Full immersion nei locali aperti di Mogliano Veneto per riprenderci tutto quello che è nostro

Pubblicato il: 22 maggio 2020

Full immersion nei locali aperti di Mogliano Veneto per riprenderci tutto quello che è nostro

Il momento tanto atteso è arrivato. Ho messo il naso fuori di casa dopo mesi. Sto per piangere. Vedere la piazza di Mogliano “ripopolarsi” di persone (nel rispetto delle giuste restrizioni, ovvio) - e di piccioni - è stato un tuffo al cuore. Vedere la gente avvicinarsi timidamente alle porte dei bar, per la colazione con brioche e cappuccino o l’aperitivo con spritz e cicchetto, mi ha fatto ricordare le ore passate a spettegolare a quei tavoli, di cui tanto si sentiva la mancanza. Ora che siamo in piena fase 2, anche a Mogliano i bar, i ristoranti e i pub possono finalmente rialzare le saracinesche e noi, che veniamo da giorni di severe privazioni, ci siamo già gettati a capofitto su quei locali che hanno coraggiosamente riaperto appena possibile. La colazione all’italiana, il pranzo nel posticino di fiducia, l’aperitivo alla veneta, la cena al ristorante e la birretta al pub sono “riti” che, generalmente, sanno di normalità, e che, oggi, profumano di ritrovata libertà. Allora, piano piano, andiamo a riprenderci questi momenti, facendo tappa nei locali di Mogliano dove ci sentiamo a casa ma senza lo stress di dover cucinare.

Per la colazione al bar

Cornetto e cappuccino, la giornata può partire. Da Tre Ciacoe, bar e caffetteria, la colazione è il momento più bello. All’abbinata tipica italiana si affiancano proposte internazionali come i waffle, le crepes e i pancake, preparati al momento e farciti con topping a scelta tra nutella, caramello, sciroppo d’acero e frutta. Di healthy (but tasty) ci sono le centrifughe, ognuna con le sue caratteristiche, ad esempio la digestiva o la detox, e le spremute, di arancia e melograno. Il caffè, poi, è firmato Dersut, una garanzia. Per i più golosi, c’è anche la torta oreo.
Tre Ciacoe, Via Don Bosco 24 – tel: 3497454471

Per il pranzo in enoteca

Ok che siamo perennemente di corsa, ma almeno a mezzogiorno fermiamoci un attimo, adesso che possiamo. La tappa ideale per una pausa (veloce) dall’ufficio, ma casalinga, è da Enoteca La Fenice, che per pranzo propone primi e secondi piatti legati alla stagionalità dei prodotti e alle tradizioni venete. Le proposte si rinnovano ogni giorno: il top, viste le temperature del periodo, è il riso venere con verdure e gamberi, ma possiamo trovare anche il risotto ai funghi, le tagliatelle, le lasagne e gli gnocchi. La riapertura del locale coincide anche con la riapertura delle due terrazze, perfette per quando arriva la bella stagione. I vini sono selezionati e prevalentemente veneti. Occhio a non esagerare, che provocano sonnolenza.
Enoteca La Fenice, Via Matteotti 13 – tel: 0415902174

Per l’aperitivo al bacaro

Pare che da Divinus l’aperitivo non abbia nulla da invidiare a quello dei bacari veneziani: confermo. L’anima del locale sono i cicchetti, esposti sul bancone, che non esagero a definire il “bancone delle meraviglie”. Tramezzini, paninetti, focacce, farciti e realizzati con prodotti del territorio e non. Tipo: crostino con speck e ricotta affumicata, adoro! Il giusto inzuppo, vista la lista dei vini, delle birre e dei distillati. Un ambiente giovane, smart ed economico (i cicchetti vengono in media 1,50 euro). Come fa a non mancare un posto così? Thanks God è tornato, e a pieno ritmo, tutti i giorni, sabato e domenica con orario continuato dalle 10 alle 23. Continua comunque il servizio d’asporto.
Divinus, Via Don Bosco 15 – tel: 3490068762

Per la cena al ristorante

Se ormai il petto di pollo, alla griglia, al limone, impanato o boh, ci esce pure dalle orecchie, è il caso di prenotare da Angus Churrascaria, per una cena fuori dai soliti schemi e, almeno a tavola, fuori dai confini nazionali. Il sorriso e l’allegria del personale sono il biglietto da visita, la carne, cotta al churrasco, è la protagonista assoluta. Il menu è al 100% brasiliano fin dal buffet, caldo e freddo. Si continua poi con i tagli pregiati di manzo, il filetto, la picanha, la lonza di maiale… Il tutto è accompagnato da vini italiani e brasiliani. Insomma, una cena altamente proteica consigliatissima dopo il pieno di carbo da quarantena.
Angus Churrascaria, Via Niccolò Machiavelli 2-3 – tel: 3200795354

Per il dopocena al pub

Un salto al pub per bere l’ultima. Le serate senza la solita birretta de La Lampada sono sembrate terribilmente vuote. Il locale, già attivo con le consegne a domicilio e l’asporto, riapre i battenti. Le birre sono il suo marchio di fabbrica. Per gli amanti di quelle alla spina, ce ne sono quattro, la Helles, bionda, la Gweiss, weiss, la Tennent’s, bionda doppio malto, e la Kwak, rossa doppio malto. Per chi ama quella in bottiglia, la scelta è più ardua, ci sono più di 50 etichette! Per gli astemi (o per chi non ha digerito troppo bene il churrasco), in lista ci sono tisane, tè e infusi alla frutta.
La Lampada, Largo San Marco 4 – tel: 0415905088

Photo cover article "Mogliano Veneto - Piazza Caduti"
This work, "Mogliano Veneto - Piazza Caduti", is a derivative of Creative Commons "Piazza Caduti (Mogliano Veneto)_02.JPG" by Threecharlie, used under (CC BY-SA 3.0). "Mogliano Veneto - Piazza Caduti" is licensed under (CC BY-SA 3.0) by Annalisa Toniolo
Foto interne dalle pagine Facebook dei locali

  • BERE BENE
  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • APERITIVO

scritto da:

Annalisa Toniolo

Abitudinaria e noiosa, a tratti eccentrica e briosa: bipolare, forse. Quella dell’aperitivo delle 18.30 spaccate nel solito posto, ma anche quella che, nel cenare due volte nello stesso locale, ci vede un’occasione sprecata. A dieta, sempre, ma solo dal lunedì al venerdì.

IN QUESTO ARTICOLO
×