Nuove proposte a Firenze tra nuovi locali e vecchie conoscenze con una sola promessa: stupirti - marzo 2017

Pubblicato il: 30 marzo 2017

Nuove proposte a Firenze tra nuovi locali e vecchie conoscenze con una sola promessa: stupirti - marzo 2017

I nuovi locali sono come i regali di Natale: non vedi l'ora di scoprirli. A volte la sorpresa vale l'attesa, altre volte la delusione è cocente. La mia dipendenza per i locali trova la sua massima espressione nella spasmodica ricerca di nuove aperture e nell'attesa di provare e riprovare finalmente qualcosa di nuovo e con una proposta realmente differente e sorprendente. Ecco quali sono le novità della ristorazione fiorentina degli ultimi tempi a Firenze, tra nuovi locali e storici locali con nuove proposte:

Non il solito ristorante toscano

L'attesa è stata lunga e preceduta da una lunga e intrigante campagna Facebook quella che ci ha preparato all'apertura del nuovo locale Foody Farm, avvenuta il 23 febbraio in Corso Tintori. Ora è venuto anche il momento di scoprirne la proposta: piatti della tradizione preparati con prodotti toscani in modo originale e accattivante, come Pici cacio e wasabi, con sfilacci di bresaola di Manzo del Valdarno Lamprerolls di Chianina, maki di lampredotto di Chianina con salsa verde e salsa al peperone piccante, Cheesecase, cofanetto contenente tre tipi di pecorino con diverse stagionature, panini e i burger dagli accostamenti insoliti. Insomma, il posto ideale per mangiare toscano se si è stufi di mangiare il solito toscano.

La nuova pizzeria napoletana

Altra piacevole sorpresa è un nuovo locale aperto presso il Fosso Bandito, alle Cascine, il 2 marzo, con location svelata via mail agli iscritti all'evento solo la mattina dell'inaugurazione. Ecco la Buoneria. Si tratta di una pizzeria napoletana che utilizza l'antico metodo Starita, maestro pizzaiolo di Napoli, per la lavorazione dell'impasto, preparato con la farina di grano tenero 00 Pulcinella del Molino San Felice, lievitato fino a 36 ore, condito con pomodori San Marzano La Carmela, mozzarella campana di Latteria Sorrentina, olio extravergine d'oliva e basilico fresco e cotto nel forno a legna Forni Valoriani. Il risultato è una pizza napoletana verace in 8-10 versioni. Oltre alla pizza, fritti napoletani e piatti di terra e di mare tradizionali. La libidine: le Montanarine, pizzette di pasta fritta, condite con salsa di pomodoro, mozzarella ed una foglia di basilico. Di domenica per i bambini con meno di 8 anni la pizza è gratis ed è prevista animazione.

Il ristorante si fa fioraio

Una vecchia conoscenza ma arricchita di un nuovo servizio Lo Chalet Fontana che dall'11 marzo offre il "Pick n pay! Piante pronte per essere regalate", a cura di Il Calicanto, dal martedì alla domenica dalle 10:30 alle 18:00, presso il bar. Lo storico caffè letterario di viale Galilei già noto per la bellezza della location ora offre anche la possibilità di comprare piante e fiori, grazie all'apertura del vivaio del grande giardino del locale. Puoi trovare da fioriture stagionali, disponibili anche in bouquet, a specie più particolari. Lodevole anche il progetto di riqualificazione del giardino e dell'orto bioattivo Noa, basato sulla coltivazione in vasi o a terra sostenibile, che è stato portato anche nelle scuole. 

La nuova osteria di pesce che strizza l'occhio allo street food

Sono molto felice che Pescepane abbia deciso di aprire un locale. Di Pescepane quando trascorreva l'estate con la sua Apecar nello spazio de La Toraia di Lungarno del Tempio, ma anche qualche mese invernale all'interno del centro commerciale I Gigli, ho assaggiato davvero di tutto. E ora, dal 22 marzo, posso godermelo in una delle mie zone preferite, Sant'Ambrogio, al nuovo locale La Cucina di Pescepane. Tra le specialità, alcune proposte come la Panzanella di mare croccante, Parmigiana di mare, Tartare di baccalà e l'immancabile Gran fritto di Pescepane, più un  paio di piatti del giorno.

Il nuovo angolo tosco-orientale

Vecchia conoscenza anche Il Cibrèo, storico ristorante fiorentino il cui patron e chef, Fabio Picchi, ha pensato soprendentemente ad un nuovo locale nel locale: Il Cibleo - Tortelli e Ravioli. Il Picchi, da tutt'Italia conosciuto per l'amore spasmodico per la tradizione culinaria toscana, grazie ad un ristorante di Kyoto che gli ha trasmesso la passione per la cucina orientale, ha creato in via del Verrocchio un angolo con solo 16 posti a sedere, di cui 8 al banco, per assaporare i piatti che crea insieme ad una chef coreana e ad uno chef giapponese, che non tradiscono la tradizione toscana, ma la integrano con cotture e idee orientali.

(Foto di copertina di Ciblèo)
Per essere sempre aggiornato sui nuovi locali di Firenze, iscriviti alla newsletter di 2night
 

  • EAT&DRINK
  • MAGAZINE
  • NUOVE APERTURE

scritto da:

Maddalena De Donato

Lucana di nascita e fiorentina di adozione, ho scoperto in Toscana i veri piaceri della vita: mangiare bene, bere ancora meglio, viaggiare, condividere, ma soprattutto scrivere. L'unica arma che tollero è il cavatappi e scoprire nuovi locali è una dipendenza da cui non riesco ad uscire. Non a caso il mio blog si chiama Mad Tasting.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Tutto quello che devi sapere sulla vino-terapia in Italia: 10 location che uniscono enogastronomia e relax

10 Spa che vanno dalla montagna al mare, passando per le colline del centro Italia.

LEGGI.
×