Mangiare con la testa tra i libri? Da Open di Testolini si può!

Pubblicato il: 28 giugno 2017

Mangiare con la testa tra i libri? Da Open di Testolini si può!

Qualche giorno fa ho avuto l’opportunità di pranzare a Mestre, da Open di Testolini.
 
Aperto dal Gennaio 2015, questa nuova idea di location per un ristorante, che già spopola da anni nei paesi anglosassoni, sta diventando sempre più popolare anche qui da noi.
 
Open è nata come idea di rinnovazione per affrontare la crisi che stava colpendo la storica attività di cartolibreria di Testolini, situata in via Paganello, laterale di via Torino, ed  è un nuovo modo di fare ristorazione, in abbinamento ad altre attività commerciali.

Open, un nuovo modo di fare ristorazione

 
Il “Ristocaffè” si trova all’interno di uno spazio di circa mille metri quadrati, circondato da scaffali e display di articoli di cartolibreria e oggettistica regalo come eleganti penne, borse professionali di alta qualità e tanti tanti libri.
 
L’idea è un concetto nato dai fratelli Alessandro e Stefano Bettio che hanno creato questo punto di ristoro e di aggregazione con circa 120 coperti, dove è possibile, mentre si fanno acquisti, anche sedersi a bere un aperitivo e mangiare cibo biologico di alta’ qualità, a km 0, sia vegetariano che vegano.
 
Il locale è luminoso e molto spazioso, arredato con colori che vanno dal verde al beige, per ricordare l’aspetto “ecologico e bio” che Testolini vuole proporre ai suoi clienti.


 
Una nota particolare va data alla cucina a vista, con ampie vetrate tutt'intorno, che consentono di vedere i cuochi all'opera.

Piatti buoni e a Km 0

 
Al mio arrivo sono stata subito accolta dal giovane personale, con grandi sorrisi e cortesia.
 
Era circa mezzogiorno e il locale era pressoché vuoto, ma nel giro di mezz’ora, i tavoli si sono riempiti quasi tutti. La maggior parte della clientela era composta da persone che lavorano nelle zone vicine, come la zona business di Viale Ancona, e dal vicino campus universitario.
 
Open offre un menu giornaliero, sempre diverso e che comprende una buona selezione di piatti gustosi e leggeri e molte insalate.

Il menu è caricato ogni mattina sul loro sito e sulla loro pagina Facebook, in modo che sia la clientela business che quella universitaria possa vedere online la scelta dei piatti del giorno prima d’arrivare al ristorante e magari anche prenotare un tavolo direttamente online.


 
Ho scelto un primo di spaghetti con crema di zucchine e gamberi. Tutti i prodotti usati da Open sono biologici, a Km 0 e, ovviamente, strettamente di stagione.  And lo staff mi ha fatto notare che non usano assolutamente olio di palma.


 
Mentre aspettavo l’arrivo del primo, ho potuto assaggiare il pane che è fatto tutto in casa. La pasta era cotta a puntino e il condimento molto gustoso.


 
Come secondo ho preso un Pollo al Curry con Riso e contorni di stagione. Personalmente ho trovato il pollo un po’ troppo salato, ma l’uso delle spezie era molto buono e l’abbinamento con i finocchi di stagione e le verze stufate molto particolare. Definitivamente da provare.


 

Ho completato il pranzo con il Tiramisù di Open, fatto rigorosamente in casa. Molto buono e leggero. Anche i dolci cambiano ogni giorno e sono rigorosamente preparati dagli chef.
 
I piatti sono adatti alla pausa pranzo, semplici e leggeri, ma curati e sempre con un pizzico di originalità, presentati in modo molto raffinato e particolare. Direi proprio che i prezzi sono adeguati alla qualità dei prodotti e della presentazione e le porzioni sono molto abbondanti.
 
La maggior parte degli ingredienti usati nei loro piatti è disponibile anche in vendita diretta, come una grande selezione di vini, olio d’oliva, aceto balsamico etc.
 
Open è aperto dal lunedì al venerdì dalle 7:30 alle 19:30, il sabato su richiesta per eventi.
 
Su richiesta, Open organizza feste private, feste di laurea, compleanni, cene aziendali, riunioni, kidslab, coworking, cene a tema.
 
 Per rimanere sempre aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night
 
 
 

  • CENA BLOGGER
  • CIBO CHE FA BENE
  • VOGLIO FARE LA MIA FESTA

scritto da:

Monica Cesarato

Food blogger e consulente culinaria, che organizza anche lezioni di cucina veneziana. I suoi articoli sono stati pubblicati su La Gazzetta Italiana, Partaste, The Local e molti altri Food & Travel blogs internazionali. Ha partecipato con Alex Polizzi nella serie TV Secret Italy.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

10 piscine di hotel molto belle, per un tuffo o un aperitivo a bordo vasca

Visto l'affollamento delle nostre spiagge, l'alternativa piscina di hotel (con tutti i comfort) è molto allettante.

LEGGI.
×