Pranzo con Accostamento diVino. 5 Enoteche di Roma con Cucina

Pubblicato il: 15 gennaio 2019

Pranzo con Accostamento diVino. 5 Enoteche di Roma con Cucina

Un buon vino parla da sè, ed è senz'altro meglio solo che mal accompagnato... ma se accostato al piatto giusto si possono cogliere ancor meglio le sue virtù e le sue note aromatiche. Profumi e sapori vengono ancor più esaltati. Probabilmente per questo motivo ormai sono molte le enoteche con cucina annessa. Oggi te ne presento 5 dove puoi andare per pranzare accostando un buon calice di vino (o – perché no – una birra).

Vini a Centocelle

Grandi vini, etichette ben note ma soprattutto piccole cantine di nicchia sono alla base della proposta dell’enoteca Al Turacciolo. In questa enoteca che è anche un po’ osteria, puoi rifocillarti in qualsiasi momento della giornata: pranzo e cena ma anche merenda, aperitivo e dopocena. La cucina offre piatti espressi durante i pasti e taglieri di salumi e formaggi. Ogni momento è buono per viversi il quartiere e questo locale delizioso. Alla sera musica live e jam session. In ultimo, da segnalare, l’occhio attento sull’offerta brassicola: molte le birre, rigorosamente artigianali, tra le quali IPA, trappiste, blanche ma anche bock, pilsner e saison.

Cucina, enoteca  e cocktail bar in zona Olgiata

Appena fuori Roma, in zona Olgiata, troviamo il Border Wines, gestito dalla famiglia Rispoli che ha curato per un ventennio l’Enoteca Capranica. Qui Mario, sua moglie Nadia e il figlio Nadir portano avanti un progetto che unisce vini di livello (è facile trovare o richiedere etichette pregiate e rare) con una cucina ricercata e di qualità. In cucina troviamo Marco, con le sue paste fresche, i dolci home made e il pane anch’esso fatto in casa. Tra le proposte per il pranzo trovi manicaretti prelibati come il baccalà mantecato con pomodori secchi, i tortelli di brasato con porcini al timo e la scaloppa di ricciola con sfoglie di patate e porcini. Se preferisci qualcosa di più easy ordina l’insalatona mista, preparata espressamente secondo i tuoi gusti. Chiuso la Domenica.

Per una pausa pranzo che “brylla”

“Leva la sete, placa la fame” è il mood di Brylla, un locale unico nel suo genere. Qui trovi circa 200 etichette in mescita, nomi blasonati e piccole realtà degne di nota, tutto degustabile grazie a un sistema particolare di chiusura delle bottiglie che permette di servire un calice o anche solo un assaggio senza rovinare la qualità del vino rimasto. A fare da accompagnamento al vino è stato pensato un menù interessante e sfizioso, nel quale sono presenti  piatti più semplici ma con ingredienti ricercati come le alici del Cantabrico servite con burro e pane bruscato o i fantastici tacos di tartare di manzo e piatti più strutturati come la pluma di maiale iberico o la guancia di vitello brasata. Da provare il delizioso brylla sandwich. Un occhio attento alle proposte del giorno, che cambiano continuamente!

Storia tradizione e qualità a pranzo

Rinomata enoteca capitolina che staziona nel quartiere Parioli da quasi un secolo, l’Enoteca Bulzoni ha riaperto nel 2017 dopo un restyling totale, portando con sè delle succose novità, prima tra tutte la possibilità di mangiare! La cucina che sforna una lista di pietanze abbinate egregiamente ai vini (moltissime le etichette di vini naturali) proposti in loco. In menù troviamo tapas, insalate e antipasti, ma anche primi piatti (come i bombolotti verrighi alla carbonara) secondi (fra tutti segnalo l’agnello brodettato della famosa bottega Liberati) e poi burger e taglieri (che qui vengono chiamati “Vassoi”) con selezioni di affettati, formaggi o carne salada  e bufala.

Enoteca di classe in centro

In pieno centro storico, e per la precisione nella rinomata Via Frattina c'è  VyTa e in cucina troviamo lo chef Dino De Bellis. Il menù è di alto livello e le proposte stuzzicano l’appetito: da provare tagliolini al ragù di coniglio e nocciole e  raviolini ripieni di garofalato di manzo su crema di patate e cicoria ripassata. Tra i secondi trancio di pescato del giorno con patate emulsionate, olive di Gaeta DOP e fumetto ristretto al prosciutto di Bassiano o anche uovo 65 con crema di patate dell’Alto Viterbese IGP, broccoletti saltati, cialde di pane tostate e pecorino romano DOP. Per qualcosa di meno impegnativo puoi ptare per i taglieri di salumi delle cinque province del Lazio, formaggi con mostarde o soluzioni miste. Una chicca? La carta degli olii. Aperto tutti i giorni.


Foto di copertina: dalla pagina Facebook di Al Turacciolo

Se ti è piaciuto questo articolo iscriviti alla newsletter di 2night!

  • BERE BENE
  • EAT&DRINK

scritto da:

Naima Tomaselli

Giornalista, laureata in comunicazione, fotografo, cucino, parlo di food e non solo, recensisco ristoranti, libri ed eventi su siti del settore. Chiacchiero, polemizzo e faccio la morale ma scrivo anche ricette sul mio blog “Cucino da Vicino”. Nel resto del tempo: vivo.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Enoteca Al Turacciolo

    Via Tor De' Schiavi 126, Roma (RM)

  • Enoteca Bulzoni

    Viale Dei Parioli 34, Roma (RM)

  • Brylla

    Via Chiana 77, Roma (RM)

  • VyTA Enoteca Regionale del Lazio

    Via Frattina 94, Roma (RM)

  • Border Wines

    Via Vittorio De Sica 14, Roma (RM)

POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×