Abbiamo assaggiato il tramezzino premiato dal Gambero Rosso all'Arcella: ecco il segreto del suo successo

Pubblicato il 14 dicembre 2023

Abbiamo assaggiato il tramezzino premiato dal Gambero Rosso all'Arcella: ecco il segreto del suo successo

Che tu sia uno studente, un libero professionista o che ti stia godendo la meritata pensione, lo sai già: Corner Bar è il ritrovo perfetto per chi ama i tramezzini e ha voglia di esplorare sapori sempre nuovi. Lo sanno i padovani, lo sanno i turisti che tornano in città anche soltanto per un giorno e lo sa anche la guida del Gambero Rosso che ha riconosciuto il tramezzino di Corner Bar come uno dei migliori street food per l’edizione 2024 della sua guida. 


Si, ma come nasce questa passione per i tramezzini? E’ Stefano Locadello a raccontarmelo: proprio lui, che di Corner Bar ha fatto il regno degli amanti dei tramezzini e il luogo di pellegrinaggio per tutti quelli che vedono in quel triangolino di pane con le sue farciture una vera e propria forma d'arte. Stefano mi racconta che il suo tramezzino si ispira proprio ai tramezzini veneziani perché, quando era ragazzo, accompagnava spesso il papà e il fratello in laguna, per il loro lavoro di rappresentanti. Qui si fermavano magari in uno dei tanti bacari di Venezia per una pausa pranzo veloce. 

Anno dopo anno e morso dopo morso, Stefano ha realizzato che il lavoro di ragioniere in azienda gli stava effettivamente troppo stretto ed era il momento di cambiare. Cosa fare, allora, se non aprire un proprio bar in cui dedicarsi a caffè, cappuccini e colazioni ma anche a pause pranzo veloci e a lui: il tramezzino. Combinazione dopo combinazione, Corner Bar ha fatto (quasi senza volerlo!) del tramezzino la sua punta di diamante, capace di chiamare a raccolta non soltanto gli studenti padovani o i lavoratori in pausa pranzo, ma anche turisti che, approfittando di una gita fuori porta, non mancano di far tappa in questo tempio del gusto.


Durante la nostra piacevole chiacchierata Stefano mi racconta che i suoi tramezzini sono il risultato di attente ricerche e di sperimentazioni che guardano alla stagionalità dei prodotti e ai suggerimenti dei tanti clienti diventati ormai amici. Un esempio? Tra non molto, sarà disponibile il tramezzino con il cotechino e il cren. Per me, che amo la tradizione soltanto per stravolgerla, sapere che c'è ancora chi prepara il cren fatto in casa è davvero una sorpresa ed è ancora più sorprendente che Stefano, nonostante la confusione che c’è nel suo locale, trovi il tempo per farmi annusare il cren che ha già preparato.

Ci troviamo quindi a parlare dei nostri tramezzini preferiti e la domanda sorge spontanea: quale sarà mai il tramezzino preferito di Stefano? Tonno e uova che, tra i grandi classici, è anche il più richiesto di Corner bar. Dove sta la sorpresa, allora? Nei gusti non tradizionali: un esempio (che purtroppo non riesco ad assaggiare!) è il tramezzino alla carbonara o quello con chili fatto in casa. Stefano mi racconta che si tratta quasi di un tacos, con il suo ripieno bello cremoso, ma non si tratta dell'unica sfida che Stefano ha voluto affrontare perché tra non molto sarà disponibile anche il tramezzino al pulled pork (io, fossi, in voi, lo segnerei in agenda). 


Come ti dicevo Stefano è molto preciso nel suo lavoro, meticoloso nella scelta delle materie prime e nella cura dell'igiene nel suo locale, ecco perché troverai sempre e soltanto ingredienti certificati e trattati con il massimo della cura. Apprezzo sempre chi sta attento alle esigenze dei suoi ospiti ma soprattutto chi non teme le critiche: Stefano mi racconta che non molto tempo fa un ospite gli ha fatto notare che il tramezzino coperto dal cellophane non si può proprio guardare. In realtà, si tratta di una pura precauzione per evitare che si moltiplichino i batteri a contatto con gli alimenti, ma anche per mantenere il pane del tramezzino sempre profumato e morbido, come appena preparato. So che starai pensando che si tratta di semplice pane bianco ma non è così: anche per il pane, Corner Bar si affida ad un produttore del veneziano che consegna due volte a settimana il pane fresco, senza alcol o altri prodotti sbiancanti ma semplice pane bianco soffice e gustoso.


Ma passiamo adesso all'assaggio. Sebbene sia soltanto mezzogiorno e Stefano è in cucina dalle quattro di questa mattina per preparare i suoi tramezzini, la vetrina è già stata presa d'assalto. Ho tuttavia la fortuna di provare quello che è il mio tramezzino preferito ovvero prosciutto e funghi. Si tratta di una combinazione classica, semplice, adatta forse più ai gusti dei più piccoli ma per me quello scrigno di pane che accoglie una generosa dose di prosciutto Leoncini alta qualità e funghi è rassicurante come la copertina di Linus. Stefano mi racconta che i funghi, così come le cipolline, i pomodori secchi e tutti i prodotti sott'olio vengono forniti da un'azienda che si occupa di ristorazione, proprio a voler sottolineare questa attenzione per le materie prime che ha reso il suo bar è uno dei più apprezzati di Padova e dintorni. 


Si dice che solo gli sciocchi non cambiano idea, ecco perché mi convinco a provare un tramezzino con tonno, olive verdi e nere e pomodoro semidry. Solitamente, non amo il sapore spiccato di questa combinazione: il tonno è sempre troppo aggressivo per il mio palato mentre le olive tendono a nausearmi dopo il primo morso. Qui, invece, abbiamo una crema delicatissima di tonno che viene preparata giornalmente da Stefano e che non viene coperta ma gentilmente affiancata dalle olive e dal pomodoro, che regala ulteriore spinta al tramezzino, lasciandomi con un retrogusto agrodolce ed estremamente piacevole.

Probabilmente ti starai chiedendo se in un locale così noto esistono anche delle opzioni vegetariane: ovviamente sì, ma non si tratta delle classiche abbinate. A maggior ragione per i prodotti vegetariani, in cui sono le verdure a farla da protagonista, Stefano mi spiega che è fondamentale seguire la stagionalità dei prodotti. Ecco perché troviamo il tramezzino con feta e olive, ad esempio, e soltanto nella bella stagione il classico pomodoro e mozzarella (a nulla varrebbe portare in vetrina il pomodoro a metà novembre, quando quel sapore acquoso lo rende praticamente immangiabile - parola di Stefano!).

E quindi perché scegliere Corner Bar? Per tutte le volte in cui hai voglia di farti un pranzo veloce, semplice, in un ambiente informale o per quei giorni in cui ti senti giù di morale perché magari è andato male all'esame e allora hai bisogno di farti due chiacchiere con qualcuno che ha fatto della propria passione il punto di partenza per una vita alla ricerca del gusto.

Corner Bar
Indirizzo: Via Cattaro, 20 - Padova
Telefono: 3516694354
 

  • CENA BLOGGER
  • RECENSIONE
  • APERITIVO

scritto da:

Elisa Bologna

Da piccola dicevo di voler diventare giornalista, così tutti avrebbero dovuto ascoltarmi. Crescendo, mi sono resa conto che l’amore per la buona tavola e per il vino avrebbe avuto la meglio su tutto: per 2Night scrivo per bisogno e mangio per passione.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​È ora di comprare l’olio! Ecco i migliori premiati dalla Guida agli Extravergini 2024 di Slow Food

Che il nostro olio fosse uno dei migliori al mondo, se non il migliore, è cosa nota.

LEGGI.
×