Il mio pranzo di pesce in via Bafile a Jesolo zero turistico

Pubblicato il 13 settembre 2022

Il mio pranzo di pesce in via Bafile a Jesolo zero turistico

Mi trovo spesso in difficoltà quando passo il weekend a Jesolo, attirata dai ristoranti molto più di quanto non sia attirata dal mare, ma un po’ diffidente perché preoccupata di cadere in qualche trappola per turisti. Non sempre un’offerta così ampia facilita le cose, anzi: trovare una buona cucina, ma buona davvero, è diventata quasi una sfida, ed è così che di solito si finisce per tornare nei soliti posti, per non sbagliare. Così ho fatto anch’io, alla fine; mi sono diretta verso Terrazza Parioli, dove mi sono sempre trovata più che bene, ed è proprio lì che mi giunge la buona notizia “Ma lo sai, Beatrice, che abbiamo aperto un nuovo ristorante?”. Non serve dire altro, mi allontano dalla spiaggia e imbocco via Bafile in direzione Rossi Restaurant.

Il locale

Sulla via più viva di Jesolo, via Bafile, si affaccia in tutta la sua eleganza il nuovo ristorante di Nicola Rossi con ampie vetrate e un arredamento minimal ma d’impatto, sui toni del petrolio. Nonostante la posizione strategica che incuriosisce e porta all’interno del locale molti clienti, non ho potuto non notare l’estrema organizzazione e cortesia del personale, che ha fatto accomodare tutti senza grandi attese. Non è semplice, in mezzo a una via così turistica, respirare un clima rilassato, ma soprattutto non è scontato un servizio curato che però non risulta mai frettoloso. Già questo, per la caotica Jesolo, è un punto in più.

Il menù

Mi aspettavo e avevo deciso di mangiare pesce, anche se ho un po’ tentennato dopo aver letto la proposta di carne di Rossi, che comprende prodotti della macelleria Damini, ai quali non resisto ogni volta che mi capita trovarli in un qualsiasi menù. Per chi non lo sapesse si tratta di una premiata macelleria vicentina, la prima in Europa ad aver ottenuto una stella Michelin: una garanzia di qualità dei prodotti che si riflette in tutte le altre proposte del menù.

Avevo detto pesce però, e pesce sia! Il menù propone i grandi classici rivisitati in chiave gourmet, come il mio antipasto di tonno in crosta di pistacchio: morbidissimo, col cuore rosa e la crosta spessa e croccante, accompagnato da una maionese alla nduja fatta in casa, leggermente piccante.


Come primo ho deciso di provare un accostamento di sapori insolito, cacio, pepe e gamberi. Visto il successo dell’antipasto, ero sicura che sarei rimasta contenta anche del primo: gnocchetti fatti in casa, avvolti dal gusto deciso del sugo e sormontati da una freschissima tartare di gamberi di Sicilia.


Non ho tentato di fare il bis di gnocchi solo perché mi sono regalata un pranzo completo (infondo era domenica, ci voleva!), e aspettavo il secondo. Una morbida ombrina (dai, pesce bianco, è ottimo anche per la linea), invidia belga alla piastra e maionese, sempre fatta in casa, allo zafferano.


Nel frattempo arriva il secondo calice, un Soave, consigliato dal sommelier. La cantina, ben fornita, risulta forse ancor più interessante quando si viene a cena: decine di etichette tra cui scegliere, dallo Champagne, al Franciacorta, al Trento DOC, fino ai rossi che spaziano tra i vitigni di tutt’Italia.

Dulcis in fundo

Chi mi conosce sa bene che non importa quanti piatti abbia assaggiato durante il pasto, il dolce non me lo perdo mai. Rappresenta quella coccola che chiude un momento conviviale così bello quale un pranzo o una cena in compagnia; è il sapore e il ricordo che ti accompagna fuori dal ristorante. Per questo, ho sempre grandi aspettative sul dessert, e quasi sempre domando la specialità della casa, che, per definizione, dovrebbe essere qualcosa di particolare che ogni ristorante pensa e crea a modo suo. È proprio questo il caso del Rossi Rocher, un cremoso al cocco ricoperto di cioccolato e nocciole, accompagnato da coulis al lampone.


Goloso, fresco, ben presentato: non è solo la qualità degli ingredienti o gli abbinamenti ricercati, ma anche la cura e presentazione di ogni piatto che fanno capire quanta attenzione e professionalità si trovi da Rossi, il ristorante in una via turistica, ma che di turistico non ha proprio niente.

Rossi Restaurant & Pizza
Via Bafile, 183 - Lido di Jesolo VE
Telefono: 3519337848


Foto di @trevisoadvisor

  • RECENSIONE
  • CENA BLOGGER
  • RISTORANTE DI PESCE

scritto da:

Beatrice Modugno

Trevigiana di nascita, studentessa a Padova, pugliese di famiglia. Quando non sono ai fornelli, mi trovi seduta al ristorante. Mangio ovunque e lo racconto a tutti: possiamo parlare di cibo anche per tre o quattro ore di fila.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Le migliori pizzerie d'Italia 2023: tutti i premiati della Guida Gambero Rosso

Settembre 2022: arriva in libreria la decima edizione di Pizzerie d’Italia. Sul podio ci sono 96 pizzerie al piatto e 12 pizzerie al taglio.

LEGGI.
×