I musei di Milano restano chiusi: ecco quelli "aperti" online

Pubblicato il 5 gennaio 2021 alle 19:11

I musei di Milano restano chiusi: ecco quelli "aperti" online

Come già avvenuto nel corso del primo lockdown, cominciano nuovamente le attività dei principali musei milanesi online. D'altronde un dato è certo: prima di metà gennaio non si potrà riaprire. Le principali attività degli istituti comprendono non solo mostre virtuali ma anche dirette social di approfondimento. 

Ecco tutti i musei "aperti" online e gli appuntamenti da non perdere dedicati agli appassionati d'arte. 

La Pinacoteca di Brera 

Vera e propria istituzione meneghina: la Pinacoteca di Brera, inaugurata nel 1776, è una delle pià importanti e rappresentative strutture museali della città con una delle più celebri raccolte in Italia di pittura, soprattutto veneta e lombarda, con importanti pezzi di altre scuole. La Pinacoteca continua il suo progetto di messa online delle opere con Brera On air messo a punto a novembre, proprio a ridosso della seconda chiusura. L'idea, nata durante il primo lockdown, è stata studiata e approfondita al fine di offrire una vera e propria esperienza di visita online. Messi a disposizione video racconto delle opere, presentazioni dei curatori, visite dei depositi, accesso alla collezione e molto altro. Perché "Un museo è più della sua collezione. Un museo è anche quello che il museo fa con la sua collezione, la valorizzazione delle competenze, le storie, il patrimonio."

Il Museo Poldi Pezzoli

Già durante il primo lockdown il Museo Poldi Pezzoli ha incrementato la sua presenza sui social per far sentire la sua vicinanza, nonostante tutto e per far rivivere, attraverso il digitale, le sue opere. Si sono resi disponibili online contenuti esclusivi, video, foto e brevi commenti alle opere soprattutto su Instagram e sul canale IGTV. 

Il Museo del Novecento 

Anche se, di certo, il suo fascino online un po' si perde, il Museo del Novecento situato nel Palazzo dell’Arengario in piazza del Duomo, non abbandona i tanti affezionati. Per visitarlo si può sfruttare una delle più moderne piattaforme: Google Arts & Culture, il neonato progetto del colosso americano che permette di visionare direttamente da casa più di 100 musei in tutto il mondo. Basterà cliccare su questo link per visionare in tutta sicurezza a casa una collezione di oltre quattromila opere di arte italiana del XX secolo. Oltre ad ammirare i quadri e le sculture è possibile scoprire molte informazioni in più grazie ai collegamenti ipertestuali. 
Il Museo ha inoltre da poco messo a punto un programma artistico didattico per i più piccoli: KITEDU900, una visita al museo narrata di soli 15 minuti. Oltre a questo è già online un laboratorio realizzato dall'artista Emilio Isgrò oltre ai campus online ed un laboratorio che porta i bimbi a commentare 30 opere. Qui maggiori informazioni. 

Gallerie d'Italia

Da Piazza della Scala al salotto di casa nostra. Già dopo il primo lockdown, le Gallerie d'Italia si sono prodigate per non chiudere del tutto. A fine ottobre hanno anche inaugurato una grande mostra dedicata a Giambattista Tiepolo (poi chiusa una settimana dopo). Per ovviare al grave problema, hanno messo a disposizione una visita virtuale alla mostra. Chiunque si collegherà al sito avrà a disposizione non solo il tour virtuale ma anche il commento del figlio dell'artista, Giandomenico Tiepolo, pittore anch'esso. 

Fondazione Prada

Fisicamente chiusa fino a nove disposizioni, Fondazione Prada si sposta online con alcuni progetti nati appositamente per il digitale come “Finite Rants”. La mostra, curata da Luigi Alberto Cippini e Niccolò Gravina, è costituita da una serie di 8 saggi visuali proposti a ritmo mensile e commissionati da Fondazione Prada a cineasti, artisti, intellettuali e studiosi. Qui maggiori info. La Fondazione è inoltre ben attiva nel mondo dei podcast con “Readings”, un’evoluzione dell’attività editoriale. Si tratta di un’antologia sonora composta da testi di studio, saggi critici e racconti d’autore commissionati dalla fondazione nell’ambito dei propri progetti multidisciplinari. Il progetto  riunisce una vasta selezione di estratti dai libri pubblicati dal 2012 ad oggi. 

Museo Nazionale della Scienza e della Tecnologia Leonardo Da Vinci

Anche il Museo della scienza e della Tecnologia non poteva abbandonare i tanti appassionati. per questo, sul suo sito, ha messo  a punto alcuni progetti digitali legati alla scienza: Storie Digitali. Tutte le "storie" del museo, passano al digitale attraverso video, podcast, app, esperienze di Realtà Virtuale e Aumentata, applied games, installazioni interattive e molto altro. 

Foto copertina OIST - Opera propria, licenza CC BY 3.0, 

  • NOTIZIE

scritto da:

Irene De Luca

Agenda, taccuino, registratore e macchina fotografica. Attenta alle nuove tendenze ma pur sempre “old school inside", vago alla ricerca di ispirazioni, di colori, di profumi nuovi per raccontare una Milano che poi tanto grigia non è.

POTREBBE INTERESSARTI:

Il piano di Fipe per salvare i ristoranti e l'appello al Ministro Patuanelli

"Serve ingranare una marcia diversa": Fipe e Fiepet propongono le nuove linee guida per una riapertura programmata e in sicurezza

LEGGI.
×