Venice Cocktail Week 2021: prima edizione in Laguna

Pubblicato il 24 novembre 2021

Venice Cocktail Week 2021: prima edizione in Laguna

Dal 13 al 19 dicembre 2021 si sceglie di chiudere l’anno con lustro a Venezia, ospitando per la prima volta la Venice Cocktail Week.

Un evento questo, nato nel lontano 2008 a Londra il cui format è stato preso come spunto per la realizzazione, nel 2016, della prima edizione – riuscitissima – della Florence Cocktail Week che quest’anno ha raggiunto quota sei edizioni.
Il volto e la mente dietro questo evento? Paola Mencarelli, senese di nascita ma fiorentina d’adozione, che oggi compie un passo importante e grazie alla collaborazione con Aman Venice, dirigerà anche questa prima edizione della Venice Cocktail Week.
 

“In questo anno così particolare – dichiara Paola Mencarelli – noi non ci siamo arresi ed abbiamo deciso di raddoppiare portando il nostro format Cocktail Week a Venezia. Sarà un’edizione insolita per questo tipo di manifestazione che predilige la bella stagione, ma riscalderemo questa splendida città d’arte e di cultura a suon di shaker e cocktail.”
 

Venice Cocktail Week: cos’è?

Una sette giorni di incontri, condivisione, cocktail e sfide, ma anche passione, talento, crescita, masterclass, serate a tema con ospiti di fama internazionale e iniziative culturali e ricreative promosse in tutta la città.
Ben 26 i Cocktail Bar che sono stati selezionati in tutta la famosa città lagunare, obiettivo: dare vita a una Cocktail List targata Venice Cocktail Week 2021, ideata e pensata ad hoc per l’evento.

Spazio alla fantasia sì, ma con delle regole

Ogni Cocktail Bar dovrà in totale autonomia pensare a una sua Cocktail List, che dovrà prevedere però ben quattro drink: un Signature Cocktail il cui compito sarà raccontare l’anima del locale, un Winter Cocktail che dovrà essere obbligatoriamente caldo visto il rigido inverno in arrivo, un Twist on Spritz e un Cocktail Ri-Esco a Bere Italiano dedicato al Made in Italy che prevede l’utilizzo di prodotti delle aziende partecipanti.

Quali sono i Cocktail Bar selezionati?

1. Alchemia, Ca’ di Dio
2. Amo, Fondaco dei Tedeschi
3. Arts Bar, The St. Regis Venice
4. Bar Dandolo, Hotel Danieli
5. Bar Gabbiano, Cipriani, A Belmond Hotel, Venice
6. Bar Longhi, The Gritti Palace
7. Blue Bar, Hotel Excelsior
8. Blue Drop
9. Caffè Baglioni, Baglioni Hotel Luna
10. Caffè Florian
11. Caffè Lavena
12. Chet Bar
13. Chic Bar, Taverna La Fenice
14. Excess Venice Cocktail&Food
15. Experimental Cocktail Club, Il Palazzo Experimental
16. Grancaffè Quadri
17. Il Carvellino, Hotel Saturnia&International
18.Il Mercante
19. Londrabar, Hotel Londra Palace
20. Palazzina The Bar, Palazzina Grassi
21. San Giorgio Cafè
22. Skyline Rooftop Bar, Hilton Molino Stuky Venice
23. Tarnowska’s American Bar
24. Terrazza Aperol
25. The Bar, Aman Venice
26. Time Social Bar
 
 
Un evento dedicato alla mixology veneziana che mira a far conoscere e guardare in modo differente questi 26 incredibili Cocktail Bar ma anche un’occasione di socialità e di iniziative culturali volte ad attrarre il grande pubblico alla scoperta di un’altra Venezia.
Non a caso Simone Venturini – Assessore al Turismo della Città di Venezia – dice: “Siamo particolarmente felici dell’arrivo in città di Cocktail Week, un’occasione importante per raccontare al mondo la grande professionalità dei nostri barmen e la qualità dei prodotti utilizzati.”
Un evento patrocinato dal Comune di Venezia.  
 
 
A questo link il calendario degli eventi. 



Foto di copertina di Federico Beccari, Unsplash. 
Foto interne comunicato stampa. 

  • MAGAZINE

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

POTREBBE INTERESSARTI:

Premio Vivere a Spreco Zero 2021. Chi ha vinto gli Oscar della sostenibilità

Al centro del premio, ancora una volta, le Buone Pratiche, via maestra verso il traguardo degli Obiettivi di Sostenibilità fissati dall’Agenda ONU 2030.

LEGGI.
×