10+1 cocktail da provare a Firenze: i drink più celebri preparati con un tocco d'artista

Pubblicato il: 5 settembre 2020

10+1 cocktail da provare a Firenze: i drink più celebri preparati con un tocco d'artista

La mixology a Firenze è un affare dannatamente serio. Trovare il cocktail preferito al primo colpo non sempre è facile. Il numero dei bar ormai è piuttosto nutrito, ad ogni angolo ne trovi uno, e il livello dei drink è di solito di buona qualità. Se cerchi veramente l’esecuzione da manuale o una proposta su larga scala tra cui scegliere, orientarsi non è facile e non sempre è chiaro dove andare per trovare quel che si vuole. Ecco quindi le dritte giuste per trovare i cocktail più celebri al mondo preparati con quel tocco d’artista che da sempre viene riconosciuto a Firenze e ai suoi bartender.

Un Negroni fatto su misura

Non c’è bar a Firenze che non si sia cimentato almeno una volta con la preparazione di un Negroni. Il cocktail ha visto la luce in città 100 anni fa per l’intuito del conte Camillo. Quel tocco creativo che non manca a Manifattura dove i drink sono Miscugli Ardimentosi e il Negroni gode in carta di una selezione a parte. Dal Negroni Importante (Gin Luxardo, Amaro Jefferson, Bitter Bianco Luxardo) a quello del Gambacciani, detto anche del Provinciale. Versioni ideate dal bartender Fabiano Fabiani per il locale davanti al museo Marino Marini, che ha fatto dell’italian style il suo fiore all’occhiello.
Manifattura – Piazza di San Pancrazio 1, Firenze – Tel. 0552396367

Whiskey Sour con Amore

Love Craft, lo dice il nome stesso: amore per le cose fatte a mano. Per il locale di Borgo San Frediano che tiene alta la bandiera del Whiskey a Firenze, con un’ampia selezione di etichette e una bella carta di cocktail non c’è che l’imbarazzo della scelta al momento di bere. Per gli amanti del Whiskey Sour vale la pena provare Cthulhu in the Rocks (Bourbon Whiskey, sciroppo mela verde, miele allo zenzero, succo limone e albume). Perfetto durante l’estate per freschezza e delicatezza, non ha rivali.
Love Craft – Borgo San Frediano 24, Firenze – Tel. 0552692968

Un Daiquiri al quadrato

Atmosfere caraibiche nel bicchiere con il Daiquiri. Un cocktail che rimanda a mete esotiche e che non delude mai gli amanti del rum. Al Viktoria Lounge Bar i gemelli Marco e Paolo Marini hanno riletto questo grande classico a modo loro (Ron cubay carta blanca, Salerno, zucchero di canna liquido, lime fresco e light froozen). Più rinfrescante di così non si può.
Viktoria Lounge Bar, via Giuseppe Verdi 28/R, Firenze - Tel. 055 386 0323.

Bulli&Balene e... Spritz

Firenze e Venezia sono sempre state in perfetta sintonia: chiamala se vuoi questione di feeling. Un rapporto che prosegue anche nel segno dei cicchetti e soprattutto dello spritz. Per Bulli&Balene l’occasione per allargare gli orizzonti a chi ha sempre pensato che lo Spritz non vada oltre l’Aperol e il Campari. Ecco quindi le versioni con Vermuth, Hugo Mirto, con il Cynar e con il Select per ogni veneziano che si rispetti. Da provare in Oltrarno e alla sede presso la Manifattura Tabacchi alle Cascine.
Bulli&Balene – Via dello Sprone 14/R e c/o Manifattura Tabacchi, Firenze – Tel. 0550317863

Una D(r)itta per il Gin Tonic

Se ci sono due cose che scorrono a fiumi, di solito, da Ditta Artigianale sono di sicuro il caffè e il Gin. Non deve sorprendere che il locale abbia perfino il suo distillato, quel Peter in Florence che tanto è apprezzato e con cui si prepara il Peter on holiday, twist del classico Gin Tonic: tonico Fever tree mediterrean, scorza di limone e rametto di rosmarino. E l'estate è servita nel bicchiere.
Ditta Artigianale - Via dei Neri 30-32/R e via dello Sprone 5/R, Firenze – Tel. 0552741541

Occhio all’Old Fashioned

Con il Negroni si contende la palma del cockail più amato al mondo: è l'Old Fashioned. Il pub One Eyed Jack addirittura gli ha dedicato un corner. Diverse le varianti: Do you speak Italian (grappa Nardini), o No Hay Problem (Havana Club 7). Per i più creativi c’è anche la versione: Design your fashioned con cui si può comporre il proprio Old Fashioned scegliendo liberamente gli ingredienti.
One Eyed Jack, piazza Nazario Sauro 2/r, Firenze - Tel. 055 709 4507

Un Mojito e sei subito a Cuba

Per chi cerca un vero mojito a Firenze, c’è solo un indirizzo: Sabor Cubano a due passi dal Mercato di San Lorenzo. Lopez Martinez ha condotto lunghe ricerche in patria, ritrovando un ricettario inedito: Recetas de cocteleria de la simple cosas. Il manuale degli autentici drink cubani che usa per realizzare un mojito a regola d’arte, con una selezione di distillati che arrivano direttamente dalla madre patria.
Sabor Cubano – Via Sant’Antonino 64/R, Firenze – Tel. 331 773 1536

C’è del Losco in questo Mule

Da Mad souls&spirits la parola d’ordine è da sempre non prendersi troppo sul serio. Il locale di Neri Fantechi ha uno stile che sarebbe piaciuto tanto al Conte Mascetti&friends, ma a dispetto dell’atmosfera giocosa si fanno le cose (e i drink) in modo dannatamente serio. Ricerca dei distillati, tecnica e un pizzico di follia. Così il Moscow Mule diventa Losco con quel tocco speziato che te lo fa bere non una ma due volte grazie al ginger beer e allo sciroppo Jamaica.
Mad Souls&Spirits – Borgo San Frediano 63/R, Firenze – Tel.  055 627 1621

Il Bloody mary alla Coreana

Il Bloody Mary è unico nel suo genere: un cocktail mangia e bevi, perfetto anche la mattina a colazione (almeno a sentire inglesi e americani). Perfetto per mitigare gli effetti dell’hangover, inconfondibile con quel ciuffo di sedano che spunta dal bicchiere. Da Pint of View, locale dove la cucina fusione incontra le birre artigianali e i distillati la proposta è davvero singolare. Si chiama Un Pomodoro a Seul ed è un Bloody Mary speziato alla coreana (Vodka Moskovskaya, salsa di soia, aceto di vino, gochujang (pesto di peperoncino coreano), peperoncino dolce, honey mix con succo di pomodoro e limone).
Pint of View – Borgo Tegolaio 17/R, Firenze – Tel. 055288944

Vodka, limone e Djària

Djària è l’american bar dell'Oltrarno. Nel locale in via dei Serragli si mangia ma soprattutto si beve al tavolo e soprattutto al bancone proprio come proprio negli States. Un'atmosfera molto friendly, quasi da sit-com. La carta dei cocktail segue un po' questo stile e così le varianti dei cocktail più famosi conquistano per il sapore ma anche per i nomi un po' fantasiosi. E' il caso di Quell’altra Stronza a base di Vodka, succo di limone, sciroppo di basilico homemade e soda di timo homemade. Una libera rilettura del classico Vodka Lemon.
Djària - Via dei Serragli 100/R, Firenze - Tel. 055 4937061.

Floreal, Tequila & i' Morandi

Un bravo barista è un po' psicologo e un po' confessore. Quante storie potrebbe raccontare, se volesse... talvolta però avviene l'inverso. Così da Floreal, naturale evoluzione dello Strizzi Garden, c'è un cocktail che rende omaggio a un cliente fedele. I' Morandi è una  versione molto libera del Tequila Sunrise con Don Julio Blanco Tequila, succo di limone e Muyu al chinotto nero per le note agrumate, Campari Soda, Albumina e sciroppo di zucchero. Una proposta di livello nello stile del locale che punta a un modello luxury street bar.
Floreal - Borgo San Frediano 27/R, Firenze - Tel. ​3451647856


Foto copertina di Artem Pochepetsky su Unsplash

  • BERE BENE

scritto da:

Raffaella Galamini

Sono nata a Viterbo ma Firenze con i suoi tramonti mi ha conquistato: da 15 anni abito in riva all’Arno. Qui scrivo, mangio, corro e scopro posti nuovi, non rigorosamente in quest’ordine. Il mio passatempo preferito è consigliare agli amici un ristorante da provare a cena o cosa fare nel week-end.

IN QUESTO ARTICOLO
×