Queste sono le cene all'aperto più belle da fare quest'estate a Cannaregio

Pubblicato il 23 agosto 2023

Queste sono le cene all'aperto più belle da fare quest'estate a Cannaregio

Cosa c’è di meglio d’estate, alla sera, di una cena all’aperto? Una cena all’aperto a Venezia, ovviamente, tra tavolini sistemati accanto a rii e canali oppure in suggestivi campielli nascosti alla vista e al passaggio delle masse di turisti. Cannaregio è uno dei sestieri perfetti per questo tipo di esperienza perché sa riservare grandi sorprese anche a chi conosce perfettamente le insegne cittadine. Dalla cucina tradizionale a quella rivisitata, dalle osterie ai luoghi più raffinati, ecco una serie di indirizzi dove poter passare una serata memorabile tirando fino a tardi.   

Gusti campani


Enzo e Beppe Afiero sono ormai un riferimento sicuro, così come la Fondamenta che ospita Oficina Ormesini, il loro ristorante. Se la zona è infatti una di quelle migliori per godere di aperitivo e cena all’aperto, nella bella stagione, il locale che hanno fanno crescere nel tempo lo è altrettanto, diventando ora uno spazio gastronomico unico e lontano dalla banalità. Il valore aggiunto è infatti quello di saper unire Venezia con la tradizione partenopea, valorizzando al massimo entrambe e cercando di farle dialogare in una fusione di gusti e sapori. Dove la laguna incontra l’anima mediterranea e campana, si dà luogo a piatti che, dagli antipasti ai dessert, sono una carrellata di proposte raffinate e gourmet. Crudi e gratinati tra gli antipasti, scialatielli allo scoglio con pomodorini e basilico tra i primi e frittura mista, grigliate e il baccalà dorato tra i secondi. Lasciatevi uno spazio per i dolci.
Oficina Ormesini, Cannaregio, 2689, 30135 Venezia, Tel. 3483415910

Una firma sicura


La fama di Mamma Perdonami da Jesolo ha raggiunto Venezia. Siamo nei pressi del Ponte dei Tre Archi, nella zona della sede universitaria di San Giobbe. Qui il marchio jesolano ha aperto un luogo che in poco tempo ha conquistato i veneziani, e non solo. La cucina è dinamica e osa, accostando ingredienti originali, sapori locali, richiami orientali e consistenze che si basano sui contrasti. Il punto di partenza è sempre la tradizione veneta e veneziana, per spingersi poi fino a grandi classici italiani. Da provare la sarda croccante panata in mais-pan e mayo al rafano, gli gnocchi di patate fatti in casa con ragù di Sorana e parmigiano reggiano e il trancio di ricciola scottata, crema di zucchine alla menta e cicoria spadellata. Ovviamente seduti a cena, all’aperto, lungo il canale.
Mamma Perdonami, Fondamenta Savorgnan 552, Venezia. Tel: 3356285567

Sincerità autentica

Con i tavolini di legno sistemati lungo la Fondamenta, accanto al Rio di San Girolamo, ecco un indirizzo in cui assaporare non solo la vera cucina veneziana ma anche l’atmosfera cittadina, fatta di ritmi lenti e aperitivi che diventano cene. Perfetto per una cena all’aperto ma suggestivo anche in inverno con gli interni rustici, l’Osteria al Bacco ha una carta che guarda alla tradizione, dove imperdibili sono gli spaghetti alla busara, i bigoli in salsa e la frittura mista di pesce.
Osteria al Bacco, Cannaregio 3054, Venezia. Tel: 0415256093

Sapori ebraici


Chi è stato a Roma, Milano o Firenze sa che Bà ghetto è un riferimento solido per quanto riguarda la cucina giudaico romanesca. A questo elenco di città non manca ovviamente Venezia. Qui Ba Ghetto ha aperto in uno dei campi più suggestivi di Cannaregio, quello del Ghetto e il locale è veramente perfetto per una cena all’aperto, visto che il giardino interno è un piccolo scrigno. L’offerta gastronomica ovviamente segue la linea impressa ma non mancano di certo riferimenti golosi alla cucina veneziana o proposte stagionali. Da provare assolutamente i carciofi alla giudia, l’hummus e falafel, i tonnarelli con carciofi e i fiori di zucca fritti con il baccalà.
Bà Ghetto, Cannaregio, 2873/c, Venezia. Tel: 0419345962

Uno spin off


Sembrerebbe uno spin off del Marciano attiguo, ma in realtà il Marcianino ha trovato ben presto una sua identità affermandosi come un’insegna che fa delle materie prime della laguna il perno attorno a cui ruota la cucina. Dai cicheti alla cucina, qui tutto parla di Venezia e delle isole, dalle erbe lagunari usate perfino nel gelato, fino alle vongole per gli spaghetti e le verdure che arrivano dal progetto di Osti in Orto. Il consiglio è quello di fare aperitivo e poi fermarsi anche a cena, ovviamente all’aperto, con vista sul canale.
Marcianino, Cannaregio 2690, Venezia. Tel: 0414767531

Da Rioba


Siamo in Fondamenta della Misericordia, poco distante da Campo dei Mori. La zona è una di quelle più frequentate nella bella stagione perché si presta perfettamente ad aperitivi e cene all’aperto, lungo il canale, tra chiacchiere in compagnia. Qui, uno dei riferimenti sicuri e locale storico è l’Osteria da Rioba. Gestito dalla famiglia Milner, nelle mani di Tomaso Medici, il ristorante ha compiuto il passaggio da riferimento tradizionale a osteria contemporanea e gourmet, senza tradimenti ma con rivisitazioni intelligenti. La carta viaggia tra mare e terra, con scelte che guardano alla stagionalità, al mercato e alle contaminazioni. Imperdibile il risotto alla salvia e lo sgombro in olio cottura.   
Da Rioba, Fondamenta de la Misericordia, 2553 Venezia. Tel: 0415244379

Nelle antiche prigioni


In un campiello nascosto alla vista e ai passaggi superfrequentati, Hostaria Bacanera ha fatto breccia nel cuore dei veneziani pian piano dalla sua apertura. Siamo all’incrocio tra il Soportego de la Cason e Calle della Malvasia: qui quella che nel ‘500 fu sede delle prigioni di Cannaregio, è stata trasformata in un locale accogliente che tra poltrone, quadri e cantina a vista ricorda atmosfere delle capitali internazionali. La gestione è cambiata pochi mesi fa ed ora è nelle mani di dell’imprenditore Marcello Forti. Nulla è cambiato però in cucina dove è rimasto il solido chef, Sebastiano Bollani, i cui piatti puntano ai prodotti stagionali della laguna, pesce e verdure in primis, da Rialto alle primizie ed erbe spontanee di Sant’Erasmo, fino alle carni da allevamenti sostenibili. Da segnarsi gli spaghettoni con ragù di triglia e salicornia, da consumare seduti nel campiello, ovvio.
Hostaria Bacanera, Campiello De La Cason 4506 Venezia. Tel: 041 2601146

Come in un set


Avete presente quei film con i campielli veneziani in cui ci sono bambini che giocano a pallone, alberi, silenzio e un’osteria che sembra finta? Ecco, il campiello in cui si trova l’osteria Alla Frasca è esattamente così, solo che esiste davvero così come esiste il locale, che – neanche a dirlo - prende il nome dalla meravigliosa frasca che una volta serviva per fare ombra ai clienti. Gli interni rimandano al fascino del passato, tra arredi in legno e sedie, mentre il menu accosta la tradizione veneziana a quella italiana: da provare il polpo e mazzancolle alla griglia e gli gnocchi mazzancolle e zucchine.
Osteria alla Frasca, Cannaregio, 5176, 30121 Venezia, tel. 0412412585

La storia nel nome

A pochi passi dalla chiesa dei Gesuiti, ecco un luogo che risale a metà ‘800 ma che è parte di una costruzione risalente addirittura al ‘400, che era destinata a residenza dei marinai della Serenissima. L’impronta è popolare e tradizionale – non mancano le sedie di legno, le tovagliette in carta paglia e gli arredi accoglienti - e l’affetto verso la storia della città si vede dai piatti, che sono un omaggio ai grandi classici cittadini: sarde in saor, schie con polenta, bigoli in salsa, anara col pien, risotto di pesce, fritture e grigliate.
Trattoria Storica, Calle Spezier, Ponte dei Gesuiti Cannaregio 4858, Venezia. Tel: 041 5285266

A Fondamente Nove


A due passi dalla fermata dei vaporetti Actv, lontano dagli itinerari più frequentati dai turisti, ecco il Ristorante da Alvise. Il proprietario, Renato, è appassionato di cucina e voga, e l’amore per la laguna che le accomuna si nota dai piatti: ingredienti freschi da mercato di Rialto, le mitiche cozze Mitilla di Pellestrina, i caparossoli di Burano, le castraure di Sant’Erasmo, ma anche carne e pizza, per la quale c’è sempre qualche novità dedicata al personaggio o all’evento dell’anno. Qui vengono i veneziani in pausa pranzo dal lavoro, chi vuole scambiare due parole in tranquillità in un’atmosfera sincera e cordiale.
Ristorante da Alvise, Fondamente Nove, 5045/A, Venezia. Tel: 041 5201515

Foto di copertina: Marcianino

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Caterina Vianello

Un Master in storia e cultura dell'alimentazione, la passione per la scrittura e per la gastronomia. Cerco di coniugare tutto con abbuffate di parole e forchettate qua e là, tra ristoranti, osterie, bacari e pasticcerie

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I migliori festival musicali dell’estate 2024 in Europa: quelli da non perdere

Che estate sarebbe senza festival?!

LEGGI.
×