Dove mangiare il tartufo a Firenze, i ristoranti dove lo trovi dall'antipasto al dolce

Pubblicato il: 9 novembre 2020

Dove mangiare il tartufo a Firenze, i ristoranti dove lo trovi dall'antipasto al dolce

Firenze porta profumi e sapori dell’autunno sulle tavole di ristoranti e trattorie. Questa stagione è il momento clou per il re del bosco che nei menu dei locali è protagonista dall’antipasto al dolce. Il tartufo sta da dieci sui tagliolini e sull’uovo al tegamino, ma c’è chi lo propone a scaglie perfino sul tortino di cioccolato dal cuore caldo. Se la fiera più importante di settore è ad Alba, non sono da meno gli appuntamenti a San Miniato e a San Giovanni d’Asso. Il territorio toscano ha da sempre regalato grandi soddisfazioni ai cercatori e vanta un primato. Nel 2007 Cristiano Savini e suo padre Luciano, grazie al cane Rocco, trovarono nei dintorni di Pisa il celebre tartufo da Guinness dei primati: un tartufo bianco gigante da 1,497 kg, battuto all’Asta Internazionale di Toscana di beneficenza. Un record nel record: il tartufo più grande mai trovato e il prezzo più alto mai pagato, 330.000 dollari. Grande o piccolo che sia, bianco o nero il tartufo si può apprezzare in diversi ristoranti a Firenze grazie a menu dedicati. Ecco alcuni selezionati indirizzi da provare in città per festeggiare l'autunno a tavola.

A due passi da Palazzo Vecchio

Buca Poldo è una trattoria con quasi settant'anni di storia alle spalle, oggi gestita dai fratelli Donatello e Luciano Genoese. A due passi da piazza della Signoria conserva il fascino delle "buche" fiorentine con un menu a base di piatti toscani espressi da abbinare a vini del territorio. Quando è stagione il tartufo non manca mai tra ravioli di pasta all’uovo ripieni di funghi porcini, filetto alla Machiavelli con i porcini e trancio di vitella con pomodori ripieni di verdure.
Buca Poldo – Chiasso degli Armagnati, 2/R Firenze – Tel. 0552396578

Nel regno della ciccia

Trattoria Dall'Oste è sinonimo di ciccia: nei locali tra via dei Cerchi e via Alamanni, in menu a fare la parte del leone sono le bistecche, le tagliate, i filetti e altri piatti a base di carne. Qui la selezione è a dir poco ampia. In menu non manca però il re del bosco con una proposta che spazia tra antipasti, primi e secondi. Il tartufo non disdegna carpaccio, gnudi e ravioli, perfino il filetto di chianina con funghi e parmigiano.
Trattoria Dall'Oste - Via degli Alamanni 3-5/R e 29/R, via dei Cerchi 40/R, Firenze - Tel. 055212048

Le ricette della tradizione

La tradizione in cucina resiste tra i vicoli dell'Oltrarno. In via dei Serragli trovi da Ginone, la classica trattoria a conduzione familiare la cucina toscana proposta dal giovane chef Cristian Civale. I funghi e i tartufi non mancano mai. Da martedì a domenica, a pranzo, puoi trovare la lasagna al tartufo, i tortelli mugellani con fonduta al taleggio e tartufo e una bella tagliata di scottona maremmana da 180 grammi con tartufo di San Miniato. Per rendere onore nel migliore dei modi alla tradizione toscana.
Da Ginone - Via dei Serragli 35/R Firenze - Tel. 055218758

Un menu da favola

Il nome è un omaggio al personaggio di Pinocchio ma da Mangiafoco la vera passione non sono le favole ma il tartufo. In questa osteria il re del bosco è sempre presente in menu. Un piacere da poter assaporare a pranzo, ci troviamo in zona Ponte Vecchio, o anche a casa con la truffle bag. Perfetta per un pranzetto o una cena casalinga per due. 
Mangiafoco - Borgo Santi Apostoli 24-26/R, Firenze - Tel. 3351523034

Un autunno a prova di gourmet

La storica trattoria Da Burde dei fratelli Andrea e Paolo Gori non delude mai quando si tratta di bere e mangiare toscano. Dalla carta dei vini al menu ogni stagione è celebrata degnamente, come merita: in tavola. In autunno si affaccia sulle tavole il re del bosco: il bianco e il nero vanno d'accordo tanto sulla carbonara quanto sul filetto di maiale in crosta. In abbinamento i vini della super cantina del locale. Oggi questo menu da gourmet si può apprezzare a pranzo anche la domenica e si può regalare acquistando una degustazione sull'e-shop della trattoria.
Da Burde - Via Pistoiese 154, Firenze - Tel. 055317206

Il Bianco a lume di candela

Il Paiolo è un caratteristico locale in stile toscano nel centro di Firenze che da tempo punta sull'accoppiata bistecca alla fiorentina a lume di candela. Quando arriva l'autunno il bianco di Alba si affaccia sui piatti del locale e viene proposto un intero menu per gli amanti del tartufo: dall'uovo al tegamino ai classici tagliolini, alla burrata e alla tagliata di pollo alla brace.
Il Paiolo – Via del Corso 42/R, Firenze – Tel. 055215019

Il suo nome è leggenda

Il nome Procacci è sinonimo stesso di tartufo. Dal 1885 questa storica gastronomia e wine bar propone i panini tartufati più buoni della città. Il tartufo viene proposto sui tagliolini addirittura già aromatizzati, sulla tartare, è disponibile anche il miele al tartufo per il tagliere dei formaggi. Il locale in via Tornabuoni aperto tutti i giorni dalle 10 alle 18 propone le sue specialità da gourmet per abbinarli con i vini di casa Antinori. I panini sono proposti anche in versione da asporto e a domicilio.
Procacci 1885 - Via de' Tornabuoni, 64r 50123 Firenze - Tel. 055211656

Tre panche e un tartufo

L'Osteria delle Tre Panche sul tartufo ha costruito gran parte della sua fama. Il menu di questa trattoria di charme, che da qualche mese si è trasferita all'hotel Hermitage, vede il re del bosco presente durante tutto l'anno. Vengono proposte le diverse varietà ma il bianco è il top. Dal classico tegamino ai tagliolini ma anche sul risotto e sulla tagliata. Una generosa grattata non manca mai il sabato e la domenica a pranzo presso l'Hermitage.
Osteria delle Tre Panche presso Hotel Hermitage  - Vicolo Marzio 1, Firenze  - Tel. 055583724

Il bianco incontra la storia

Varcare la soglia di Sabatini significa entrare nella storia. Siamo di fronte a un ristorante con oltre un secolo d'attività alle spalle, frequentato in passato da artisti, politici e vip. A pranzo il locale non perde nulla del suo fascino: nel periodo del tartufo bianco propone tutti i giorni un menu dedicato al Bianco di Alba dove spicca tra l'altro la semisfera di cioccolato al tiramisù con cuore caldissimo di gianduia di Torino, granella di amaretto piemontese. Da provare anche lo sformatino di cipolla, i pici al ragù del Norcino e il filetto di manzo sulla brace.
Sabatini - Via Panzani 9/a Firenze - Tel. 055282802

Foto di copertina dalla pagina Facebook di Procacci 1885

  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Presentata la nuova guida 'I Borghi più belli d'Italia' con realtà aumentata

Una grande novità per vivere i borghi, anche a distanza

LEGGI.
×