​Cook Awards 2021 del Corriere della Sera, ecco i premiati

Pubblicato il 1 dicembre 2021 alle 10:23

​Cook Awards 2021 del Corriere della Sera, ecco i premiati

Sono i premi ideati dalla redazione di Cook del Corriere della Sera che vanno a quei professionisti che hanno ben chiaro quanto il cibo non sia solo un piatto, ma impegno, passione e presenza (anche internazionale).

E nella lunga infornata di premi non mancano nemmeno quelli di Cook del Corriere della Sera, attribuiti a personaggi del mondo del food – cuochi, scrittori, giornalisti, produttori, attivisti – di caratura nazionale e internazionale. Sono i Cook Awards 2021 che, riassume il corriere.it, si sono condensati in: “18 finalisti, 14 giurati, sei categorie, tre conduttori, innumerevoli ospiti presenti, tra cui Massimo Bottura, Alessandro Borghese e Noemi, nella cornice del locale Spirit de Milan”.

Come di consueto, la fase preliminare delle premiazioni ha visto la partecipazione dei lettori che, fino al 1° novembre, hanno potuto segnalare alla redazione le proprie preferenze. Successivamente, si è aperta la fase delle votazioni e a designare i vincitori una giuria composta da nomi illustri del mondo del food come: Lucio Cavazzoni, Massimo Donà, Beniamino Garofalo, Anissa Helou, Luca Iaccarino, Antonia Klugman, Marella Levoni, Paolo Marchi, Gian Luca Rana, Guido Tommasi, Fabio Torretta, Carolina Vergnano e Sabrina Zago.

Ecco tutti i premiati divisi per le rispettive categorie

Libri di cucina: Dan Saladino e il suo libro "Eating to extincion";

Chef novità dell’anno: Tina Marcelli chef del ristorante "Artifex" in Val di Fleres;

Innovazione: Moreno Cedroni;

Food Reporting: Edoardo Mocini che ha scelto Instagram come strumento per portare avanti la sua lotta contro lo stigma del peso;

Sostenibilità: Pasquale Polito che con il suo "Forno Brisa" a Bologna cerca di cambiare il modo di fare il pane;

Bartendering & Spirits Trend: Sabina Yausheva bar manager del "Dry" a Milano.



Foto dalla pagina Facebook di Forno Brisa

  • NOTIZIE

scritto da:

Maggie Ferrari

I miei ricci parlano per me. Scatenata e bizzarra la notte, frenetica e in carriera di giorno. Toglietemi tutto ma non i miei apericena in centro e la malinconia del weekend, quando mi manca Milano.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Pizza Day, l’appuntamento è fissato per il 17 gennaio

Una festa dedicata al lievitato tra i più famosi al mondo nel giorno di Sant’Antonio Abate patrono dei pizzaioli.

LEGGI.
×