Poké Tartare, tonno rosso, mango fresco e vino buono: il mio pranzo a La Terrazza di Mogliano

Pubblicato il 12 gennaio 2021

Poké Tartare, tonno rosso, mango fresco e vino buono: il mio pranzo a La Terrazza di Mogliano

C’è una bella, fresca e invitante novità, in centro a Mogliano Veneto. Si chiama “La Terrazza - bistrot & pokebar” ed il suo nome è già un programma: la deliziosa altana ricavata al piano superiore, raggiungibile grazie ad un comodo ascensore, promette infatti intime ed evocative serate al ritmo di musica e cocktail. Auspicabilmente nella primavera - estate, quando si potrà tornare a farlo.
Scopri il menu delivery de La Terrazza bistrot&pokebar. Disponibile tutti i giorni a pranzo e cena previa ordinazione
Questo locale, però, è in primis molto altro: fra tante osterie con cucina e ristorantini di qualità che offre la piazza moglianese, La Terrazza è infatti il primo posto dove mangiare diverse varianti di poké, la genuina insalatona hawaiana a base di verdure esotiche, ingredienti fantasiosi e perlopiù pesce crudo. Perlopiù, sottolineo: poiché specialità della casa, qui, oltre alle poké bowl, è la tartare di manzo..! Pertanto, qui, io mi sono mangiato nientemeno che una poké tartare. Roba più unica che rara!


Appena varco l'ingresso di quest’innovativo bistrot & pokebar di via Costante Gris, mi svelano il segreto del loro benvenuto: è il goloso bancone, da cui fan capolino in bella vista diverse leccornie tradizionali e creative, cicchetti reinventati e quant’altro. Non ho il tempo di sedermi, quasi, che subito mi avvento sul tramezzino del giorno: farcito con pollo al forno aromatizzato a cipolla e tabasco, olive e carote, sento il mio palato alzare il pollice. Non è un tramezzino qualsiasi, grazie all’ottima vena empirica del cuoco: l’equilibrio di sapori infatti risulta perfetto, col tabasco che entra nel retrogusto senza mai dominare il resto.


A questo punto, in attesa del piatto principale, non posso esimermi dal fare il bis di entreé. Stavolta vado di gamberi in saor, una delle mie tipicità veneziane predilette. Ed è subito sorpresa! Anziché affiancato dalla classica polentina biancoperla, il generoso assaggio di mare mi viene servito a mo’ di farcitura di un profumato croissant salato. Croccantezza e cremosità al potere.


Il tempo di bagnarmi le labbra con un calice di vino rosso, quel Recantina di Serafini&Vidotto che sa preparare sempre molto bene una bocca all’ingresso del manzo crudo, ecco finalmente che mi vedo recapitare sul tavolo, fra graditi sorrisi e spiegazioni di rito, la mitica “poké tartare” de La Terrazza. Affiancata da qualche bella fetta di pane fresco al latte, in the bowl – ossia nella ciotola, ma fa più figo dirla all’inglese, àhinoi – trova posto una composizione di riso bianco ricoperto dalla tartarina di manzo a marchio “La Piemontese” (prima scelta, in soldoni), patate novelle, broccoletti di Bruxelles, cipolla rossa marinata, olive taggiasche, salsa di maionese al curry e semi di sesamo.


Mentre mi lecco i baffi, già ormai discretamente sazio, ecco che all’insegna del classico mantra per cui “L’appetito vien mangiando”, il rampante chef in persona esce dalla cambusa esprimendo il suo personale desiderio di farmi provare ad ogni costo un’altra specialità. Stavolta però a base di pesce. Nel vassoio che con allegra nonchalance egli mi materializza difronte, osservo una coloratissima filangé di zucchine con pepe, salsa tamari ed olive taggiasche, che scorta una bowl di tonno rosso con mango e semi di sesamo. Freschezza adriatica e gusto esotico a braccetto, insomma, che decidiamo in concerto di abbinare ad un calice di Riesling Biologico. Un vino bianco giovane, ideale quindi per una pausa-pranzo leggera, ma già pregno di tutta la fruttata personalità che non può non vantare questa geniale creazione asburgica.


Tra assaggini, qualche cin e diverse chiacchiere non solo di lavoro, un’oretta circa dopo il mio ingresso a La Terrazza concludo il mio pranzo con – ça va sans dire – un bel un caffè.
E soltanto da come viene servito pure quest’ultimo, ben s’intende l’amore per i dettagli che permea il nuovo, promettente, originale ma coerente locale di Mogliano centro. Aspetto adesso con ansia di poterci tornare anche all’ora dell’aperitivo, magari nell’imbrunire di una tiepida serata primaverile. Carica di musica, gusto e speranza.

  • CENA BLOGGER
  • RECENSIONE

scritto da:

Alvise Salice

Con lo pseudonimo di Kintor racconto da anni i miei intrattenimenti. Sport e hi-tech gli amori di gioventù; mentre oggi trovo che viaggiare alla ricerca di culture, gusti e sapori della terra sia la cosa più bella che c'è. O magari la seconda, via.

IN QUESTO ARTICOLO
  • La Terrazza Bistrot&Pokebar

    Via Costante Gris 3, Mogliano Veneto (TV)

POTREBBE INTERESSARTI:

Il piano di Fipe per salvare i ristoranti e l'appello al Ministro Patuanelli

"Serve ingranare una marcia diversa": Fipe e Fiepet propongono le nuove linee guida per una riapertura programmata e in sicurezza

LEGGI.
×