Consigli per veri carnivori in zona Monti: dalla steak house all'indiano

Pubblicato il: 3 luglio 2019

Consigli per veri carnivori in zona Monti: dalla steak house all'indiano

Amo Roma, una città ricca di storia e arte: la patria del gladiatore, della carbonara, dell’abbacchio con le patate, di Totti e der Colosseo. La prima volta che ci sono stata, a causa del poco tempo, non ho potuto perdermi in ogni singola via. Per fortuna ci sono tornata più volte (ricorda sempre di lanciare la monetina nella fontana di Trevi, è di buon auspicio!), ben più organizzata, e con navigatore alla mano. Così ho cominciato il mio personalissimo tour della capitale. Se il contapassi a fine giornata è impazzito, io no. Di energia ancora ne avevo parecchia, grazie anche e soprattutto alle cose buone che ho mangiato quei giorni.
Il mio posto preferito rimane sempre il Rione Monti, quartiere vivacissimo e pieno di vita. Ho visto le famose edere che crescono sulle case, le piccole vie nascoste piene di botteghe, e tutto quello che non ti svelo, perché devi vederlo con i tuoi occhi. Ho scoperto anche che ci sono diversi ristoranti di carne e ogni volta che sono tornata a Roma ne ho voluto provare uno: ecco che te li racconto.

La steak house

Ho cominciato il mio tour mangiando una bistecca, tenera e succosa al punto giusto, dai Monticiani (termine che sta ad indicare gli abitanti di questo rione). La cucina è tipicamente argentina, quindi non puoi scappare dall’assaggiare uno fra questi tagli di carne: l’entraña, una carne bassa e tenera che va mangiata a cottura media, o l’ojo de bife, angus argentino che si può mangiare sia al sangue, sia a cottura media, o infine il bife de chorizo, il controfiletto. Ti basta fare un boccone, per volerne subito un altro, e un altro ancora (attento che il tour è appena cominciato).
Ti consiglio di provare ad abbinarli a un buon bicchiere di vino rosso.
I Monticiani, Via Panisperna 84, Roma, tel. 064817920

L’hamburgheria

Il mio tour prosegue in questa piccola hamburgeria con pochi posti a sedere. Per una pausa veloce ma piena di calorie (si, l’amara verità è che l’hamburger non è dietetico). Da TecLab Burger scegli tu la cottura della carne. Tutto viene fatto in casa, il pane lievita per 48 ore prima di finire nel forno, e gli ingredienti vengono scelti con grande cura, facendo attenzione alla loro stagionalità e qualità.
Ho scelto di provare il panino classico, con un blend di carne danese e pomodoro biologico, che ho accompagnato con una birra artigianale. Salute!
TecLab Burger, Via Urbana 35, Roma, tel. 3313106167

Il ristorante etnico

Non c’è due senza tre, e il piccolo angolo di India all’interno del Rione Monti è capitato a fagiolo. A differenza di Roma, in India non ci sono mai stata quindi, per me, è stato molto interessante scoprire che il Guru è l’unico ristorante della città che propone la cucina dell’India del Sud. La famiglia Myladoor, che gestisce il locale dal 1991, viene dallo stato del Kerala, e ha portato nella capitale i piatti del luogo, caratterizzati da sapori agrodolci e da spezie come il curry e la curcuma. In cucina viene molto usato anche il cocco, che serve a stemperare il piccante dei piatti, come la tradizione del Sud richiede.
Il Maialino Tikka e il Manzo Masala sono tipi di carne che trovi solo qui. Dal nord dell'India, invece, ecco l'immancabile Pollo Tandoori. Molto delicato devo dire. 
Il Guru, Via Cimarra 4, Roma , tel. 064744110

La polpetteria

Polpette – Cucina e Miscelazione ha scelto un modo inusuale e curioso di proporre la carne all’interno del proprio menu. Il ristorante, che conta altri due fratelli in città, mette al centro della propria cucina la polpetta, un immancabile piatto delle nostre tavole. Tante le versioni in quei viene declinata, anche in quelle più inimmaginabili (si, anche nei dolci!).
Tradizionali, romane, di pesce, vegetariane e con ricette da diversi paesi del mondo: da dove vuoi cominciare? Io non ho saputo trattenermi, e le ho provate (quasi) tutte.
Parlando di carne: due ricette in particolare mi hanno colpito: le polpette di saltimbocca di vitella con rucola, e le polpette di manzo in salsa teriyaki, servite con riso al vapore, semi di sesamo ed erba cipollina.
Polpette – Cucina e Miscelazione, Via dei Capocci 26 Roma, tel. 06.4824758
Polpette – Cucina e Miscelazione, Via del Gazometro 16, Roma, tel. 06.89531856
Polpette – Cucina e Miscelazione, Via Flaminia 518, tel.06.89478803

La trattoria

Non potevo concludere il mio tour carnivoro, senza passare per una trattoria romana a tutti gli effetti. A pochi passi dal Colosseo, si trova l’Hostaria La Vacca M’Briaca: i suoi saltimbocca alla romana con patate croccanti, e lo spezzatino alla Pocchipò, arricchito con la salsa al pomodoro, mentuccia e cipollotto fresco, mi hanno fatto innamorare ancora di più di questa città.
Recentemente in menu sono stati aggiunti anche gli arrosticini di pecora, from Abruzzo with love. 
Hostaria La Vacca M’Briaca, Via Urbana 29/30, Roma, tel. 0648907118

Foto interne dalla pagina Facebook dei locali
Foto di copertina di John Weiss da Flickr CC

  • VITA DI QUARTIERE
  • CENA
  • PRANZO

scritto da:

Alice Chiarot

Veneziana doc, chiaccherona e dalla risata facile, appassionata di pallavolo e dello sport. Mi piace cucinare dolci, non potrei mai rinunciare al caffè, una buona parmigiana di melanzane e agli spaghetti.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×