Ti porto in giro per Roma a mangiare delle super polpette

Pubblicato il: 2 settembre 2019

Ti porto in giro per Roma a mangiare delle super polpette

Ah, le polpette. Sono uno degli alimenti portanti della nostra adolescenza, non esiste bambino a cui non piacciano. Vista la composizione del prodotto, ce ne sono di tutti i tipi e per tutti i gusti. Roma, da questo punto di vista, non ha eguali: le polpette sono una colonna portante della cucina della Capitale e girovagando per la città è possibile “abbuffasse” come se non ci fosse un domani. A Roma dicono che le polpette so tutte bone, vero. Ma è anche vero che in alcuni posti lo sono ancora di più.

A Ostiense, a Monti e a Ponte Milvio


Tre quartieri, una sola cosa in comune: la passione per le polpette. Polpetta è un franchising nato a Roma da un’idea di Andrea Laurenza, Alessio di Cosimo e Giovanni Nerini, che hanno ideato una tipologia di cucina basata sulla lavorazione di questo piatto. Dall’antipasto ai contorni, la polpetta assume sembianze diverse e mutevoli. Si può cominciare con piccole polpettine come antipasto e poi passare a primi, che fondono tradizione e innovazione: ad esempio i tonnarelli all’uovo alla gricionara con guanciale, polpettine di pancetta e pecorino o gli gnocchi al sugo con polpettine di salsiccia e pecorino. Grande varietà anche nei secondi: romane, polpette tradizionali, dal mondo e vegetariane. Proprio il caso di dire, come il tradizionale cartoon, che piovono polpette.
Via del Gazometro 16, Roma, tel. 06 8953 1856
Via dei Capocci 26, Roma, tel. 06 482 4758
Via Flaminia 518, Roma, tel. 06 8947 8803

A Marconi


Creatività, fantasia, gusto. Questi i valori portanti di AllbiBox, che ha deciso di costruire attorno alla polpetta un mondo incantato fatto di gusti e sapori veraci. Qui la polpetta è regina incontrastata, è padrona e detta legge. Si va da quella classica (di manzo con salsa di pomodoro San Marzano) alla Carolina (polpetta di manzo e zucchine con salsa di zucchine e menta), passando per la Friarella (polpetta di salsiccia, provola e friarelli con provola affumicata) e per la Tacco e Punta (polpetta di manzo e ‘nduja con stracciatella di burrata). Le sorprese non finiscono qui, ce ne sono anche altri tipi. E a scelta si possono mettere dentro le insalate o dentro gustosi panini. Insomma, qui la polpetta è tutto tranne che una palla di carne. 
Via Francesco Grimaldi 48/50, Roma, tel. 06 558 1995

Ai Parioli


La polpetta stupisce, regala emozioni forti e sapori di classe. Al ristorante La Pariolina, fiore all’occhiello del quartiere, la polpetta è tradizione. Quattro le tipologie di polpette presenti nel menu: manzo al sugo, pollo al curry e riso basmati, melanzane alla norma e maialino e cime di rapa alla cacio e pepe. Quattro sapori raffinati distanti da loro ma accomunati dal gusto e dalla ricerca. La Pariolina è una delle eccellenze nel panorama romano e non poteva non offrire il suo contributo su questo alimento portante della cucina capitolina.
Viale dei Parioli 93, Roma, tel. 06 808 6002

Al Circo Massimo


Ci sono polpette meravigliose anche in luoghi che non ti aspetti. Uno di questi è l’Osteria Circo accanto al maestoso Circo Massimo, un locale un po’ vintage e un po’ retrò dove si respira un’aria particolare. Sul sito c’è scritto: da noi il romano si sente a casa, il forestiero si sente romano. Una dichiarazione di intenti chiara e senza dubbio d’impatto per questo locale che cucina le polpette come da tradizione. Solo due le versioni presenti, in chiave naturalmente romanesca: polpette della nonna al tegame (cotte nel sugo di pomodoro) e polpette di lesso di vitella fritte con purea di broccolo romanesco. Due piatti che non hanno bisogno di spiegazioni.
Via dei Cerchi 79, Roma, tel. 06 3107 8932

A Testaccio

Un’osteria contemporanea ma dai sapori tradizionali: i Fratelli Mori conquistano Testaccio con i loro primi cremosi e veraci e con le loro polpette realizzate con ingredienti poveri e tanto amore. Le polpette di bollito vengono preparate con lo scarto misto del bollito, pollo, manzo, poi impanate e fritte. Non importa che le varianti non siano tante, perchè la polpetta genuina, tradizionale, croccante fuori e morbida dentro colpisce dritta nel segno. La intingi nella maionese di rafano fatta in casa, la mordi e le papille gustative vanno in tilt.
Via dei Conciatori 10, Roma, tel. 331 323 4399

A Trastevere


La polpetta è innovazione ma anche e soprattutto storia e tradizione. Per questo motivo, se passi da Trastevere, non puoi non fermarti da Nannarella, una locanda che ha messo le sue radici in questo quartiere nel lontano 1930. Qui si mangia la cucina romana, quella vera ispirata alle ricette dei nonni e dei trisavoli. Ecco le polpette cacio e pepe, alla vaccinara, al baccalà con pomodoro olive uvetta e pinoli, al sugo di manzo e alle melanzane e patate. Porzioni generose, prezzi nella media. C’è tutta Roma dentro ogni polpetta.
Piazza di San Calisto 5, Roma, tel. 06 581 5378


Foto di copertina dalla pagina facebook di Allbibox

  • MANGIARE CON LE MANI
  • CIBO CHE FA BENE
  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Angelo Dino Surano

Giornalista, addetto stampa, web copywriter, social media manager e sognatore dal 1983. Una vita intera dedicata alla parola e alle sue innumerevoli sfaccettature.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​I ristoranti migliori dove farsi una scorpacciata di Tartufo Bianco d'Alba

Con i suoi 250 € all’etto di quest'anno si conferma la prelibatezza più costosa in tavola, ma bando alla tirchieria per una volta.

LEGGI.
×