Gluten free a Roma e dintorni: ecco 6 locali dove i celiaci possono sognare

Pubblicato il: 22 giugno 2020

Gluten free a Roma e dintorni: ecco 6 locali dove i celiaci possono sognare

Fino a qualche anno fa essere celiaci era una bella fregatura. I ristoratori ti snobbavano ed eri costretto a mangiarti le classiche verdure grigliate. Insomma, una tristezza infinita. Adesso, però, il numero di persone celiache è aumentato e quella gluten free è diventata a tutti gli effetti una tipologia di cucina riconosciuta, tanto che pure i non allergici hanno iniziato ad apprezzarla. La pizza senza glutine è infinitamente più leggera di quella “classica” e tanti piatti della tradizione possono essere cucinati in versione gluten-free. Ecco 6 locali in cui i celiaci possono toccare il cielo con un dito.

Dove tutto è gluten free


C’è chi ha inserito nel menu qualche piatto gluten free e chi, invece, come Mangiafuoco, ha deciso di replicare (quasi) tutti i suoi piatti in una versione senza glutine. Il risultato è strepitoso, perché un celiaco che viene qui, ha la stessa varietà di scelta di chiunque altro. Quindi vai di olive all’ascolana, mozzarelline fritte, chips di patate cacio e pepe, supplì e fiori di zucca… come se piovessero! Tutte le pizze del menu hanno una versione gluten free e se vuoi mangiare la pasta ne esiste una variante per celiaci. Mangiafuoco è attrezzato anche per le bevande (c’è la birra senza glutine) e per i dolci (tiramisù, mousse, tortino al cioccolato e crostate si trovano quasi sempre, poi ci sono i fuori menu). Insomma, essere celiaco qui è una pacchia!
Mangiafuoco. Via Chiana, 37. Tel. 0685357255

Dove provare la bruschetta 


Prendi un ex fienile abbandonato. Arredalo in modo rustico con tavoli di legno e di ferro. Costruisci due cucine: una classica, una senza glutine. Ecco Manforte, il locale che ha rivoluzionato il modo di mangiare la pizza a Talenti. Il formato è quadrato e si può anche sceglierla bigusto: una grande opportunità per gli eterni indecisi! La chicca di questo locale è la bruschetta: ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i palati, sono croccanti e saporite. Pur essendo alimenti semplici, gli accostamenti sono ricercati: mortadella e stracciata, taleggio e bacon, zucca mantecata e quattro formaggi, baccalà in umido con patate, zucchine e pinoli!
Manforte. Via Giovanni Zanardini, 39. Tel. 06823871

Dove provare la cucina napoletana

Con o senza glutine non fa differenza. Da Mama Eat a Trastevere (ma anche a Napoli e Milano) c’è un menu identico per chi vuole mangiare "classico", senza glutine o senza lattosio. Una cucina tradizionale e innovativa che dà grande importanza alle intolleranze alimentari: per evitare qualsiasi tipo di contaminazione, ci sono due cucine differenti. Il menu è molto interessante e spazia nella cucina regionale napoletana: oltre alla classica ‘a past’ e patan’ (pasta, patate, provola campana e parmigiano grattugiato), si possono trovare gli ziti con ragù bianco di carne alla genovese e parmigiano grattugiato e il delizioso pacchero allo scoglio (vongole veraci, cozze, gamberi, pomodorini pachino e prezzemolo). Fra le pizze spicca la bufalina (pomodori San Marzano, mozzarella di bufala campana, parmigiano e basilico).
Mama Eat. Via di San Cosimato, 7/9. Tel. 065806222

Dove puntare sui primi piatti


La cucina romana è una passione che ti accompagna per tutta la vita. Al ristorante Evangelista è un sentimento che dura da decenni: Adele e la figlia Giovanna portano avanti la tradizione di famiglia con amore e dedizione. Da Evangelista i celiaci non sono un problema bensì una risorsa. Le proprietarie hanno studiato un menu 100% senza glutine che segue la stagionalità. Si comincia dal pane, che viene lavorato con farine macinate a pietra. Poi c’è la pasta a base di farine di riso e di mais che proviene dall’Antico Pastificio Umbro di Foligno. Per finire ci sono i dolci, autentiche prelibatezze: ne sono un esempio i sorbetti della casa e i semifreddi di caramello amaro e croccante di mandorle.
Evangelista. Lungotevere Vallati, 24. Tel. 066875810

Dove provare i fritti 


Sono tanti i celiaci che non vogliono rinunciare ai piatti più “goduriosi” della cucina italiana, primo fra tutti la pizza fritta. Al Pantha Rei hanno deciso di regalare questo piacere anche ai celiaci e preparano pizzollette gluten free da sentisse male. Anche i dolci sono buoni e delicati (la cheesecake è semplicemente divina). Il locale è molto carino, l’aria che si respira è accogliente e familiare. Il ristorante si rifornisce da Noobis Food, leader nel settore della celiachia.
Pantha Rei. Via della Minerva, 19. Tel. 0689021922

Dove provare la pizza 


Inizio col dirti che il viaggio fuori Roma ha il suo perché. La pizzeria Chirimoya ha qualcosa di davvero diverso, se non di unico, nello stile del locale stesso, ma, soprattutto, nella proposta gastronomica. Eclettica è quasi riduttivo. Caratteristica numero uno delle pizze sono gli impasti: qui non si utilizzano mai farine raffinate, ma si utilizzano solo farine biologiche e integrali. Non si trova mai lo stesso tipo di impasto da una settimana all’altra, perché gli ingredienti cambiano a seconda della stagionalità e della disponibilità; e poi, vuoi mettere la possibilità di ordinare pizze completamente senza lievito, così come senza glutine? Ma con carattere. Gustosissime.
Via Fratelli Colabona, 70. Genzano di Roma (RM). Tel. 3333595433

Immagine di copertina by Chinh Le Duc on Unsplash
Immagini interne prese dalle pagine Facebook dei locali

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI
  • TENDENZE FOODIES
  • VITA DI QUARTIERE

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Quando la tradizione è veramente per tutti. Il menù per celiaci del Ristorante Evangelista a Roma

I piatti della cucina romana 100% gluten free cucinati con amore e passione da Adele e da sua figlia Giulia nel loro storico ristorante nel cuore di Roma

LEGGI.
×