polo, Venezia.

Per la cioccolata calda, e non solo 

La pasticceria Ponte delle Paste è una coccola vera e propria. È, senza dubbio, tra le tappe che sono considerate d’obbligo dai veneziani. Difficile consigliarti qualcosa perché i dolci sono tutti da favola, ma dovendo fare un tentativo di scelta, è da provare assolutamente la cioccolata calda. Puoi berla in dolce compagnia su uno dei tavolini all'interno o in calle, facendo invidia ai passanti. Una location piccolina, calda e accogliente che non può deluderti.
Ponte delle Paste, Calle del Pistor 5991, Venezia. Tel: 0412410173.

Per tè e caffè di quelli giusti


Torrefazione Cannaregio si distingue dalle altre proposte veneziane in zona per il suo stile, decisamente unico. Una location sui generis, accogliente e particolare per l’arredo originale e i colori caldi. Il personale è giovane, il servizio è eccellente ma i veri protagonisti del locale sono il tè e il caffè. Il profumo degli aromi ti invita a entrare quando sei ancora lontano; dentro poi c’è un’atmosfera senza tempo e puoi proiettarti in giro per il mondo, grazie alle miscele intense provenienti da ogni dove. I dolci poi sono buoni, soprattutto le crostate. Un consiglio, da provare il “Caffè Bricola” e il “Caffè Remer” - te li lasciamo scoprire, attraverso la degustazione.
Torrefazione Cannaregio, Fondamenta dei Ormesini 2804, Venezia. Tel: 041716371.

Per l'arte contemporanea


Palazzo Grassi è una delle location veneziane più iconiche e di punta, se si parla di cultura, fotografia e arte. Si tratta di un punto di riferimento, tra clientela nazionale e internazionale, per chiunque voglia passare una giornata diversa dal solito, immegendosi in un'atmosfera magica. Aperto tutti i giorni dalle 10 alle 19, con l'ultimo ingresso alle 18, è ormai una tappa obbigatoria in città, per i veneziani e non solo. I progetti sono sempre differenti e coinvolgenti; in particolare, la mostra del momento è, senza dubbio, "Chronorama. Tesori fotografici del 20° secolo". Dal 12 marzo 2023 fino al 7 gennaio 2024; la prima esposizione mondiale delle fotografie acquisite dalla Pinault Collection e provenienti dagli archivi di Condé Nast. Una, vera e propria, immersione nel 900'; grazie a più di 400 fotografie, dagli anni 10 fino agli anni 80. Più di 150 artisti  internazionali diretti dal consulente per la fotografia della Collezione Pinault, Matthieu Humery. Il prezzo per gli adulti è di 15 euro, il ridotto invece costa 12 euro. Non penso serva aggiungere altro, non perdere tempo.
Palazzo Grassi, Campo San Samuele 3231, Venezia.

Per immergersi a Venezia, con la fotografia


Palazzo Grimani è, senza dubbio, un'altra delle location veneziane, per eccellenza, se parliamo di cultura in generale. Fotografia e differenti forme artistiche sono le protagoniste di un punto di ritrovo per giovani e non solo; tra clientela nazionale e internazionale. La mostra del momento è "David Seymour , il mondo e Venezia 1936-56". Una mostra monografica di Seymour, tra i fondatori della Magnum Photos; in particolare si tratta di una sezione di foto dedicata proprio a Venezia. L'iniziativa è promossa dalla Direzione Musei del Veneto, in collaborazione con Suazes e a cura di Marco Minuz. 
Palazzo Grimani, Castello Ramo Grimani 4858, Venezia. Tel: 0412411507.

Che musica


Il Palazzetto Bru Zane non ha bisogno di presentazioni ma rinfreschiamo la memoria a chi non ci fosse ancora stato, e non sapesse di che meraviglia si tratti. Conosciuto anche come Centre de Musique Romantique Francaise, è un centro di promozione e diffusione della riscoperta del patrimonio musicale francese dell'800'. Considerando, più precisamente, il periodo che va dal 1780 al 1920. Si tratta di musica ma senza una particolare circoscrizione; si passa dal repertorio sinfonico a quello lirico, passando anche per i generi più 'leggeri'. La stagione 2023-2024 sarà ricchissima, come sempre. Ma, per soffermarci e consigliare qualche appuntamento, segnati il 24 marzo. Infatti, è imperdibile il tenore Cyrille Dubois che presenta Gabriel Fauré. Di più non ti dico, vai a scoprire tutto. 
Palazzetto Bru Zane, San Polo 2368, Venezia. Tel: 04130376.

Al cinema, ma da intenditori

Il Cinema Giorgione Movie d'Essai è una chicca, di nicchia ma neanche tanto, a detta di tutti i veneziani. Un cinema piccolo, intimo e vintage nel sestiere di Cannaregio; non distante da Campo S. Apostoli e dalle Fondamente nuove. Il bigietto costa sempre 7 euro e cinquanta. Un ambiente sui generis e culturalmente vivo; due salette in cui si ritrovano giovani e non solo. Vengono proiettate prime visioni di film d'autore e si organizzano anche incontri con autori, registi e attori. Non mancano film di ogni genere, anche d'animazione per i più piccoli. Le prossime proiezioni sono tutte interessanti ma per consigliarti, informati su "La chimera", regia di Alice Rohrwacher - no spoiler.
Cinema Giorgione Movie d'Essai, Cannaregio 4612, Venezia. Tel: 0415226298.

Una coccola e un'atmosfera fatata


Sullaluna libreria & bistrot non teme alcuna concorrenza a Venezia; grazie a una proposta decisamente sui generis e interessante. Un ambiente con un'atmosfera dolce, coccolosa, e fatata ma soprattutto un bar, un ristorante e allo stesso tempo una libreria. L'arredo curato in ogni minimo dettaglio e i tavolini sono accanto a selezioni di libri pazzesce; soprattutto graphic novel, con un'attenzione particolare per la poesia. Un plus, le proposte vegane e vegetariane; anche i cicchetti vegani sono da sogno. Una tappa che puoi fare a ogni ora del giorno, per colazione, brunch o aperitivo. Non può deluderti. I prodotti sono tutti naturali e ci sono tante materie prime km.0.
Sullaluna libreria & bistrot, Fondamenta de la Misericordia 2535, Venezia. Tel: 041722924.

A teatro, nella magia e nella bellezza

Il Teatro Malibran, fortunatamente, è ancora il punto di ritrovo di tanti giovani veneziani alla ricerca di un pomeriggio o di una serata culturalmente interessante. Tra Opera e musica, gli appuntamenti sono tantissimi ogni anno; per tutti i differenti interessi e anche tutte le età. Un ambiente magico e un'atmosfera senza tempo accolgono, ogni anno, artisti provenienti da ogni dove per spettacoli sempre nuovi. Anche volendo, sarebbe difficile consigliarti una sola data ma ci proviamo. A gennaio ci sarà "Pinocchio", in una veste un po' diversa; ora tocca a te.
Teatro Malibran, Campiello del Teatro 5873, Venezia. Tel: 0412424.

In libreria e sul serio

         
Non esistono umanisti veneziani che non conoscano la o, dovrei dire, le librerie indipendenti Marco Polo.Punto di ritrovo, per eccellenza, degli appassionati di letteratura in città. Due punti vendita, entrambi in Campo Santa Margherita, l'uno accanto all'altro. Il primo propone selezioni di editori indipendenti, con un ampio settore dedicato a quelli per bambini. Il secondo invece vende libri usati; tra fuori catalogo, rari, vintage e da collezione. La scelta e la linea delle varie proposte letterarie è a cura dei librai Marco Polo, che non deludono mai. Si tratta anche di un punto di ritrovo, culturalmente vivo;grazie alle iniziative e, più precisamente, agli incontri con gli autori che vengono organizzati mensilmente. Ti consiglio di fare un salto.
Libreria Marco Polo, Sestiere Dorsoduro 2899, Venezia. Tel:  0418224843.

Foto interne tratte dalle pagine Facebook dei rispettivi locali, musei, negozi,
Foto copertina di Libreria Marco Polo. 

  • VACANZE IN CITTÀ

scritto da:

Alessia Tosi

Appassionata di letteratura contemporanea e scrittura, la curiosità e l'entusiasmo mi caratterizzano umanamente e professionalmente. Sempre alla ricerca di eventi culturali interessanti ma anche di nuovi locali da scoprire per il tempo libero - in particolare per delle pause golose: i dolci sono il mio debole.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I cinque cocktail più sexy nella storia della mixology, a partire dal loro nome

Eh sì, ogni drink racconta una vicenda, una storia che il proprio nome incarna, chiarisce o suggerisce…

LEGGI.
×