Mestre in mostra: 5 + 1 cucine a vista per chi vuole sempre metterci il naso

Pubblicato il: 23 agosto 2019

Mestre in mostra: 5 + 1 cucine a vista per chi vuole sempre metterci il naso

Sì, qui vale la regola di San Tommaso

Ma come lo hai fatto? Nemmeno il tempo di godersi l'antipasto a casa di amici che subito scatta il momento Benedetta Rossi. Da quando mamma e papà hanno smesso di spadellare per me, ho iniziato a studiare le ricette come fossero formule chimiche e il mio palato clinico si è allenato fino a riconoscere spezie, erbe aromatiche e salse esotiche dai nomi cacofonici. Di recente, fiera di saper maneggiare il cerfoglio, mi sono ritrovata a spiare i gesti dei cuochi mestrini, perfettamente a proprio agio nelle cucine a vista dei loro ristoranti. Come reggono la pressione dei curiosi come me? Io spengo addirittura la radio per non essere importunata da Albertino mentre affetto la cipolla.

Comunque, che tu sia affascinato dal mondo della cucina tanto quanto me, o che soffra di una piccola sindrome di San Tommaso, che non crede se non ci mette il naso, i ristoranti di Mestre con cucina a vista ti regaleranno una serata stimolante e avventurosa. Per dare sfogo ai tuoi più bassi istinti voyeristici prenota il tavolo fronte cucina e porta il taccuino degli appunti: le ricette vanno scritte a mano.

Cucina vista Giappone 

Ci sono tanti dettagli che distinguono un all-you-can-eat qualunque dall'all-you-can-eat dove tornare ogni volta che puoi. Per Saikesushi, uno di questi è la piastra Teppanyaki sempre in vista, così come il bancone dove vengono dati gli ultimi tocchi alle preparazioni. Una full immersion nell'eleganza del Sol Levante.
Saikesushi. Via Forte Marghera, 77 - Mestre. Tel: 0414768155

Cucina vista pranzo coi fiocchi

Pranzando da Open Bistrot ti accorgi di come bellezza (e la bontà) stiano nella semplicità. Qui trovi un menu di piatti del giorno con tante soluzioni furbe, come le insalatone e il piatto unico, che arrivano in tavola direttamente dalla grande cucina a vista, proprio al centro del locale, dietro allo scenografico bancone. Piccoli, semplici lussi, al giusto prezzo.
Open Bistrot. Via Giuseppe Paganello, 8 - Mestre. Tel: 0415316137

Cucina vista hamburger

Il tempietto mestrino dello snack di qualità non ha niente da nascondere. La cucina è a vista e si trova proprio all'entrata del locale, per provocare la copiosa, proverbiale acquolina in bocca ancor prima di accomodarsi. A vista ma senza invadere la sala, mi piace perché, nonostante tutto, resta sobria.
Bistrot 55. Piazza Ferretto, 55 - Mestre. Tel: 3929169903

Cucina vista Libano 

Il piano terra del ristorante Fairouz assomiglia quasi a un bacaro veneziano. Piccino, accogliente, con una vetrina ricolma di golosità (in questo caso si tratta di dolci, come i baklava) e una cucina vista dal minuscolo spazio vitale. Solo lo chef Ibrahim Hoda sembra in grado di raddoppiarne le dimensioni, quando è in postazione.
Fairouz. Via Olivi, 53 - Mestre. Tel: 3282999303

Cucina vista Golfo di Napoli

Mangiare i piatti della cucina tipica partenopea - pizza con il cornicione compresa - al centro commerciale è un'esperienza fuori dal comune, resa più veritiera dalla grande cucina a vista di Don Peppe, popolata da indaffarati cuochi napoletani in divisa. Al di là del vetro c'è tutta Napoli.
Don Peppe - Nave de Vero. Via Arduino, 20. Marghera. Tel: 041927721

Cucina vista mondo vegano

Qui la curiosità aumenta. Di cosa è fatta la maionese vegana? Come si tengono legate le polpette senza uova? E i budini senza latte, di che diavoleria si tratta? I cuochi alchimisti di VgOloso si mettono volentieri sotto la lente d'ingrandimento dei commensali con la cucina a vista più spiata della città.
VgOloso. Viale Ancona, 10/a - Mestre. Tel: 0413095669

Immagine di copertina di Saikesushi

  • TENDENZE FOODIES
  • SPENDO POCO E MANGIO BENE

scritto da:

Martina Tallon

Amo mangiare ma sono sempre a dieta, non riesco mai a stare ferma anche se alla guida sono un pericolo, adoro andare per locali però sono un po' tirchia. Le contraddizioni sono il mio pane quotidiano: mai prendersi troppo sul serio.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Le migliori Osterie d'Italia, i premiati tra piatti della tradizione e osti che la sanno lunga

Le menzioni della Guida alle Osterie d'Italia 2020 di Slow Food, giunta all'edizione numero trenta (e sempre fonte affidabilissima).

LEGGI.
×