La storia nel piatto: a cena in 7 palazzi storici di Lecce

Pubblicato il: 11 marzo 2020

La storia nel piatto: a cena in 7 palazzi storici di Lecce

Capoluogo dell’omonima provincia e fulcro culturale del Salento, Lecce è una città dove si respira arte e storia dall’alba al tramonto. Una città a misura d’uomo, da scoprire passo dopo passo, e da vivere in ogni stagione. Conosciuta anche come la “Signora del Barocco”, questa città pullula di palazzi e corti che ne raccontano non solo la storia artistica, ma che ti catapultano in un passato più o meno remoto, lasciandoti immaginare come fosse la vita di un tempo. Luoghi che fanno rivivere il passato e le tradizioni delle nostre origini, e che al giorno d’oggi, dopo secoli, pur mantenendo intatta la loro bellezza, si sono trasformati in qualcosa di diverso, nella fattispecie in trattorie, osterie, pizzerie o ristoranti. Vieni con me, ti porto a cena in un posto che profuma non solo di buone cose, ma anche di storia.

In un’antica scuderia nobiliare del ‘500 


Nel cuore del centro storico, poco distante dalla storica cornice di Porta Napoli, in un antico palazzo cinquecentesco abilmente restaurato ha oggi sede La Scarpetta Hostaria, un locale chic e accogliente, dove assaporare le migliori ricette della cucina mediterranea e salentina, talvolta rivisitate, ma sempre con l’utilizzo di ingredienti semplici e genuini. Tornando alla location possiamo dire che i pavimenti in lastricato così come le volte a stella e a botte  rendono ancor più particolare questo ristorante del centro città, che un tempo era sede di una scuderia nobiliare.
Via Principi di Savoia, 45 – Lecce – Tel. 0832.309575

In un sobrio ed elegante palazzo ottocentesco


Cambiando stile, facendo un balzo in avanti di tre secoli, andiamo a farci coccolare al ristorante gourmet Le Quattro Spezierie sito all’interno del rinomato Risorgimento Resort, uno splendido palazzo del centro storico, vicino a Piazza Sant’Oronzo, che conserva intatta la sobria eleganza della facciata ottocentesca. I suoi interni, invece, rappresentano l’incontro tra tradizione e il lusso degli ambienti, arredati con mobili e oggetti di gusto contemporaneo. Dal roof garden si può godere una vista bellissima sul centro storico mentre si mangiano i piatti creativi e gourmet abilmente preparati dall’executive chef Cosimo Simmini.
Via Augusto Imperatore, 19 – Lecce – Tel. 0832.246311

All’interno di Palazzo Personè


Siamo nel centro del cuore di Lecce, a soli 40 metri dalla Basilica di Santa Croce. Qui sorge il Palazzo Personè Dimora Storica, che deve il suo nome a un musicista locale del 17° secolo, Diego Personè, e dal 2016 ospita il Vico dei Bolognesi, un concept store veramente particolare, con shop di abbigliamento e accessori,  sistemazioni eleganti e un bistrot cafè, aperto dalla colazione al dopo cena passando naturalmente per l’aperitivo da gustare nella splendida area lounge. Nel menù, invece, un mix di pietanze e prodotti riconducibili sia alla tradizione emiliana che a quella pugliese, un’ampia scelta di vini, cocktail e liquori.
Via Umberto I, 5/7 – Lecce – Tel. 0832.1790302

In una corte dell‘800


Ricavata all'interno di un'antica struttura di inizio ‘800 (un tempo manifattura di tabacco), La Locanda del Borgo conserva nelle sale il profumo della tradizione unito alla forza di nuove idee. Soffitti a volte a stella in pietra leccese conferiscono un fascino antico all’ampia sala principale, caratterizzata da colori e luci calde, preludio di un’accoglienza impeccabile. Non manca un ampio spazio per cenare all’aperto, nella stupenda corte centrale, che permette di ammirare il cielo stellato nelle sere d’estate. Tra le specialità proposte ricordiamo l’ottima pizza cotta rigorosamente in forno a legna, la carne alla brace, gli antipastini sfiziosi e dolci da capogiro. Il tutto condito dalla simpatia e dalla professionalità di uno staff giovane e preparato.
Via Taranto, 289 – Lecce – Tel. 333.1080405

In un palazzo antico con cisterna romana


In uno dei vicoli caratteristici del centro storico di Lecce abbiamo avuto il piacere di scoprire l’Osteria della Divina Provvidenza, che propone un menù con pietanze tipiche del Salento rivisitate in maniera fantasiosa e originale. L’occhio “ha la sua parte” grazie all’ambientazione unica: immerso in un'atmosfera tipicamente barocca il locale è elegante e raffinato, con i suoi interni dalle mura bianche e le pareti in pietra nuda, volte basse e una cisterna romana a vista.
Via F. Rubichi, 4/C – Lecce – Tel. 0832.1792078

Accanto a un arco Cinquecentesco


A pochi passi dalla centralissima piazza Sant’Oronzo, immersa in una suggestiva atmosfera del ‘500, c’è la Locanda Arcu te Pratu, che prende il nome dall’omonimo arco cinquecentesco accanto al quale sorge il locale. A ciò si aggiunge il piacere di una cucina tipica, che porta in tavola numerosi piatti leccesi preparati con la maestria e i segreti di una volta: picci, orecchiette, ciceri e tria, taieddha, turcinieddhi, spumoncini e molto altro. Aperta da aprile in poi oppure su prenotazione.
Piazzetta Arco di Prato – Lecce – Tel. 328.7472110

In un’antica manifattura tabacchi


Semplice ma ricercato. Antico ma rinnovato. Enorme ma intimo. Così viene descritta la trattoria, ristorante e pizzeria Le Tagghiate, nata nelle sale di un'ex manifattura tabacchi. La location, poco da ribattere, è pazzesca: veramente grande, con un enorme spazio verde sia davanti che sul retro, in cui è possibile cenare immersi nella frescura profumata d'agrumi durante la bella stagione. In questo periodo, invece, piacevolissimo l’ambiente interno con volte a stella, suggestivo ed evocativo di un'epoca passata, lontana eppure viva e tangibile nell'arredamento e nel profumo di buono che si respira. Non meno importante la cucina, che valorizza i caratteri genuini e locali che da sempre fanno parte della filosofia della proprietà.
Via dei Ferrari, 1 – Lecce – Tel. 0832.359835

Immagine di copertina tratta dal sito de Il vico dei Bolognesi
Immagini interne dalle pagine FB dei locali

  • VITA DI QUARTIERE
  • CENA
  • TURISMO

scritto da:

Laura Sorlini

Vanta un’esperienza giornalistica competente e versatile maturata in anni di redazione. Appassionata di enogastronomia e turismo e sommelier, è alla continua ricerca di aspetti ed eventi da raccontare nelle rubriche che cura periodicamente per alcune delle più autorevoli riviste di settore.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Una musica può fare (del bene). Aperol e Rockin’1000 per la Protezione Civile

​Una band di 1200 musicisti da tutto il mondo uniti virtualmente.

LEGGI.
×