Non solo di carne vive l'uomo: i migliori fishburger di Roma

Pubblicato il: 24 gennaio 2019

Non solo di carne vive l'uomo: i migliori fishburger di Roma

Quando pensi all’hamburger immagini un panino alto, lucido e stracolmo di ingredienti e salse. Pensi alla lattuga impregnata di ketchup, al cheddar filante, al bacon croccante e poi a lei: alla carne. Pensi a quel fantastico, alto, succoso disco di macinato di manzo cotto alla griglia. Diciamo la verità, quando pensi all’hamburger pensi alla carne.
Ma ormai non c’è più monoteismo: gli hamburger esistono anche di pesce e non hanno nulla da invidiare ai cugini carnivori.

Il fishburger di qualità


Street food di pesce fresco nel bel quartiere di Borgo Pio con Nereo Fishbar. Qui, Lorenzo De Marco, con alle spalle una famiglia esperta nel settore della pesca, propone una cucina veloce di pesce fresco di prima qualità. Tra i vari piatti, da mangiare anche tra le strade più suggestive della Capitale ci sono i fishburger.
Imperdibile è il polpo burger con polpo verace fresco, patate e patè di olive nere, morbido e delicato, oppure il pesce spada burger con il trancio di spada cotto al vapore, il tonno burger e il merluzzo burger. Niente fritti o niente impanature, solo il gusto ed il sapore del vero pesce fresco di giornata.

Il fishburger del Porto


Fratello gemello del vicino Quarto, Porto Fish and Chips, nei dintorni di Piazza Cavour, propone una cucina di pesce gustosa e semplice contaminata da influenze inglesi e americane. Tra le proposte emergono hamburger gourmet di pesce di Roma come lo Spicy Tuna con lattuga fresca, tonno mantecato con mayonese al limone e salsa thai, oppure il Baia Naval con pesce spada affumicato, rughetta e insalata capuccina.
Intriganti sono anche i wrap di pesce, rotoloni di pane arabo con pesce proposti in diverse varianti.

Il fishburger alla moda


A Via Terenzio, a pochi passi da Piazza Cavour c’è Ted Burger & Lobster, un locale alla moda con musica, cocktail e aperitivi, e un pizzico di esotismo. Dopo la seconda apertura in zona Ostiense, Ted si è fatto conoscere in tutta la Capitale per i suoi lobster rolls con astice e gamberi ma anche per i suoi burger di cernia o di salmone marinato agli agrumi e zenzero, con rucola, pomodori e maionese al lime. Altissima è la qualità degli ingredienti, dal pesce sempre fresco al pane del forno Prelibato di Monteverde. Ottime sono anche le patatine in abbinamento.

Il fishburger contaminato


In via Riano e in via Dario Niccodemi c’è Fish Lab, un laboratorio di cucina specializzato in piatti di pesce veloci ma gustosi. Seduti ai tavolini o al bancone si può scegliere fra tortillas al polpo, cartocci di frutti di mare o panini con merluzzo, gamberoni o salmone. Questi sono sempre i più richiesti perché preparati in maniera insolita con salse e condimenti da tutto il mondo. Tra i più amati c’è lo shrimp sandwich con gamberoni fritti nel panko, lattuga, olio piccanti e mayo al lime, oppure il Banzai Burger con salmone marinato alla teryaki, maionese al wasabi, cipollotto verde e tobiko. Il merluzzo, che al Fish Lab è famoso fritto in pastella, viene anche inserito nel pane, o fritto o alla piastra con avocado e salsa tartara.

Il fishburger gourmet


Nel quartiere Prati c’è un ristorante giovane ma elegante che propone pesce fresco in veste contemporanea ma minimale.Il suo nome è Banchina 63 e nell’offerta include anche i fishburger. Molto particolare è il Polpo Burger, dove un pane al nero di seppia avvolge dei grandi tentacoli di polpo piastra, stracciatella e friarielli saltati. Più delicato e leggero è invece il Catalana burger con gambero rosso, dadolata di sedano, patate e cipolla rossa. Per un pranzo piacevole, un aperitivo veloce o una cena più impegnativa questi panini sono l’ideale.

Il fishburger del Marinaio Olandese


A pochi passi da Castel Sant’Angelo c’è Fisherman Burger, una ristò-pescheria famosa nella Capitale per i suoi lobster roll e ovviamente burger di pesce.
Quattro sono i ripieni tra cui scegliere: c’è il panino del Pescatore con salmone, crema di patate, rucola, peperoni, olive taggiasche e salsa speciale; oppure c’è quello del Mozzo con merluzzo, spinaci, bacon, maionese e scamorza affumicata; o ancora l’amatissimo Barbarossa con tonno, cime di rapa, stracciatella, pomodori secchi e cipolla di Tropea. Particolare è invece il burger del Galeotto con calamari fritti. Tutti i panini sono serviti con le chips olandesi. Il locale è sempre affollato, adatto per una clientela giovane.

Foto di copertina da pagina Facebook di Ted Lobster & Burger

Se vuoi rimanere sempre aggiornato iscriviti gratuitamente alla newsletter di 2night!

 

  • SPENDO POCO E MANGIO BENE
  • TENDENZE FOODIES
  • CENA

scritto da:

Francesca Feresin

Ex studentessa del Liceo Classico Virgilio di Roma e futuro medico, mi scopro gourmet all’età di dodici anni dopo una cena illuminante ad una delle tavole più stellate della scena capitolina. Tra atticismi e artifici di filosofi e oratori del passato, trovo posto per pranzi e cene, tradizionali e all’avanguardia, che gusto all’insegna delle sentenze greche e latine di un tempo. Tracce, fili, spie di momenti di vita gustativa sono l’oggetto favorito delle mie giornate.

POTREBBE INTERESSARTI:

10 malghe e rifugi gourmet: mangiare bene, e tanto, in alta quota

Quando scatta quella pazza voglia di raclette, yogurt di malga con i frutti di bosco e vinello dolce.

LEGGI.
×