Porta Romana gourmet. Sì, e per tutti

Pubblicato il: 28 dicembre 2019

Porta Romana gourmet. Sì, e per tutti

Di solito è il fine settimana il momento migliore per una cena fuori. Nel caso si trattasse di un’uscita di coppia, è importante che il ristorante sia all’altezza delle aspettative. L’occasione richiede una cena con un tocco gourmet, ma non pensare a ristoranti stellati e a servizi ingessati: in Porta Romana la cena gourmet è per tutti. Basta sapere dove andare.
Ti faccio fare un giro alla scoperta di qualche cena diversa dalle altre, con proposte che stupiscono il palato ma non il portafoglio.

Per la tartare


Per me è sempre un piacere. Quando decido di cenare da Tiraboschi 6, non so resistere alla tartare. Se ti piace la carne, puoi provare la tartare al cognac: noce di scottona bavarese, tuorlo d’uovo, cipolla rossa, capperi e acciughe, cognac e limone. Se, invece, vuoi andare sul pesce, c'è la tarare di tonno su letto di tenera misticanza, avocado, ristretto di aceto balsamico e salsa teriyaky, germogli e crema di barbabietola allo yogurt. L'ambiente elegante ma non troppo formale, insomma perfetto.
Tiraboschi 6 - Via Gerolamo Tiraboschi, 6 - Tel.0287286590

Per il cocktail 


Il Particolare ha uno stile vagamente provenzale, ingredienti freschissimi e un ottimo cocktail bar da sfruttare prima di cena, per un aperitivo oppure per il dopo cena. La cucina è curata dallo chef Andrea Cutillo, senza voli pindarici ma sempre in grado di sorprendere il palato. Dietro al bancone, invece, lavora la barlady Anna Ardò, che ha creato una drinklist “curativa”, ispirandosi all’antica alchimia dei monaci.  Ti consiglio l'Ipocondriaco, miscelato con vodka, succo d’uva, liquore di rabarbaro Quaglia, gocce di tintura madre di Astragalo e ghiaccio aromatizzato alle violette.
Particolare Milano - Via Tiraboschi, 5 - Tel.0299266176

Per la carne


Se l’idea è quella di mangiare una fiorentina come si deve, allora prenota ne La Cucina de’ Mibabbo, ristornate toscano dalla location curata e con una carta per nulla banale. La pasta fresca è fatta in casa, i tagliolini al tartufo bianco sono ottimi e la carne è cotta alla brace. Ti consiglio la fiorentina di scottona o il filetto di manzo al rigatino toscano. Anche la selezione della cantina di vini è interessante, con etichette nazionali, sia toscane che non.
Trattoria La Cucina de’ Mibabbo - Corso Lodi, 19 - Tel.0245488997

Per la pizza


Pasquale Pometto, il proprietario calabrese di Pizza AM, è pluricampione nei campionati di pizza. La carta propone sei pizze: Margheerita, Marinara, Napulitana, Pasquale, Caprese, Positano e Pomet. Gli ingredienti sono di prima scelta, ma la vera differenza la fa la lievitazione di 48 ore, che garantisce un’eccezionale digeribilità. Si trova in Corso di Porta Romana, nel weekend c’è sempre molta gente, quindi ti consiglio di arrivare molto presto o molto tardi, così da evitare la lunga fila all’ora di punta.
Pizza AM - Corso di Porta Romana, 83 - Tel.025510579

Per le trofie al pesto

 
La bocciofila annessa è l’ideale per smaltire la cena ligure che puoi guastare da U Barba. In dialetto genovese, il nome significa semplicemente "lo zio". Si trova tra Porta Romana e Piazzale Lodi, in via Decembrio. La cucina è quella tradizionale di Genova; l’originalità sta negli arredi che creano un’atmosfera vintage. La pasta fresca è fatta in casa, come le trofie al pesto con fagiolini e patate. Sono irresistibili anche le acciughe ripiene, croccanti fuori e gustose dentro, oppure la farinata di ceci.
U Barba - Via Decembrio, 33 - Tel.0245487032


Foto interne dalle pagine Facebook dei locali
Foto di copertina di Tiraboschi 6

  • VITA DI QUARTIERE
  • PIZZE PARTICOLARI E GOURMET
  • TENDENZE FOODIES

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

​Dining bond. Una scommessa sui pranzi e le cene che torneremo a fare

La “cena che verrà”, ma che fa del bene in tempo di chiusura forzata.

LEGGI.
×