Fish’n’Love: i ristoranti romantici a Padova e dintorni per una cena di pesce con i fiocchi

Pubblicato il: 7 febbraio 2019

Fish’n’Love: i ristoranti romantici a Padova e dintorni per una cena di pesce con i fiocchi

Ci sono tanti modi per dimostrare il proprio amore, ed ognuno ha il suo. Chi ti riempie di complimenti e di frasi dolci; chi ti chiama mille volte e non riesce mai a riattaccare il telefono se prima non lo fai tu, no tu, no tu; chi ti riempie di attenzioni, ti porta la colazione a letto, ti regala un mazzo di rose anche quando non c’è niente da festeggiare; c’è chi ti scrive delle lettere o ti dedica una canzone, perché se ascolti bene, un po' parla anche di voi. E ci sono millemila altri modi, tutti bellissimi, tutti unici. Ma per me, tra i più belli, resta la cena romantica: un evergreen che concilia il mio amore per il cibo con quello per la mia metà.

Così visto che San Valentino è alle porte, ho pensato ad una cena romantica di pesce, ed ecco i ristoranti di Padova e dintorni che ti consiglio:

In mare aperto

Eh si, perchè da Fiorital Ytheca il pesce viene abbattuto appena pescato secondo il Protocollo Deep Frozen che prevede temperature tra i -60°C e i -120°C, così da mantenere intatte tutte le proprietà del pesce, rendendolo più fresco del fresco. Le ricette sono semplici, in modo da valorizzare sapientemente la materia prima per creare piatti di alto livello. Hanno ideato un romantico menù di San Valentino, tra crudo e cotto, come i mignon di mare o il dentice in olio cottura, e piatti da condividere pensati per le coppie di innamorati. Gli ingredienti utilizzati nelle ricette sono tutti in vendita nello shop del ristorante, così da riproporre una cena romantica anche a casa.

Cenetta sui colli

Quale miglior occasione di San Valentino per lasciare il caos cittadino e rifugiarsi sui colli? Se sei d’accordo con me ti consiglio Ai Colli, ristorante, enoteca (e anche bed & breackfast) di Teolo. La grande protagonista è una cucina di pesce degna dei migliori locali marittimi, con prezzi, peraltro, assolutamente competitivi. Crudi di mare, Tagliatelle nere all’astice, Spaghetti rossi alla granseola curry e lime, Tagliata di tonno al sesamo, sono solo alcune delle specialità. Non manca comunque un menu di terra pienamente all’altezza. Altro fiore all’occhiello è la cantina, con 150 etichette vinicole.

Pazzi per il pesce

Stile minimal e toni black&white rendono Pazzi Della Scena un ristorante moderno ed elegante, che mette in campo passione e creatività per una cucina semplice e tradizionale seguendo gli ingredienti di stagione. Lo Chef Massimiliano, che nel suo percorso formativo ha lavorato in ristoranti rinomati affiancando anche lo Chef Alajmo, propone un menù che soddisfa qualsiasi palato. Piatti di carne, veggy&vegan, si alternano al pesce, proposto in maniera innovativa come il polpo con ceci neri, marsala, melograno e caffè blue mountain, o la cernia al carbone con insalatina di mango e avocado.

Immerso nella natura

Per una cena a due, non posso non consigliarti la Locanda Acciuga, un gioiellino incastonato nel verde della natura del Parco del Brenta. Un villino rustico, proprio lungo la pista ciclabile del parco, dallo stile country elegante e curato, con legno bianco e mattoni a vista che lo rendono davvero romantico. I piatti di pesce sono di qualità, realizzati minuziosamente e sempre nuovi. Dal crudo al cotto, dalla Catalana al pescato del giorno, è sicuramente tutto da provare!

Tra arte e cucina

Cenare all’Hosteria Padovanino è un’esperienza sensoriale in tutto e per tutto. Il locale è unico, intimo, ricco di soprammobili e candele, oggetti provenienti da mercatini e, appeso alla parete, un ritratto della Venere Dormiente del Padovanino. Il menù è tradizionale e ricercato allo stesso tempo, con la delicatezza degli ingredienti home made come pasta, pane, dolci e gelato e il trionfo del pesce, fresco e di qualità. Così, tra i piatti, si trovano i crudi di mare, le capesante su fonduta di zafferano, le variazioni giornaliere di tartare e, da condividere, la gran tecia di crostacei e molluschi ‘al Padovanino’, preparata in un’enorme e tradizionale teglia di rame.

In un salottino

Raffinato, elegante, comodo. Cenare Ai Navigli è un po' come stare in un salottino in stile liberty, coccolati dalle prelibatezze del menù di pesce, tra arredamenti classici e moderni ed un pianoforte a coda bianco che può essere utilizzato dai clienti. Propone un menù per San Valentino con piatti ricercati, come la tartare di gamberi rossi Marzara del Vallo riserva, cous cous nero, sedano e melograno o la noca di capasanta, zabaione salato, lardo di Arnad e cialda corallo, o ancora, il cubo di tonno rosso, crema viola, piccante di rafano e croccante di pinoli e pistacchi.


Foto di copertina dalla pagina Facebook di Fiorital
Foto dalle pagine Facebook dei locali

Per rimanere sempre aggiornato, iscriviti gratis alla newsletter di 2night

 

  • RISTORANTI ROMANTICI
  • CENA
  • SAN VALENTINO

scritto da:

Ilaria Gomiero

Non sono così complicata: prendi delle vans, dei jeans a vita alta, uno zainetto sempre in spalla. Aggiungi una gran voglia di esplorare il mondo e conoscerne ogni sfaccettatura. Quanto basta di timidezza che si rifugia in un sorriso, una manciata di libri e una gran passione per il cibo.

POTREBBE INTERESSARTI:

​I grandi chef italiani e i loro piatti distintivi. Ovvero, quelli che non possono togliere dal menu e che tu devi provare almeno una volta

Il risotto alla zafferano di Gualtiero Marchesi lo conoscono anche in Perù, ma c'è molto altro da provare.

LEGGI.
×