Goodbye Tinder: tutte le social table mestrine dove socializzare offline

Pubblicato il: 21 marzo

Goodbye Tinder: tutte le social table mestrine dove socializzare offline

Per socializzare ai tempi in cui mandare un sms costava l'equivalente di una quantità di Goleador considerevole - cioè alle scuole medie - usavo gli squilli: uno squillo per ti penso, due per ti penso tanto, tre per ti penso troppo. Ora che sono nella fase della vita in cui bisogna darsi manforte con slogan del tipo "ma che ne sanno i duemila", sono tornata all'analogico, dopo aver testato miseramente il digitale.

E mentre convinco la mia migliore amica ad eliminare almeno una delle dieci flirt-chat che porta avanti senza successo, frequento tutte le social table mestrine spesso e volentieri. Ti siedi da solo, con un amico e non sai ma chi si accomoda al tuo fianco: potrebbe essere una noiosa coppia di biologi, un trio di artisti, oppure un bellissimo esemplare di single alla ricerca di rapporti umani. Una roulette russa molto urbana con finale a sorpresa. 

La condivisione si fa divertente

La filosofia dello sharing è nelle fondamenta di 9 Bistrot. Non solo si può cenare con gli amici condividendo le "mezze", ovvero le porzioni ridotte da spizzicare per provare più gusti e sapori, ma i grandi tavoli in legno ad altezza bancone da bar si condividono con gli altri ospiti del locale. Un cocktail, uno scambio di sguardi e la conversazioni tra sconosciuti si accende all'improvviso. Per un'uscita divertente e stuzzicante nel cuore di Mestre. 

Piatto unico e sharing table 

Unire anzichè dividere è quello che dovrebbe fare ogni locale, e sembra che Oltre il Giardino abbia questa qualità scritta nel DNA. All'interno due tavoli in legno spaziosi accolgono gli ospiti che si ritrovano gomito a gomito nelle serate più affollate ma possono mantenere la loro intimità nelle giornate più tranquille. In cucina, regna il piatto unico, anche vegetariano e vegano, per sottolineare che unire vince di gran lunga sul dividere.

Working station all'aperto 

L'ispirazione urbana di Brunch è molto chiara, a partire dal menù perfetto per chi lavora con orari flessibili ed è alla ricerca di brunch, merende, smoothies e coccole golose ad ogni ora del giorno. Come se non bastasse, all'esterno un grande tavolo a ferro di cavallo si trasforma in working station grazie alle prese di corrente e al wi-fi gratuito. Lavorare può essere più divertente di come sei abituato a farlo.

Social da quando non era ancora di moda

Frequento il Conestoga (da Florio, da Berto, dipende da quante epoche hai attraversato) da quasi 15 anni e posso confermare che i tavoli spartani del dehors sono sempre stati "social", da molto prima che il concetto di social table diventasse popolare. Una birra artigianale, uno spritz, un toast ed è subito grande famiglia. Perché al Conestoga ci si conosce un po' tutti e le formalità si lasciano a casa. 

L'osteria che unisce

Prima della nascita dell'Osteria Gatto Rosso di Forte Marghera non mi ero mai immaginata un'osteria vecchio stampo frequentata da insaziabili dai 18 agli 80 anni con tanto di condivisione del tavolo. Ma l'atmosfera di partecipazione di Forte Marghera ha fatto questo e altro. E per chi non fosse un amante dei grandi classici alla griglia, c'è anche la pizzeria. 

Per restare sempre aggiornato, iscriviti alla newsletter gratuita di 2night!
Immagine di copertina dalla Pagina Facebook di @gattorosso.mestre

  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Oltre il Giardino Bistrot

    Via Torre Belfredo 24, Venezia (VE)

  • Brunch

    Viale Giuseppe Garibaldi 7, Venezia (VE)

  • 9 Bistrot

    Via Giovanni Pascoli 11, Venezia (VE)

  • Conestoga - Culture Bar

    Via Bacchiglione 17, Venezia (VE)

  • Gatto Rosso Forte Marghera

    Via Forte Marghera 30a, Venezia (VE)

POTREBBE INTERESSARTI:

​10 bistrot degli chef stellati: quando l'alta cucina è anche accessibile

Dalla celebrity Cannavacciuolo, ai tre stelle Michelin Enrico Crippa e Niko Romito, tante le tavole dove si mangia bene, spendendo il giusto.

LEGGI.
×