Ti spiego perché Douglas Hyde è un pub speciale

Pubblicato il 18 marzo 2015

Ti spiego perché Douglas Hyde è un pub speciale

Se il Douglas Hyde fosse una persona, sarebbe più che naturale definirlo "l'amico di tutti", quello di cui ti puoi sempre fidare, quello che darebbe tutto se stesso pur di farti star bene.
Non è un caso se questo pub è frequentato da gente di tutte le età ma, soprattutto, dai giovani che non rinunciano alla serenità di qualche ora passata in compagnia davanti a una Guinness o a un buon panino. Per di più, avvolti dal tipico arredamento in legno che ti fa sentire da lontano il profumo dell'Irlanda. 

Tradizionale fa rima con originale
Perchè i panini del Douglas sono davvero particolari, come il Dunboyne con salmone e gamberetti oppure il Goldenbridge a base di ventricina, funghi trifolati e salsa rosa.
Dai crostini con creme e salumi a quelli misti, dettati dalla fantasia dello chef, dai carpacci di salmone a quelli di bresaola, dai taglieri di salumi misti e formaggi tipici alle bruschette o alle insalatone, qualunque cosa scegli di mangiare - anche la più semplice - ha qualcosa di speciale.
Dietro i fornelli il signor Santino, la vera anima del Douglas insieme alla sua famiglia, vive momenti di pura creatività. E poi un pub che si rifiuta categoricamente di fare hamburger non è una cosa che si vede tutti i giorni.

Uno stile irlandese inconfondibile
Partiamo dall'arredamento in legno, che ti ricorda ogni singolo istante di essere in un pub con i sacri crismi, dove sulle pareti trovi il fascino di vecchi articoli in inglese, mentre il nome della Guinness ti avvolge come un mantello e il verde dell'Irlanda affiora in ogni angolo, nella sala come nel prospetto esterno. Per di più, il Douglas è lontano dal caos del centro storico, insomma l'ideale per una serata nel più assoluto relax.

Birre artigianali: ne vogliamo parlare?
Più di 60 tipologie di birre artigianali in bottiglia a cui si aggiungono le 8 vie alla spina.
Non solo italiane ma anche americane, belga, inglesi, scozzesi, olandesi, irlandesi e, ovviamente, birre speciali: per arrivare a questa selezione delle proposte migliori da tutto il mondo, la famiglia Madaro è partita da un lungo e accurato lavoro di ricerca durato più di due anni, mentre le tipologie di birra in menu vengono periodicamente aggiornate con qualche new entry degna di essere provata.

  • EAT&DRINK
IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Ecco i migliori vini d'Italia per la Guida del Gambero Rosso appena uscita

I Tre Bicchieri sono 476. I produttori hanno saputo recuperare il terreno dei mesi perduti, hanno passato più di un anno a curare vigneti e ad aggiornare cantine, e i risultati di questo lavoro sono evidenti, spiega la guida.

LEGGI.
×