A Venezia il mare è una religione: minguida ai ristoranti di pesce dove si mangia bene

Pubblicato il 7 aprile 2022

A Venezia il mare è una religione: minguida ai ristoranti di pesce dove si mangia bene

Quando scegliere è veramente difficile (ma non impossibile)

Quando è ora di scegliere un ristorante di pesce a Venezia non si sa mai da dove iniziare, perché la proposta è talmente ampia che è facile andare in confusione. Tra ristoranti storici, contemporanei e gourmet, l'offerta lagunare è in grado di soddisfare sia il tradizionalista convinto che lo sperimentatore di sapori nuovi. E per evitare che ti venga un mal di testa cercando di capire dove andare, qui trovi una lista di ristoranti dove mangiare pesce a Venezia. A te la scelta quindi, anche se il consiglio è quello di provarli tutti. 

Tradizioni veneziane e sguardo contemporaneo


All’Osteria Al Cantinon l'esperieza di Serghei Hachi, chef russo, ma veneziano d’adozione, ci dà davvero l'idea di rivisitazione della cucina veneziana, in chiave contemporanea. La sua cucina si basa su alcuni principi ferrei, tra cui l'utilizzo di prodotti del territorio, come le verdure delle isole della Laguna e il pesce del mercato di Rialto. La stagionalità e la selezione accurata delle materie prime rendono ogni piatto una garanzia. Qualche chicca dal menu: le capesante scottate con crema di carote all'amaretto e caffè, accompagnate da un crumble di mandorle. Oppure gli spaghetti neri alle seppie su crema di patate e zafferano con tartare di gamberi rossi. O, ancora, il filetto di San Pietro ai carciofi.
Imperdibili i tavoli a bordo canale, per una cena super romantica. 
Campo della Maddalena, 2152 - Cannaregio - Venezia. Tel: 0415243801

Dialogo con i Balcani e l’Oriente


Sudest 1401 è un ristorante che dialoga perfettamente con lo spazio artistico in cui è inserito, la V-A-C Foundation, tra i centri culturali più importanti di Venezia. Qui la cucina unisce sapientemente ingredienti locali e suggestioni orientali, dai Balcani all'Oriente estremo. Da Sudest 1401 puoi fare un pranzo o una cena diversi dal solito, ma anche un aperitivo, in una location ricca di fascino. La carta propone piatti come il salmone tiradito con erba cipollina, l'anguilla del Pò sgrassata con aceto di Modena, i tranci di sgombro dell'alto Adratico fritto, accompagnati da salsa allo zafferano e verdure di Sant'Erasmo. 
Palazzo delle Zattere, 1401 – Venezia. Tel: 0410996843

Giochi di consistenze e colori


Una squadra affiatata quella dell’Anice Stellato, in Fondamenta della Sensa. La cucina gioca con gli opposti: morbido-croccante, dolcezza-acidità. Dalle spezie non deriva solo il nome del locale, ma anche l'impronta inernazionale dei piatti, con un occhio di riguardo all’Oriente. Qualche esempio? I ravioli ripieni di branzino, brodo dashi, porcini scottati, katsuoboshi o la ricciola scottata, salsa ponzu, crema di cavolo cappuccio rosso, broccoli e radicchio al vapore.
Fondamenta de la Sensa, 3272 - Venezia. Tel: 041720744

Poste vecie


Per chi ama il fascino dei locali storici, l'Antica Trattoria Poste Vecie è un indirizzo imprescindibile. A pochissimi passi dal Mercato del pesce di Rialto, il locale risale al 1500, quando era la sede dell'attività di smistamento postale della Serenissima. Qui, tra affreschi e caminetti, Casanova incontrava molte delle sue conquiste, e ancora oggi il ristorante si caratterizza per l'atmosfera romantica. Per una cena a lume di candela, il menu propone grandi classici, ma sempre reinterpretati con tocco contemporaneo. Ecco, allora, il calamaro ripieno con gamberi, olive e basilico su crema di verdure di stagione, o gli spaghetti con scampi, fondo di crostacei, zest di limone e caviale.
San Polo, 1608 – Venezia. Tel: 041721822

Vittoria 1938


A pochi minuti dalla stazione di Santa Lucia, troviamo un locale che pur sempre evolvendo, ha saputo portare avanti fieramente una dimensione familiare. Fondato nel 1938 come pizzeria, diventato poi ristorante, Vittoria 1938 è oggi uno spazio intimo e curato che guarda alle radici veneziane con un animo aperto al mondo. Il merito va alla giovane coppia alla guida: Nicolò ed Elisabetta. Il menù è rispettoso della tradizione, ma la risalta, allo stesso tempo, con tocchi di modernità. Il risultato sono piatti come: i ravioli di baccalà con bisque di gamberi e katsuobushi; le seppioline laccate al profumo di lemongrass, crema di zucchine di Sant’Erasmo in scapece, maionese del loro nero e fegato; il famoso Baccalà 360°, signature dish del locale. Il 360° sta ad indicare che del classico baccalà essiccato si utilizza tutto, comprese lingua, trippa e pelle.
Santa Croce 745 – Venezia. Tel: 041718500

Wisteria


Il nome Wisteria, che dall'inglese si traduce con "glicine", richiama l'elegante pianta nel giardino interno del locale. Nato dal sodalizio di due amici, Wisteria è un ristorante prestigioso, dagli interni di design. La stessa cura estetica si ritrova nei piatti, sempre all'insegna della stagionalità. Grazie alla prestigiosa cucina, Wisteria ha ottenuto di recente una stella Michelin. Da febbraio il ristorante ha un nuovo chef, Valerio Dallamano, col suo menu "Serendipity": una cucina che unisce ingredienti bresciani, veneziani e internazionali, in un connubio di sosteniblità e sperimentazione. Tra le specialità: la capasanta con ginepro, rabarbaro e fasolari; o la zuppa di crostacei, scorfano, finocchio e umeboschi.
Fondamenta del Forner, San Polo 2908 – Venezia. Tel: 0415243373  

Sepa


A pochi passi dal ponte di Rialto, nella nota calle della Bissa, è racchiusa la summa della tradizione gastronomica lagunare. Sepa è un modo informale di gustare i piatti più rappresentativi della cucina veneziana, tra cicchetti, primi e secondi. Per entrare sono necessarie due cose: tanta voglia di assaggiare e il dialetto, per vivere la tradizione veneziana in tutti i suoi aspetti. 
Calle della Bissa 5482 – Venezia. Tel: 0413026336

Anzolo Raffaele


Nel Campo omonimo e accanto alla Chiesa che porta lo stesso nome, Anzolo Raffaele è un locale lontano dai circuiti più frequentati e segna il felice connubio tra la cucina veneziana e quella sarda. L’ambiente è quello di una trattoria accogliente, tra travi a vista e credenze. La carta è un gioco di rimpallo tra due solide tradizioni di mare: qui si possono trovare la millefoglie di carasau, puntarelle e bottarga di muggine; i ravioli sardi ricotta buccia d'arancio e pistilli di zafferano; e ancora il trancio di ombrina in crosta di timo e agrumi.
Dorsoduro 1722 – Venezia. Tel: 0415237456

Algiubagiò


Con una splendida terrazza che si affaccia sulla laguna nord, Algiubagiò gode di un'ottima location. Di recente al ristorante è arrivato Daniele Zennaro, nome che è una certezza in città. Il suo arrivo ha segnato un cambio di passo, che porta la tecnica al servizio della materia prima, valorizzandola al massimo. Esempi sono la capasanta thai in vasocottura con latte di cotto, lemongrass, polpa di peperoncino e coriandolo, servita con purea di mela verde e gocce di mango, o lo scampo al lardo con crema di porro, gelatina alle erbe e amaranto soffiato. 
Fondamente Nove, Cannareggio 5039 – Venezia. Tel: 0415236084

Sestante – Osteria di Mare


A due passi da Piazza San Marco si trova Sestante - Osteria di Mare, un ristorante interamente dedicato al pesce, soprattutto quello locale. Degno di nota il design degli interni, con un muro di doghe in legno ricavate dalle bricole, tipiche strutture veneziane utilizzate per indicare le vie d’acqua nella laguna. Lo stesso nome “Sestante” richiama lo strumento utilizzato dai marinai. Fortemente legato alla tradizione nautica della laguna, il ristorante propone un menù incentrato sulla qualità delle materie prime della zona e sulla creatività. Qui si può attingere da una vasta selezione di pesce crudo e ostriche di provenienza italiana, come la Perla Del Delta e le ostriche bianche di San Michele Del Gargano. Dal menù alla carta si possono scegliere i ravioli di seppia in brodo di pesce con radicchio di Treviso, o la piovra grigliata con variazione di finocchio, salsa all’arancio e anice stellato. È possibile anche optare per il menù “Degustazione Forcola” composto da 5 portate di pesce, per vivere appieno l’esperienza lagunare. Splendido il rooftop, da cui ammirare venezia, magari sorseggiando un ottimo calice. 
Campo S. Zaccaria, 4687, 30122 Venezia – Tel. 0414764210

Nevodi


Nel Sestiere Castello, una zona suggestiva che ospita l’unica “via” di Venezia, i Giardini della Biennale di inizio ‘800 e l’Arsenale, si trova un ristorante a conduzione famigliare. Si chiama Nevodi, che in dialetto veneziano significa “nipoti”, ed è guidato dallo zio Silvio Colauzzi. L’atmosfera conviviale e informale invadono l’ambiente, facendo sentire gli ospiti come a casa. Qui si mangiano piatti della tradizione, ma anche nuovi, rivisitati in chiave contemporanea. La chicca sono i paccheri fatti in casa con gamberi e pesto di pistacchi, guarniti con basilico fresco. Il menù propone un’ampia offerta di pesce, come la degustazione di crudo del mercato di Rialto o le capesante gratinate al forno con panure alle erbette, ma non mancano le specialità super veneziane come i cicchetti, la frittura e il baccalà mantecato. Di recente il locale ha aperto anche un’altra sede qualche civico più avanti, in cui propone una vasta selezione di pizze: Nevodi Pizzalab.
Via Giuseppe Garibaldi, 1785, 30122, Venezia – Tel. 0412411136

Oliva Nera


Con le sue collaborazioni con gli Stati Uniti, dal Texas alle Hawaii, fino a Washington, e i numerosi eventi internazionali, l’Osteria Oliva Nera merita di essere inserita tra i locali di questo elenco. Il servizio attento e l’ambiente accogliente e informale, mettono al centro dell’attenzione i clienti, che si tratti di veneziani o turisti, proponendo una cucina ancorata alla tradizione veneta. Il menù è in costante cambiamento, per garantire innovazione e qualità, ma non rinuncia mai ai sapori locali. Troviamo gli spaghetti con bottarga di Cabras, saor con polenta e seppie in nero con polenta.
Salizzada dei Greci, 3447/3417, 30122 Venezia – Tel. 0415222170

 
Foto di coperina del ristorante Sestante - Osteria di Mare.
Foto interne dalle pagine Facebook dei rispettivi locali.

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Margherita Maggio

Mi piace farmi raccontare una storia, cambiare umore ogni 5 minuti e collezionare stampi per i dolci. Per guadagnarmi da vivere vado a cena fuori la sera, e poi lo racconto su 2night: in fondo mi è andata alla grande.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Le più belle piscine all'aperto con acqua calda e vista panoramica sui monti

Programmi per i prossimi weekend? Immergersi nell'acqua calda in montagna.

LEGGI.
×