INDIRIZZO:

Via Agnolo Firenzuola 9 R, Firenze (FI)

ORARI:

aperto da martedì a giovedì, domenica 18:00 → 00:30; venerdì e sabato 18:00 → 01:30; chiuso lunedì.

TELEFONO:

0555308090

SEGUI SU:
DA MANGIARE:

Cheesecake di Manzo, Tagliata di Totano, Polpette di Baccalà

DA BERE:

Cocktail signature e limited edition, spritz, gin tonic, vini, birre artigianali.

REVIEW 2NIGHT

Guarda oltre ciò che vedi. E' questo il significato profondo del FAKE, parallelamente all'acronimo “food art kitchen experience”. Un cocktail bar con cucina eccentrico e originale che Sarah Furlan e Alice Pirisino, compagne di vita e di lavoro, hanno lanciato nel 2019 e che sfida gli stereotipi, in un vortice colorato di arte e di gusto. Andare oltre le apparenze, dunque. Come raccontano le opere murali di Zed 1, ma anche alcune proposte della cucina: quello che sembra un dolce classico è un realtà una Cheesecake di manzo, mentre la Tagliata ha il totano per protagonista.

Sorprendere è la chiave, giocare su angolature e scorci, guardare la realtà da punti di vista diverse. Lo stesso FAKE è al contempo un cocktail bar innovativo, un bistrot dove gustare originali tapas abbinate ai drink, una galleria di street artist locali (e non solo), un urban bar. Fra i cocktail spiccano i signature Banksy, The Wall, Divina Marchesa, HollAndMe ma anche i “Limited edition”, classici come Spritz e Gin Tonic, i vini scelti e le birre artigianali.

Fra gli evergreen della tavola, dove la tradizione italiana è impreziosita da un tocco fusion, ci sono anche le polpette di baccalà e patate con salsa Miso, che si esaltano in abbinamento con il cocktail London Derry. Denominatori comuni fra cucina e mixology sono la qualità (con sciroppi homemade, ad sempio), l'innovazione, la creatività, la stagionalità degli ingredienti e la ricerca, sia nel gusto sia nell'estetica.

Al FAKE si può trascorrere l'intera serata, dall'aperitivo, alla cena al dopo cena, divertendosi a provare mezze porzioni da condividere con chi si desidera, slegati dalla classica impostazione antipasto-primo-secondo-dolce. Per chi ha davvero fame, comunque, ci sono gli hamburger XXXL di carne, di pesce o vegetariani, ovviamente anche senza glutine e certificati AIC come tutto il resto.

 A completare il piacere di una serata al Fake ci sono le presentazioni di libri, le mostre, le installazioni, le serate dedicate alla mixology .

  • COCKTAIL BAR
PROMOTIONAL REVIEW

Guardare oltre le apparenze: l'eccentrica sfida del FAKE, fra street art, eventi e gusto fusion

C'è un acronimo, FAKE, che sta per “food art kitchen experience”. Ma c'è anche un messaggio, dietro al nome di questo bistrot & cocktail bar che racconta la storia delle sue titolari – Sarah Furlan e Alice Pirisino – e invita a guardare oltre le apparenze. Molto più di uno street bar: punto di riferimento per quanti cercano un locale alternativo, internazionale, intimo e riservato, è specializzato in piatti senza glutine, che sanno “ammiccare” anche a chi non ha specifiche esigenze o...

LEGGI TUTTO
×