I 12 re di Roma: i supplì che proprio non puoi perderti in città

Pubblicato il: 5 marzo 2019

I 12 re di Roma: i supplì che proprio non puoi perderti in città

Dai “grandi classici”, alle new entry: ecco dove mangiare i più buoni supplì nella capitale

Dopo trentaquattro anni di esperienza come mangiatore seriale di supplì è giunto il momento di tirare le somme e svelare al mondo i miei dodici supplì preferiti di Roma. Mi baso principalmente su tre criteri di valutazione: la qualità del fritto (unto, ma non troppo), la cottura del riso (che non deve mai diventare un mappazzone incollato), ed infine la qualità e la quantità di ragù utilizzato. In un mondo, quello della ristorazione romana, dove il supplì surgelato si sta espandendo come i tentacoli di una piovra, la tradizione del supplì nella Capitale rimane comunque coltivata e mantenuta con amore. Ecco, allora, i più meritevoli.

Quelli che fanno..

..Faville! O meglio, Favilla, come il nome di questo locale aperto da poco in zona San Giovanni ma che già si è guadagnato il posto in classifica tra le migliori pizzerie di Roma. I fritti sono home made e i supplì sono croccanti e filanti, decidi tu se classici, all'amatriciana o cacio e pepe.

Supplì 3.0 della mamma e della nonna

Verso Roma Portuense puoi trovare fritti espressi della casa, come i mitici supplì fatti a mano, ogni giorno, da nonna Teresa e mamma Cristina nelle cucine di Officine Resta. Un lavorone che produce succulenti risultati.

In fiaschetteria​

A pochi passi dalla  basilica di San Giovanni si sente molto parlare di Al Grottino per la qualità della pizza. Aggiungerei che i fritti della tradizione non sono da meno: ottimi i supplì, come gli altri fritti della casa: crocchette, olive ascolane e non solo.

Il Festival del Supplì

C’è un bellissimo ed enorme locale alle porte di San Basilio che addirittura organizza un Festival dedicato tutto al supplì. Da Straforno potrai assaggiarne veramente di tutti i tipi e tutti rigorosamente preparati in casa freschissimi ogni giorno. Una delle migliori sorprese in fatto di supplì dell’ultimo anno a Roma.

I supplì giganti a Furio Camillo

Altra nuova scoperta dalle parti del Tuscolano, in quel di Viale Furio Camillo, è Metrò Pizza dove il supplì è assolutamente gigantesco e meraviglioso. Sicuramente da annoverare tra i più grossi e i più sugosi di Roma (un supplì qui ne vale due altrove). Ma ci sono quelli speciali che meritano tutti di essere assaggiati, come ad esempio uno strepitoso supplì “alla pescatora” con vero risotto alla pescatora freschissimo.

Non solo leggenda 

Mio nonno e, dopo di lui, mio padre mi hanno sempre raccontato della leggenda del supplì di Franchi, storica salsamenteria di via Cola di Rienzo. Forse non sono più buoni come quarant’anni fa, ma se ci capito davanti una sosta la faccio, eccome!

Ben quattro tipi di supplì

Sora Milvia è un indirizzo frequentatissimo dai giovani e dai meno giovani di Roma Nord, famoso per i 4 tipi di supplì (amatriciana, cacio e pepe, classico e radicchio e gorgonzola) serviti sempre caldi e fragranti.

Quelli fatti in casa

Luciano e Gianni è una piccola pizzeria a taglio di quartiere, come migliaia ce ne sono a Roma, ma qui si servono dei meravigliosi supplì fatti in casa di due gusti: classico al ragù e pecorino e spinaci. Il secondo merita il pellegrinaggio.

Supplì gourmet

Pizzeria famosa non solo per le sue ormai leggendarie pizze gourmet di La Gatta Mangiona, ma anche per i suoi supplì, ogni sera diversi a seconda della fantasia dello chef. Tra i tanti cito quello asparagi e zafferano e il supplì “alla pescatora” con frutti di mare freschi.

Come l'antica ricetta tradizionale

La nuova creatura di Arcangelo Dandini, uno dei “senatori” della ristorazione romana, è ormai un punto di riferimento per gli amanti del fritto e dello street food tradizionale. Da Supplizio si può assaggiare il supplì con il ragù di animelle, che pare essere la vera antica ricetta originale.

Dal Re dello street food

Da Sbanco, Stefano Callegari è il re indiscusso della pizza e del cibo da strada romano (il suo trapizzino è appena sbarcato a NY). Ma non sono da meno i suoi strepitosi supplì, tra i quali preferisco senza ombra di dubbio il “Frascati”, fatto con porchetta e riso mantecato nel vino bianco.

Una meraviglia a Testaccio

Anche Testaccio, patria della cucina romana doc, torna ad avere un supplì fatto come dio comanda. Sto parlando di quelli sfornati continuamente dal nuovissimo Forno Assoluto di via Galvani. Panatura perfetta, riso cotto alla perfezione e giusto equilibrio con sugo e mozzarella. Forse il migliore supplì assaggiato negli ultimi 5 anni a Roma.


Foto di copertina di David Vo da Flickr CC 

Iscriviti alla Newsletter di 2night
 

  • MANGIARE CON LE MANI

scritto da:

Lorenzo Coletta

Romano, giornalista, dopo una prima esperienza di giornalismo radiofonico con l'agenzia Econews, ha cominciato ad appassionarsi al grande mondo dell'enogastronomia. Ha contribuito nel 2014 alla redazione della Guida dei Ristoranti di Roma di Puntarella Rossa edita da Newton Compton.

IN QUESTO ARTICOLO
  • Al Grottino

    Via Orvieto 4, Roma (RM)

  • Officine Resta

    Via Dei Silvestrini 5, Roma (RM)

  • Straforno

    Via Del Casale Di San Basilio 19, Roma (RM)

  • Favilla

    Via Urbino 35, Roma (RM)

  • Gastronomia Franchi

    Via Cola Di Rienzo 200, Roma (RM)

  • Pizzeria Luciano e Gianni

    Via Gian Francesco Albani 39, Roma (RM)

  • Forno Assoluto

    Via Galvani 35, Roma (RM)

  • Sbanco

    Via Siria, Roma (RM)

  • I Fritti de Sora Milvia

    Via Cassia 4, Roma (RM)

  • Gatta Mangiona

    Via Federico Ozanam 30, Roma (RM)

  • Metrò Pizza

    Viale Furio Camillo 25, Roma (RM)

  • Supplizio

    Via Dei Banchi Vecchi 143, Roma (RM)

POTREBBE INTERESSARTI:

​Whisky bar da conoscere. Perché lo stereotipo whisky, uomo di mezza età (e da bere liscio) è roba vecchia

E' prepotentemente di moda bere vintage, ovvero, cocktail a base di whisky dietro al bancone di speakeasy dal fascino indiscusso.

LEGGI.
×