7 locali per una giornata da ricordare ai Castelli Romani

Pubblicato il 26 maggio 2022

7 locali per una giornata da ricordare ai Castelli Romani

Per tradizione il romano quando è stanco della frenesia della Capitale va ai Castelli. E non solo per la gita fuoriporta domenicale. I bei borghi di questa zona offrono sempre per un pò di fresco e di aria buona nella bella stagione, e sono una bella idea anche a cena, per una bella passeggiata tra scorci mozzafiato, storici palazzi e viottoli pittoreschi. Persino in autunno e in inverno i Castelli regalano soddisfazioni ai "forestieri" tra vino, funghi e castagne, che dai boschi arrivano  in tavola a far parte di manicaretti sinceri e goderecci. Si giunge in questi amene cittadine alla ricerca di una dimensione più umana per una bella passeggiata  sul lago o di un gelato tra piazzette e stradine caratteristiche ed è subito relax. Puoi arrivarci percorrendo l'Appia o la Tuscolana in macchina, o magari se ti sei stufato di stare nel traffico puoi andarci a bordo dello storico trenino dei Castelli Romani, che seppur modificato nel percorso originale parte ancora oggi da Termini. Da queste parti di solito si viene a mangiare "verace" alle fraschette o nei ristoranti di tradizione, dove cacio e pepe e amatriciana sono una religione, le porzioni sono importanti e si riuniscono da sempre tavolate sconfinate di famiglie e amici. Ma se pensi che sia tutto qui ti sbagli. Al fianco delle tradizionali trattorie e degl indirizzi storici ai Castelli ormai da tempo si trovano anche locali decisamente più innovativi con proposte gourmet e veg friendly o una cucina di pesce ricercata, che non hanno nulla da invidiare agli indirizzi capitolini. Ecco allora sei ristoranti tra tradizione e innovazione per cenare, ma anche pranzare o fare un aperitivo, ai Castelli Romani. 

Quello nell'antica torre

Vedere Roma da quassù, magari con un drink fatto come si vede, beh, è un'altra storia. Fire & Ice è aperto da poco più di un anno, ma si è già guadagnato un posto nel cuore di visitatori e locali per il gran dehors con vista sulla Capitale. Il ristorante e cocktail bar è stato costruito nella torre - l'unica, sopravvissuta - dell'antica cinta muraria di Frascati. L'atmosfera è quella giusta anche e soprattutto per un'uscita romantica. Non per niente, puoi farti un aperitivo anche su uno dei due balconi, in piena intimità, ma sempre con panorama spettacolare. La formula happy hour, dalle 16 alle 19.30, prevede un drink più un piatto aperitivo al costo di 10 euro. Altrimenti puoi optare per un pranzo: la nuova proposta punta a una cucina raffinata ma, allo stesso tempo, alla portata. Per la cena il menu si amplia, con piatti soprattutto di terra. La carne, proveniente soprattutto da allevamenti laziali, regna indiscussa. Si va dai classiconi, come il filetto al pepe verde, a specialità internazionali, come la picanha alla griglia. La proposta vini privilegia le etichette locali e nazionali. Non scordiamoci, però, che uno dei cavalli di battaglia di Fire & Ice è la mixology. Via libera, quindi, soprattutto nel dopocena, a un sacco di cocktail. Interessanti (e spesso diversi) sono i diversi signature drink, come il Ginger-x, con Glenmorangie X, lime, riduzione di zenzero, ginger beer, scorza d'arancia, cetriolo; oppure il Roma, con vodka Belvedere, riduzione di melograno, cointreau, lime e soda. 
Fire & Ice. Piazza Mazzini, 6, Frascati (Roma) - Tel. 3891903272

Quello romantico 


Affacciato sul lago di Nemi il Ristorante Capodiferro è perfetto per un romantico tete a tete soprattutto ora che inizia la bella stagione, e ti puoi accomodare sulla sua bella terrazza con vista sul lago. Ma sarà la sua raffinata cucina di pesce a farti fare bella figura in ogni occasione. Nel menù non fatevi sfuggire antipasti come i freschissimi crudi di pesce (tra scampi, gamberi rossi di Mazzara e ostriche fine de Claire), o la mousse di baccalà, erba cipollina e chips di patate viola, altrettanto invitanti sono i primi, come i Bottoni ai crostacei con gamberi, arancia e maggiorana, o gli Spaghetti quadrati del pastificio Mancini con cernia e carciofi uno dei cavalli di battaglia dello chef. Tra i secondi c’è la tempura Calamari, gamberi, verdure con mayo o il Burger di tonno Patate, fondo bruno e salsa barbecue. Inoltre puoi ordinare astici blu aragoste o scegliere il freschissimo pescato del giorno.
Ristorante Capodiferro Via F.lli Cervi,1, Genzano (Roma) - Tel. 0693376332

Quello per la pizza veg friendly


Metti una sera a cena nel delizioso paesino di Genzano “la città del pane” e soprattutto dell'Infiorata e mettici anche che qui tra i Castelli c’è una pizza unica: buonissima e senza lievito, ti fa bene e piace a tutti, pure ai vegani. Dove? Ma da Chirimoya a Genzano. Coloratissimo, divertente e adatto a tutti Chirimoya è il locale ideale per una pizza fuoriporta e fuori dagli schemi. Qui la pizza è sana, non gonfia e non mette sete. Il segreto sono gli impasti: frutto di una sperimentazione e di una ricerca della qualità ininterrotte. Una pizza che non ti annoia mai, perché ogni settimana l’impasto cambia, seguendo la stagionalità. Ciò che non cambia è che ogni impasto nasce da un blend di farine integrali bio di prima qualità da grani antichi e non (farro, grano saraceno, mais ecc.) cui il maestro pizzaiolo Amicucci, aggiunge, di volta in volta, nuovi nutrienti (riso, patate, cereali, legumi, carbone, succo di mirtillo, latte e semi di vario tipo). Il risultato è una pizza dall’eccellente valore nutritivo e altamente digeribile, poichè al posto del lievito si usano delle fermentazioni innescate grazie a frutti come i fichi o il Chirimoya. Ma soprattutto è buona ed unica. In menù trovi tutte le pizze classiche cui, a seconda dell’estro del titolare, si aggiungono intriganti pizze creative, a volte persino crudiste, con i fiori o con i frutti. Da provare l’Ortolana.
Via Fratelli Colabona, 70, Genzano (Roma) - Tel. 069390592

Quello tra territorio e fantasia 


Belvedere 1933, a Frascati oggi è un punto di riferimento se si vuol cenare ai Castelli, grazie alla cucina semplice, ben radicata nel territorio ma gustosa e non priva di fantasia, degli chef Alain e Nelson Rosica, sostenuti con grinta e determinazione da mamma Titina, colonna portante di questa attività. Il menù segue la stagionalità, la carta dei vini è scelta con cura e poi con le sue due ampie terrazze esterne da sfruttare sin dal primo tiepido sole e una proposta dall’ottimo rapporto qualità prezzo per mangiare davvero bene come si fa non consigliarlo? Da mangiare piatti come le Pappardelle con il sugo di baccalà alla Mediterranea, i Tonnarelli con guanciale e carciofi, e una carbonara meravigliosa con scaglie di tartufo fresco. Tra i secondi di carne da provare sicuramente la saporita Guancia di manzo brasata al cesanese del Piglio mentre tra i piatti di pesce il buonissimo baccalà in pastella con hummus di ceci. Qui fanno tutto in casa: persino il pane e i dolci. Da non perdere: un tortino al cioccolato fondente con salsa al lampone da applauso, ma pure la cheesecake non scherza!
Belvedere 1933. Via Regina Margherita, 29, Frascati (Roma) - Tel. 069419004

Quello intramontabile 


Un classico sempre verde a Castel Gandolfo, in attività dal 1882 è segnalato anche nella guida Michelin, e frequentato da molti vip come Robert De Niro, che vengono qui a mangiare vista lago. Pagnanelli ha nelle terrazze con vista mozzafiato sul lago di Albano e nelle sue famose cantine scavate nella roccia (con tanto di piccolo museo del vino) i suoi punti di forza. Porzioni abbondanti e cucina della tradizione con alcuni spunti creativi, caratterizzano un menù che varia di continuo spaziando tra mare e monti, in cui trova spazio anche l’impiego di erbe spontanee. Tra le pietanze più apprezzate dai clienti vi è la pasta fresca fatta in casa, come i ravioli ripieni di porchetta ai fiori di zucca, o le pappardelle all’anatra e tartufo. Ampia la proposta di carne con proposte classiche come tagliate di manzo, coniglio al tartufo e anatra all’aceto balsamico. Non mancano piatti a base di pesce tra trionfanti piatti di crudi, secondi di mare come la nassa dei crostacei o la ricciola allo spiedo con verdure, e pesci di lago come il persico agli agretti o la tinca al tartufo.
Antico Ristorante Pagnanelli Via Antonio Gramsci, 4, Castel Gandolfo (Roma) - Tel. 069360004

Quello fine dining, dove non ti aspetti

 
Incredibile ma vero nella città della porchetta e delle fraschette dal 2020 c'è Sintesi uno dei migliori ristoranti di alta cucina del Lazio. Informale ma sofisticato al tempo stesso, con arredamenti minimalisti, in stile nordico e un piccolo orto verticale è aperto ad Ariccia dal 2020.Un dehors e 40 posti in sala, disposti tra i tavoli in legno e i cinque al bancone. Sintesi allude alla volontà di unire nel piatto ingredienti diversi per natura e provenienza. Qui ti accoglie un gruppo di under 30 con esperienze internazionali prestigiose, tra cui persino il Noma di Copenhagen. Il format è unico per i Castelli: Sara Scarsella e Matteo Compagnucci in cucina, coadiuvati da Carla Scarsella in sala, mettono in tavola piatti ispirati al territorio ma realizzati con tecniche contemporanee osando persino pesce frollato e fermentazione. I fornitori sono piccoli produttori sparsi per il territorio italiano, fermi ambasciatori dell’etica ecologica. Nel nuovo menu primaverile rigorosamente scandito dai ritmi delle stagioni e dalla territorialità delle materie prime: Tortelli di erbe, kefir di capra e bottarga, Risotto affumicato, battuto di pecora e alloro, Bottoni di anatra, frutti di bosco e ginepro(18); Tonno in crépinette e salsa Beurre Blanc; Scampi, gamberi e vongole in guazzetto; Picanha alla brace, radicchio e shio koji; Coniglio con tartufo nero pregiato, nasturzio e patata. Resta l’irrinunciabile, Spaghettone Monograno Felicetti, ostrica e burro acido (16 euro).Tra i dolci da segnalare Cioccolato al caramello, ribes nero e nocciola gentile romana. Venire a cena qui è una vera esperienza.
Sintesi. Viale dei Castani, 17, Ariccia (Roma) - Tel. 0645557597/375 5628074.

Quello per il pesce e per il km0


L’Agriturismo La Vista è l'ultimo arrivato tra le attività della famiglia Amici, già proprietaria di altri due agriturismi di successo per un totale di 60 ettari di vino, olio, grano e validissima ristorazione. Oasi di pace, immersa tra gli ulivi, posizionata su un belvedere nelle campagne di Ariccia, La Vista è il regno del bravo chef Josè Amici che vanta anche esperienze alla corte di Heinz Beck. A differenza degli altri due suoi locali, Josè qui vuole proporre una sofisticata cucina di mare. Questo ristorante è perfetto per una cena in dolce compagnia: luci soffuse, una mise en place semplice ed elegantissima, ma soprattutto come suggerisce il nome, una vista mozzafiato su Roma e su tutta la costa tirrenica, godibile dalle ampie vetrate della sua sala da pranzo e dalla terrazza. La proposta culinaria è però il motivo per cui tornerai più volte. La cucina, che si avvale di molte materie prime a km 0 prodotte direttamente nell’agriturismo, è raffinata e veramente creativa. Tutta la proposta è incentrata su un pesce freschissimo di prima qualità che arriva qui ogni giorno da Terracina, trattato con il minor intervento possibile, per mantenere intatte le caratteristiche degli ingredienti. Imperdibile la degustazione da venti piatti da degustazione crudi e cotti(€38): ideale da dividere in due è disponibile anche in versione ridotta con solo 12 piatti(€23). E se dopo hai ancora appetito ordina i Tagliolini al ragù di triglia oppure la clamorosa Cacio e pepe con gamberi e lime: saranno piatti che ti faranno sussultare di piacere. Da bere consiglio i vini biologici della famiglia Amici in particolare la Malvasia e il rosso “Caligola” affinato nel fondo del lago di Nemi.
Agriturismo La Vista, Via Prelatura, 12, Ariccia (Roma) - Tel. 069340025
 

Immagini interne dalle pagine Facebook dei locali
Immagine di copertina: da Fb Antico Pagnanelli


 

  • ANDARE PER BORGHI

scritto da:

Elsa Ricucci

Ti racconto Roma come piace a me, con i suoi colori, i suoi sapori, la sua musica, i suoi tramonti e le sue mille albe. Roma è la mia città: mi piace viverla di giorno e di notte, in bici, in motorino, in autobus...ma sopratutto, di corsa!

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Ecco la classifica dei 10 parchi nazionali più belli d’Europa

“Quelli che...” vacanze all'insegna della natura e all’aria aperta.

LEGGI.
×