Perché Portuense sta diventando una nuova meta per i foodies romani

Pubblicato il 4 dicembre 2022

Perché Portuense sta diventando una nuova meta per i foodies romani

Roma è una città sorprendente, in grado di regalare quel "friccicore" ad ogni suo angolo. Anche spostandosi dal centro - il luogo che, più degli altri, accoglie la miriade di turisti quotidiana - si possono ammirare paesaggi tutt'altro che scontati e, soprattutto, mangiare bene e come se non ci fosse un domani. Muovendomi di qualche chilometro e addentrandomi nella Roma che non t'aspetti, ho conosciuto un po' più da vicino il quartiere Portuense. Sorto lungo la via omonima che anticamente collegava il centro della città con il porto di Fiumicino, è una delle zone che ha maggiormente tutelato, nel corso degli anni, la conservazione delle aree verdi. È diventata tappa obbligata, dunque, per un weekend all'aria aperta tra sport e passeggiate. Tra una visita e l'altra, però, arriverà certamente il momento di fare una pausa. Per riposare le gambe ma, soprattutto, riempire lo stomaco. Ecco, dunque, qualche posto da appuntarsi nel caso in cui dovessi sentire quel fastidiosissimo brontolio alla pancia.

Per mangiare "senza limiti"

Ricavato da un'ex fabbrica sulla Portuense, Officine Resta è un locale a conduzione familiare, gestito col cuore. Pizza, panini, fritti e hamburger sono alla base di un menù semplice, ma composto da prodotti genuini e sempre freschi, "mixati" con maestria per esaltarne sapori e caratteristiche. La convivialità è la parole chiave di questo locale, che raggiunge il suo punto apicale nella formula dell'all you can eat, suo tratto distintivo, che l'ha reso la prima e l'unica hamburgeria e pizzeria no-stop della Capitale. Qui c'è sperimentazione, cura e ordine. Ma anche determinazione nel dare al cliente sempre la migliore versione del piatto, in barba a coloro che credono che "senza limiti" faccia rima con materie prime scadenti e una preparazione superficiale. Qui si lavora con l'amore e la passione che si tramandano solamente in famiglia. E con una gran voglia di "foodporn"!
Le Officine Resta. Via dei Silvestrini, 5 - Roma. Tel. 0664494530

Per fare scorpacciata di specialità italiane

È iniziata nel 2013 la storia di Tutto Ghiotto e l'avventura di Riccardo Rossi e Letizia Rotelli, veri cultori delle specialità gastronomiche artigianali. I due, provenienti da tutt'altra esperienza ma con una passione smisurata per i prodotti di qualità, hanno scommesso sull'eccellenza. E, dando un'occhiata al punto in cui sono arrivati, pare che la scommessa sia assolutamente vinta. Dal banco del mercato si sono trasferiti, dando vita a una vera bottega. Formaggi, salumi, conserve, pane, focacce, oli e pasta: sui prodotti che propongono non c'è da avere alcun dubbio in quanto a genuinità. Si può dire certamente la stessa cosa dell'altra parte del locale, il ristorante. In pochi metri quadrati c'è spazio anche per il pranzo e la cena, con una trentina di coperti apparecchiati con semplicità per gustare una selezione di specialità gastronomiche d'altissima qualità. Dalle pallotte cacio e ova alla chitarrina con il sugo di polpettine, passando per il baccalà e il coniglio. C'è da leccarsi i baffi.
Tutto Ghiotto. Circonvallazione Gianicolense, 149 - Roma. Tel. 3387817059

Per una tradizione innovativa

Riscoprire sapori andati nel tempo, sorprendersi per altri completamente nuovi. Da Friccico si cucina in maniera semplice, con grande attenzione per le materie prime e per i sapori. Ogni mattina, i proprietari Simone e Serena - per cui tutto sta ancora nel sapersi emozionarsi delle proprie passioni - fanno la spesa dai propri produttori. Da Cerveteri a Roma, visitano tre o quattro aziende agricole, scegliendo verdure appena raccolte e le carni degli animali che hanno visto allevare. I piatti che propongono cambiano spesso, vera "immagine" di una tradizione che si sposa con l'innovazione. Non più di quattro ingredienti e sapori immediatamente riconoscibili. Tra gli esempi, il foie gras maison, che da Friccico viene servito con una composta di pere e cipolle, rigorosamente fatta in casa. Oppure il petto d'anatra alla brace con caramella ripiena di coscia su salsa all'arancia. Il pranzo della domenica ha tutto un altro sapore.
Friccico Mangia&Bevi Bistrò. Viale dei Colli Portuensi, 169 - Roma. Tel. 0695213511

Bistrot di giorno, club di notte: per chi non sa scegliere (e vuole tutto)

Dinamico e innovativo locale a un passo dal Gazometro, lo Stadlin è di giorno un bistrot che dà l'opportunità ai propri ospiti di potersi incontrare dalla colazione al pranzo. Luogo di lavoro o studio grazie al confort delle sue sale interne (che fanno in modo sia considerato un vero salotto) e al silenzio del suo ampio dehors, cambia veste nell'ora dell'aperitivo. Grazie a proposte piatto-drink stuzzicanti, lo Stadlin è, nel corso degli anni, diventato un punto di riferimento per l'happy hour. Se ti fermerai qui a cena, una proposta gastronomica "fusion" ti coinvolgerà e ti "incollerà" alla sedia anche dopo il tramonto. E questo posticino si trasformerà in un club vivace, capace di accendere la notte della Capitale a suon di musica e ottimi drink. Se vuoi un consiglio, ecco il cocktail "Maleducata", con tequila, infuso di cacao e peperoncino, lime e soda al pompelmo rosa.
Stadlin. Via Antonio Pacinotti, 83 - Roma. Tel. 3277047890

Per un panino ignorante

Il Saloon del Panino è una vera istituzione quando si tratta di street food. L'atmosfera è rustica e accogliente, mentre il menù proposto è diviso in tre parti, con una farcitura esemplare a fare da minimo comune denominatore: i più richiesti, i più porconi e gli storici. Si va dal più "comune" Mega Cheddar, con doppio hamburger di manzo, doppio bacon, salsa cheddar e salsa rosa, al più "foodporn" Pulled Pork. Si tratta di un panino con maiale sfilacciato 18 ore di affumicatura, salsa barbecue, verza fresca croccante, cipolla caramellata, formaggio e cheddar fuso. Se poi ti parte la vena vintage e vuoi optare per uno degli storici, non puoi perderti l'Arizona (salame di cinghiale, bacon, rucola, funghi, mozzarella, maionese e crema di funghi) o il Mexico, con salame piccante, speck e tabasco. Per accompagnare e concludere la serata nel modo più giusto, un'ampia varietà di birre artigianali e dolci fatti in casa.
Saloon del Panino. Via Portuense, 519 - Roma. Tel. 3401760952

Per una cena "easy" con gli amici

Nel punto d'incrocio tra Villa Bonelli, Portuense e il CasalettoCiclostazione Frattini è un ristorante, ma anche pizzeria, griglieria e cocktail bar. Questo locale, che si rivolge a un pubblico trasversale per gusti ed età, accoglie i clienti in un grande zona all'aperto, ideale per una pizza in estate insieme agli amici. Poi c'è la sala interna, con la cucina, il forno a vista e la grande griglia da cui "escono" i succulenti spiedi di carne, presenti nel menù in diverse varianti. Il design degli interni è caratterizzato dall'uso di materiali come pelle e legno. L'uso di ferro e vetro, invece, fa in modo che si crei un oper air continuo con la veranda che fa da trait d'union tra sala e giardino. A proposito delle pizze, infine, ogni mese ce n'è una fuori menù: quella di novembre è fatta con impasto di Kamut sicilianoE poi fior di latte, zucca, patate e salsiccia.
Ciclostazione Frattini. Via Pietro Frattini, 136 - Roma. Tel. 065503707

Per un pasto all'insegna della romanità

Nuova piacevolissima apertura in via dei Colli Portuensi, ecco Anvedi. Si tratta di un ristorante in cui "romanità" è la parole chiave. Pizza bassa scrocchiarella e cucina locale fatta a mestiere. Ma non solo: oltre ai grandi classici, in questo posto troverai delle proposte che "te dico fermate". Bombe fritte ripiene di sughi della tradizione, ma anche piatti americani che, arrivati in Italia, continuano a farci sognare: Pulled Pork, Hamburger, Mac&Cheese e Ribs. Il tutto con quella "marcia in più alla romana", che fa in modo siano effettivamente indimenticabili. Per occhi e stomaco. A proposito della pasta, invece, l'obiettivo è la riscoperta dei sapori di una volta. E lo si fa grazie a tonnarelli, maccheroni e fettuccine "condite" in pieno stile tradizionale. Senza dimenticare la location: super pop e con scritte al neon ad accompagnare: "Anvedi chi ce sta".
Anvedi. Viale dei Colli Portuensi, 294 - Roma. Tel. 0687561033

Se vuoi puntare sull'istituzione

Caffetteria, pasticceria, gelateria, bistrò e chi più ne, ne mettaIl Pozzo since 1973, tra aperitivi con cocktail e appetitosi taglieri, enormi coppe di gelato e dolci sapientemente preparati, è diventato un punto di riferimento e vero polo di attrazione della vita mondana di Portuense e dintorni. In questo locale si fondono tradizione, gusto e fantasia di tre generazioni tra prodotti di ottima qualità, maestria nella lavorazione e arte nella produzione gastronomica. A proposito della location, all'esterno sono presenti tavoli da pic-nic per i gruppi più numerosi, sul patio tavolini e divanetti per godere di tramonti indimenticabili. E poi la sala interna, un ampio spazio curato in ogni dettaglio. Un ambiente super elegante, che si sposa alla perfezione con feste ed eventi speciali. Ma anche con la vita di tutti i giorni, per trasformare anche un happy hour in un'occasione speciale.
Il Pozzo since 1973. Viale Isacco Newton, 86 - Roma. Tel. 066536837

Per "ammazzarsi" di cibo orientale

Se la cucina della tradizione oggi proprio non ti va, e vuoi optare per qualcosa di più esotico, niente paura. Alla fine dei Colli Portuensi c'è Neko, "un progetto d'amore e passione per la cucina orientale". La formula è quella, ormai rinomata, dell'all you can eat: 18.90 il prezzo per il pranzo, 25,90 quello per la cena. La location è super curata, particolare e alla moda, con un piccolo spazio esterno. E il menù proposto si distingue dai "tipici": da Neko è tutta un'altra storia. Non manca nulla: si va dagli antipasti crudi al sashimi, passando per gli hosomaki e i nigiri. E poi gli uramaki, in cui la scelta è praticamente infinita. Non voglio influenzarti, ma io ho una sorta di ossessione per il maki croccante philadelphia, con salmone e salsa teriyaki. E da Neko lo fanno alla perfezione. La freschezza degli ingredienti si sente al primo morso. Non te ne pentirai, fidati.
Neko Sushi Monteverde. Piazzale Eugenio Morelli, 14 - Roma. Tel. 066534750

Per gustare prelibatezze in tranquillità

Un giardino privato nel cuore di Portuense. Bistrout è un salotto all'aperto, giovane e accogliente, per incontrarsi, bere un caffè, pranzare, cenare, ma anche rilassarsi con un aperitivo o un cocktail dopo cena. L'ambiente è intimo, lontano dal rumore e dalla folla, per tutti coloro che vogliono trascorrere momenti lieti e gustare curiosità gastronomiche in tranquillità. Del menù fanno parte i taglieri, gli sfizi (ad esempio, salmone affumicato, ananas, pepe rosa e sognino). Poi ci sono i piatti principali: ho amato, come nel più classico dei colpi di fulmine, la guancia di manzo beneventano brasata con purè di patate e funghi. Da bere, invece, si va dalla caffetteria, thè e tisane, per concludere a serata inoltrata con vini, birre artigianali, 7 versioni di spritz, cocktail classici e "della casa". Scegli il "Let's Party", con vodka, aperol, passion fruit, succo di lime e zucchero liquido. La festa inizierà per davvero!
Bistrout. Via Virginia Agnelli, 96/98 - Roma. Tel. 0668589069

Immagini interne prese dalle pagine Instagram dei locali 
Immagine di copertina dalla pagina FB di Ciclostazione Frattini

  • VITA DI QUARTIERE

scritto da:

Elena Bravetti

Nata nel '95. Giornalista per passione, sognatrice a tempo pieno. Appassionata e determinata, amo conoscere e raccontare. Romantica da fare schifo, le dediche più tenere continuo a riservarle allo spritz e alla pizza, indiscutibilmente le mie debolezze".

POTREBBE INTERESSARTI:

Torna Cantine Aperte, l’appuntamento più amato tra gli amanti del vino (ma non solo). Tutti gli eventi

Cosa aspettarsi dal weekend del 25 e 26 maggio? Ecco alcuni degli appuntamenti per i 32 anni dal boom dell’enoturismo.

LEGGI.
×