Marco e Francesca: amore, feste e carne alla brace al Sottovento

Pubblicato il: 3 dicembre 2017

Marco e Francesca: amore, feste e carne alla brace al Sottovento

Abbiamo incontrato i due giovani gestori del locale sul Lago Antille, alle porte di Treviso

Cosa c’è di meglio di un suggestivo locale che si specchia nell’acqua e s’immerge nel verde, per incorniciare la luna di miele di una coppia innamorata? Se conosci Francesca e Marco, i giovani contitolari del Sottovento, la risposta viene da sé. Due giovani e coraggiosi imprenditori della ristorazione che hanno unito energie e sentimento per ricostruire dalle fondamenta l’Ex Fresco d’Estate sul Lago Antille, tra Treviso e Castagnole. Dando vita ad un fashion risto-pub ideale per tante bellissime cose: una festa privata, una mangiata di carne fra amici, o naturalmente una seratina a due sotto la Luna…

Ciao ragazzi. Parto a bruciapelo: se voglio mangiare al Sottovento, cosa mi consigliate?
Marco – la carne di puledro. Bistecca e tagliata. Una specialità che abbiamo voluto fortemente, e che in tanti ora ci chiedono.
Francesca – tutto il nostro menù comunque si evolve di continuo. Ad esempio la nostra carta degli hamburger. Oppure anche la nuova grigliata mista di carne, che non c’entra più nulla con quella di una volta, perché annovera solo tagli di pregio.
 
Specialità carne alla brace, dunque. Da sposare a qualche vino particolare?
Marco – una cosa di cui andiamo molto fieri è la nuova carta dei vini, che tocca tutte le regioni italiane e personalmente credo possa adattarsi un po’ad ogni tasca e palato.
Francesca – se poi non vuoi un piatto di carne, abbiamo affiancato alla snackeria gourmet nuovi antipasti e nuovi primi, incluse specialità vegetariane nonché vegane.
 
Voglio strafogarmi spendendo poco. Potete aiutarmi?
Francesca – Ovviamente! Nella serate di Champions’ League proponiamo il giro-hamburger: con 10 euro mangi hamburger finché ci riesci.
Marco – in questo caso per mandar gù il boccone meglio una birra artigianale. Il pane che usiamo per i burger è ricco di crusca, e quindi ad alta digeribilità.

Com’è iniziata la vostra avventura professionale assieme?
Francesca – io lavoravo in una birreria sul Montello. Marco no, faceva tutt’altro mestiere che ha inizialmente continuato a portare avanti parallelamente all'apertura del Sottovento. Presto, però, è emersa la necessità che lui fosse qui con me ogni giorno, tutto il tempo possibile. Così ha coraggiosamente mollato il suo vecchio mestiere ed eccoci qua.
Marco – sapevamo che questa scelta sarebbe stata la pietra angolare del nostro rapporto di coppia e della nostra vita professionale. Un modo per capire se eravamo uniti davvero. E’ stato un “O la va o la spacca”!

Perché la decisione di rilanciare proprio l’ex “Fresco d’Estate” ?
Francesca - 3 anni fa, per puro caso, siamo finiti in una festa in questo locale. Siamo rimasti affascinati dall’ambientazione, dalla cornice naturale e ci siamo domandati “Com’è possibile che un locale  in un posto così bello venga tenuto in modo così trascurato?”. Noi avevamo già in mente di aprire un locale assieme e, quando l’anno dopo abbiamo saputo che questo posto era sul mercato, abbiamo intavolato una trattativa e ci siamo lanciati in questa avventura.
 
Ora il Sottovento è un gioiello. Quando avete impiegato a farlo come lo volevate?
Marco – Sono serviti 8 mesi per renderlo inizialmente operativo. Poi non ci siamo mai fermati, migliorandolo costantemente. Già ora è molto più bello rispetto ad un anno fa, ma vogliamo migliorarlo ancora.

La cornice con vista lago è molto suggestiva. Pressoché unica a Treviso.
Francesca - Era un sogno e l’abbiamo realizzato: siamo riusciti a prendere un locale ormai fatiscente e ora, pian pianino, sta diventando ciò che volevamo.
Marco - Ma c’è ancora parecchio da lavorare prima di realizzare compiutamente la nostra visione!

Ok, basta parlare di lago, natura e cornice circostante. A livello di feste come siete messi?
Marco - Noi lavoriamo forte con gli eventi su misura. Feste di laurea, feste di compleanno per gente di ogni età, cene aziendali, grandi cene di gruppo, con società sportive; insomma, feste di qualsiasi tipo.
 
Qual è il segreto per attrarre così tanti eventi, cene, feste su misura?
Francesca - Abbiamo imparato ad organizzarli in modo chirurgico, sartoriale, punto per punto: Marco, che si occupa appunto delle feste private e degli eventi aziendali, è bravissimo ad ascoltare tutte le richieste del cliente, presentandogli in anticipo una lista puntuale di cosa mangerà, di cosa  spenderà e di cosa “succederà” durante la serata o il pranzo.

Novità di sorta?
Marco – Tante! Ogni giovedì serata karaoke, che sta piacendo un sacco. Il venerdì cena-show con musica italiana, il sabato dj set commerciale.
Francesca - siamo molto orgogliosi della nuova area console, per feste ed eventi con musica e DJ. La sfruttiamo moltissimo…Si è capito, no?

  • CENA
  • APERITIVO
  • DJ SET

scritto da:

Alvise Salice

Con lo pseudonimo di Kintor racconto da anni i miei intrattenimenti. Sport e hi-tech gli amori di gioventù; mentre oggi trovo che viaggiare alla ricerca di culture, gusti e sapori della terra sia la cosa più bella che c'è. O magari la seconda, via.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Se votano loro, gli chef stellati: i ristoranti (giovani) che piacciono e su cui scommettono

71 Top Chef, scelti da Identità Golose, hanno selezionato su chi puntare. Ecco tutti i nomi da provare assolutamente.

LEGGI.
×