I nuovi colori delle regioni italiane

Pubblicato il 30 aprile 2021 alle 16:07

I nuovi colori delle regioni italiane

Ricevuti i dati del monitoraggio settimanale dell'Istituto Superiore di Sanità il ministro Speranza nella giornata di venerdì 30 aprile certificherà i nuovi colori delle regioni. In realtà non ci sono grosse novità tranne la brutta notizia per la Valle d'Aosta che da arancione passa a rossa e la buona notizia per la Sardegna che da rossa diventa arancione
Per il resto la Campania conferma la presenza in zona gialla mentre la Puglia, data in bilico tra arancione e giallo negli ultimi giorni si deve fermare nella zona arancione per un'altra settimana. Lo stesso dicasi per la Basilicata, la Calabria e la Sicilia per le quali in ogni modo non era stato ventilato un passaggio di colore. 

In Italia la situazione complessivamente è migliorata. Nessuna regione è a rischio alto, ci sono 11 tra regioni e province autonome con classificazione di rischio moderato (ma senza indicazioni di progressione prossima verso un rischio alto) e 10 con classificazione di rischio basso.

Zona Gialla
Abruzzo, Campania, Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Lazio, Liguria, Lombardia, Marche, Molise, Piemonte, Toscana, Umbria, Veneto e le Province autonome di Bolzano e Trento. 

Zona Arancione
Basilicata, Calabria, Puglia, Sicilia e adesso anche Sardegna.

Zona Rossa
Valle d'Aosta.

Nella fascia di colore giallo ricordiamo che riaprono bar e ristoranti all'aperto, oltre a cinema e teatri con posti contingentati, mentre il coprifuoco resta fissato alle 22. Le ordinanze entrano in vigore da lunedì 3 maggio.

  • NOTIZIE
POTREBBE INTERESSARTI:

​Boom! Prenotazioni raddoppiate nella prima settimana di riapertura totale dei ristoranti

A più di un mese dalla riapertura, finalmente, i ristoranti hanno potuto accogliere i clienti anche negli spazi interni. I dati continuano a migliorare e a far sperare in una rapida ripresa del settore.

LEGGI.
×