Cose che non avresti mai pensato di poter fare a Treviso ma che vorrai provare almeno una volta

Pubblicato il: 8 aprile 2015

Cose che non avresti mai pensato di poter fare a Treviso ma che vorrai provare almeno una volta

Sempre a lamentarci che a Treviso non c'è mai niente da fare, vero? Ti abbiamo dato un'ampia lista di locali dove far l'aperitivo e sagre dove andar a mangiare e non ti è ancora bastato, vero? Bene, ti dico una cosa: mettiti le scarpe da ginnastica ed esci di casa, qualcosa da fare lo trovo io, credimi! Non sono mai stata una grand sportiva ma, Jack London insegna, un giorno mi sono guardata attorno e ho sentito il richiamo della natura, trevigiana ovviamente. Pianura, fiume, collina e montagna, un territorio vasto come quello trevigiano offre tantissimi divertimenti, cose che non avresti mai pensato di poter fare ma che ora vorrai provare. Non tutte le cose sono adatte a fisici scolpiti da ore e ore di scrivania o divano, diciamo che magari un po' di allenamento ci vuole: però, chennesò, metti mai che una mattina ti svegli e ti vien voglia di fare del Kite Surf, beh, vicino a casa hai pure questo!

Parapendio e deltaplano

Cresciuta alle pendici del Grappa, quando ero piccola vedevo spesso planarmi quasi in giardino queste enormi vele dai colori sgargianti con appesi uomini vestiti in tute spaziali: Mamma, gli alieni? No, tesoro, parapendio! Ora il pallino ce l'ho ancora e prima o poi lo faccio, basta vincere il timore: d'altra parte, non so se lo sai, a Borso del Grappa c'è un campo di volo libero tra i più famosi d'Europa. Non sei capace? Facile, il Montegrappa Tandem Team organizza voli biposto - parapendio e deltaplano - con istruttori e piloti qualificati. Interessante proposta, il team organizza anche voli con disabili. Info: 3336648808.

Speleologia

Sotto gli agriturismi e i boschi dove andar a funghi, il Montello al suo interno è tutto grotte, ruscelli e anfratti sotterranei. L'orgine carsica non mente: il Montello, oltre alle più accessibili Grotte del Caglieron a Fregona, è la meta privilegiata per gli appassionati di speleologia trevigiani. Tra le tante possibilità di conoscere "dal dentro" il Montello, il Gruppo Grotte Treviso ogni anno organizza corsi di speleologia per principianti, uscite ed esplorazioni - anche di speleologia urbana. Info: info@gruppogrottetreviso.com.

Navigando il Sile

Dopo averlo camminato, corso e pedalato, per apprezzare il placido Sile da una nuova prospettiva la via che rimane è quella del fiume stesso. Presenti lungo il Sile diverse strutture con noleggio di canoe e kayak per tranquille ed appaganti escursioni lungo il fiume. Per pagaiate di gruppo ecco escursioni soft-raft - versione più docile del rafting più adatto alle caratteristiche del Sile - in gommone, anche per famiglie e bambini. Info: Canoa Club Quinto: 3382207732 - TravelSport a Casale sul Sile: 0422788846.

Il Bubble Football

Tra i primissimi in provincia, al centro Treforni di Paese è possibile provare il Bubble Football. La foto qui sopra non lascia dubbi: si gioca a calcio dentro queste palle giganti. Qualche ginocchia sbucciata è il prezzo che si dovrà pagare, ma il divertimento è assicurato. Info: 3801968742.

Trail Running

Più faticoso della corsa su strada, più divertente del Nordic Walking: niente asfalto ma sentieri, fango, boschi, ghiaioni, montagna e, sopratutto, tanta salita per l'ultima "tendenza" tra i runners, il trail. La Marca Trevigiana offre perfetti terreni di allenamento con le sue alture non troppo pronunciate ma dalle salite non prive di difficoltà e di sudore. Se vuoi cimentarti con la competizione, ci sono anche già tante corse organizzate che, sempre più negli anni, richiamano tanti amanti del genere: a fine aprile la Due Rocche - in foto -, ormai storica competizione con percorsi dai 6 ai 48 km; a maggio la cronoscalata Valdobbiadene - Pianezze; a settembre il durissimo Trail degli Eroi sul Monte Grappa con percorsi da 30, 46 e 80 km; ad ottobre la Trail Running del Prosecco con percors0 da 12 km;

Arrampicata

Sai dove si trova la più grande palestra indoor d'arrampicata d'Italia? Sotto casa tua, a Silea, ovvero lo Sportler Climbing Center con pareti di diverse altezze dove muovere i primi passi nel mondo del climbing. Per cimentarsi in palestre all'aperto, naturali, il Massiccio del Grappa è la meta più vicina con le falesie di San Liberale -  Crespano del Grappa - e dei Prati di Borso - Borso del Grappa. Fuori provincia verso Feltre, la valle Schievenin e la palestra di Colmirano a Quero; versante vicentino del grappa, a Romano la Valle Santa Felicita, la Cava San Floriano e località Costalunga; più in alto, l'impegnativa falesia di Campo Solagna. Di sicuro una disciplina affascinante, un giorno magari ci proverò: per ora preferisco camminare in montagna in orizzontale, senza il vuoto sotto il sedere!

Wind surf e Kite Surf

Non è una località in provincia di Treviso ma quasi, un'eccezione si può fare: il vento non manca mai al Lago di Santa Croce, sopra Vittorio Veneto e porta dell'Alpago, specchio d'acqua sempre costellato da tante vele. La storica scuola di vela propone corsi per chi vuol imparar ad "andar di bolina" e, per un po' di brivido, qui è possibile anche cimentarsi con Wind Surf e Kite Surf, ovvero hai una tavola ai piedi e ti fai trascinare da un gigante aquilone tra salti ed evoluzioni in aria, non male vero?

Paintball

Ci si spara addosso pallottole di vernice, tutti alabardati con casco, gomma piuma e plastica. Predete un bel gruppo di amici, formate delle squadre ed andate a divertirvi. Anche in provincia di Treviso ormai non mancano i campi i Paintball: a Castello di Godego - info: 3477745958 - 3336346882 - 3408541599 -, a Quinto di Treviso - info: 3931757369, 3471223711 - a Mareno di Piave - Info: 3489900459, 3923063121 - e a Crocetta del Montello - info: 3348655726, 3774769961. Attenzione: sconsigliato come pratica di team-building aziendale onde evitare il protarsi della battaglia anche dopo l'orario di chiusura ed eccessivi spargimenti di vernice.

La bici

Due pedali, un po' di sudore ma tante soddisfazioni: la Marca Trevigiana è ancora più bella se gironzolata in lungo e in largo tutta in biclicletta. Dalla pianura alla montagna, dalla Graziella alla Mountain Bike più tecnica, tanti i percorsi ciclopedondali ben segnalati e adatti a tutti i tipi di pedale. Per qualcosa in piano ecco il GiraSile, ad esempio, ciclovia di 40 km lungo il Sile con partenza e arrivo dal Ponte della Gobba a Treviso. Per chi si vuole cimentare in dislivelli impegnativi, anelli sul monte Cesen sopra Valdobbiadene o in Cansiglio partendo da Revine. Un po' di tutto lo trovi qui.

Ai Pioppi sul Montello

Alzi la mano chi non si è strappato i pantaloni almeno una volta tra queste fantasmagoriche giostre del parco giochi dell'Osteria ai Pioppi sul Montello a Nervesa della Battaglia. Leggenda narra che questi castelli di ferro siano nati dall'ingegno di Bruno, proprietario della struttura, e da lui personalmente costruiti a mano in quarant'anni di lavoro. Attrazioni incredibili dove tornare bambini - ginocchia sbucciate comprese - e poi tutti al chioschetto a ber vinello servito "a secie" - e non è un modo di dire, ma vero -, polenta, salsicce, fagioli con cipolla e patatine fritte! Il giro della morte - in foto - non sono mai riuscita farlo; lo scivolo è altissimo e, per me che soffro di vertigini, alla metà della salita sulle strette scalette arriva anche il panico: tornare indietro non si può, continua a salire e poi lanciati lungo la discesa col la tua pezza di fustagno sotto il sedere. E' una metafora della vita.

Il pedalò!

Chiudo la rassegna delle "cose che non avresti mai pensato di poter fare a Treviso ma che vorrai provare almeno una volta" con questa che mi riporta sempre all'infanzia: il pedalò, ovviamente al Lago di Revine! Ecco come godersi il lago in maniera "slow": picnic sulla riva, un fresco bagno, prendere a nolo un pedalò e scivolare nell'acqua lentamente, senza troppo disturbare. Il pedalò è ecologico, ti fa fare attività fisica e, per i radical chic sempre a caccia di stranezze che nessuno fa, secondo me è pure vintage. Info: 3933832572.
Iscriviti alla nostra Newsletter per rimanere aggiornato sul meglio di Treviso e Provincia

 

  • BENESSERE
  • FERRAGOSTO
  • MAGAZINE

scritto da:

Betta Pasqualetti

Di indole felina, amo accoccolarmi sul divano, le buone letture, i tè speziati, il rock and roll, i concerti metal ed il wrestling americano. Vegetariana per passione, combatto sovente contro la mia inguaribile fobia verso la pentola a pressione.

POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori pasticcerie d'Italia 2020: la wishlist dei dolci, ecco i premiati

Esattamente... perché tra bignè, macaron, torte e semifreddi l'ingordigia è in agguato.

LEGGI.
×