Cenare circondati da affreschi del Cinquecento a Mestre: al ristorante “Malipiero”

Pubblicato il: 3 aprile 2019

Cenare circondati da affreschi del Cinquecento a Mestre: al ristorante “Malipiero”

Nella campagna della provincia veneziana si erge Villa Barbarich con il suo ristorante Malipiero, a soli 15 minuti da Venezia. Una villa del Cinquecento immersa nella natura, un viale alberato ci accompagna fino all’entrata.



Villa costruita nel Cinquecento dai fratelli Malipiero e nel XX secolo passa alla famiglia Barbarich, sopravvive alle due guerre mondiali. Nel 2015 passa alla famiglia Fracaro che studierà il restauro e il cambiamento di destinazione d’uso: da abitazione a hotel e ristorante.

La classe non è acqua e il ristorante Malipiero ce lo conferma. Un attento, elegante e raffinato arredamento ci invita a respirare aria di storia e cultura. L’intenzione dello chef è quella di proporre prodotti del territorio legati alla stagionalità ma con un tocco di classe in più. Un insieme tra cibo, vino, arte e storia fusi perfettamente nel ristorante Malipiero.

Nella foto “Pasta Calamarata al nero, con seppie crude e cime di rapa”, una delizia e seguendo “Frittura di calamari croccanti, radicchio alla birra e maionese di capperi”.




Un ristorante dove poter fare colpo sia con la propria ragazza che con i colleghi: la struttura “a sale” permette la prenotazione di stanze private, per compleanni, riunioni o un pizzico in più di romanticismo!

Un menù per lo più a base di pesce ma che offre anche una scelta a base di carne e piatti vegetariani. Ottimo il menù degustazione che permette di saggiare la capacità dello chef e la sua arte culinaria. La carta dei vini tocca le principali regioni vitivinicole italiane e francesi; ottima la selezione anche di vini al calice, fatevi consigliare dal sommelier per qualche “fuori carta vini”.


Ulteriore punto a favore è l’ottima posizione anche per spostamenti in Aeroporto e si colloca vicino ai principali nodi autostradali, adatto per chi soggiorna anche per motivi lavorativi.
Cibo, location e personale vi stupiranno in questo armonioso e affascinante contesto! Lo staff vi aspetta sia a pranzo che a cena.

  • RISTORANTI ROMANTICI
  • BERE BENE
  • VOGLIO FARE LA MIA FESTA

scritto da:

Giulia Sattin

Architetto urbanista con la passione del vino. Da dove nasce la mia passione? Da mio nonno paterno! Fin da piccola lo aiutavo a vendemmiare nei pochi filari che aveva: amo ricordarlo come un mago che tramutava l’uva in una curiosa bevanda, a me un tempo vietata! La crescente passione mi ha portata fino al conseguimento del titolo di Sommelier: una grande soddisfazione che rappresenta per me un punto di partenza, piuttosto che un punto di arrivo. La mia curiosità infatti non si è fermata: continuo a degustare vini e ricercare nuovi abbinamenti cibo-vino!

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Se votano loro, gli chef stellati: i ristoranti (giovani) che piacciono e su cui scommettono

71 Top Chef, scelti da Identità Golose, hanno selezionato su chi puntare. Ecco tutti i nomi da provare assolutamente.

LEGGI.
×