Il leone ha le corna: dove portare il tuo lui (l'altro) a Venezia

Pubblicato il: 20 settembre 2019

Il leone ha le corna: dove portare il tuo lui (l'altro) a Venezia

Lo so, ti aspetteresti l'autore di questo articolo fosse un uomo, ma i tempi sono cambiati e a noi i cliché non piacciono. Usare uno pseudonimo non mi serve, visto che - naturalmente - scrivo per conto della solita amica di un’amica.
Ecco le parole che vuole ti riferisca: "Avere un amante da una sensazione di adrenalina costante, il brivido necessario contro la piattezza della vita".
Condividi? Se sì, questo pezzo potrebbe esserti utile. 

Riuscire a incastrare le uscite con la nuova fiamma e quelle con il fidanzato non è proprio cosa facile. La confusione è il primo rischio. Ti ritrovi, magari, a proporre all'uno cose già fatte con l'altro, sigillandole con la classica frase: "ti ricordi l'anno scorso quando siamo stati qui?... Ah no, scusami, forse ci venni con mia madre o con Annalisa". Secondo problema è quello tempistico: potresti ritrovarti un calendario d'impegni degno della Regina d'Inghilterra. Prendi il Polase ogni mattina, ti aiuterà. Vuoi mettere che adrenalina?

Tu come betryal-planner come sei messa? Io benino (visto che aiuto spesso l'amica dell'amica) e ti dirotto a Venezia per diverse ragioni: oltre a essere la meta più romantica del globo, le sue calli e i suoi campielli hanno nascosto nei secoli qualsiasi cosa, figuriamoci se non sapranno farlo con a te e il tuo amante. E allora via, seguimi nella città che conosco meglio al mondo. Ogni tanto la solidarietà femminile esiste.

In città

Quello con vista


Una vista impagabile sul bacino di San Marco, tanto dalla terrazza quanto dal dehor: questo è uno dei motivi per cui dovresti portare il tuo amante al Ristorante Principessa. Puoi guardare i giochi di luce che si creano sull’acqua durante una notte stellata, sorseggiando un bicchiere di Chardonnay fra uno spaghetto al nero di seppia e del pesce grigliato di giornata. E se l'inverno sopraggiunge fa nulla, tra dipinti e applique, la Sala Principessa risulta pienamente all'altezza. Poi, bisogna ammetterlo: considerando location, posizione e livello della cucina, i prezzi sono più che abbordabili, il che non guasta, specie se la cena gliela offri tu. 
Nel dopocena puoi farti un cocktail premium, o magari un brandy o un whisky. L'american bar del Principessa è piuttosto rinomato. 
Infine ti segnalo che questo è il ristorante dell’Hotel Savoia e Jolanda... sia mai a casa non ci volessi ritornare. 
Ristorante Principessa, Riva Degli Schiavoni, Venezia, tel. 0415206881  

Quello nascosto


Un appuntamento con l’amante non per forza si fissa a cena: ogni tanto la partita di calcetto del mio fidanzato in orario aperitivo capita proprio a fagiolo, quasi come la location di cui ti sto per parlare. Molto nascosta, tanto che per arrivarci devi provare a imboccare una stretta calletta, la Taverna al Remer è un piccolo spettacolo, specie se ti accomodi sul molo esterno e ti godi la vista su Rialto. Potrai al massimo trovare altre coppiette come voi (amanti anche loro?). Qui uno spritz tira l’altro e a un certo punto, forse, il panorama non sarà più l’unica cosa da cui il tuo amante non saprà staccare gli occhi.
Taverna al Remer, Cannaregio 5701, Venezia, tel. 0415228789

Quello classicone


Il luogo per antonomasia dove nascondersi con l’amante, godendo del suo buio, è sicuramente il cinema. Ti siedi in ultima fila, scivoli lungo la poltroncina se intravedi qualcuno che conosci e l’appuntamento è fatto. A Venezia, di cinema ne hai due: il cinema Giorgione e il più imbucato (seppur centrale) cinema Rossini.
Che film vuoi guardare? Fa niente, in questi casi, sia il film documentario sulla Ferragni o l'ultimo capolavoro di Polanski, non ha grande importanza.  
Cinema Giorgione, Cannaregio 4612, Venezia, tel. 0415226298  
Cinema Rossini,  Salita del teatro 3997 San Marco, Venezia, tel. 0412417274  

Quello rilassante


Cosa c’è di meglio che concedersi ogni tanto un po’ di sano relax? Quando sei stata quasi scoperta e hai rischiato di mandare entrambe le relazioni all’aria (maledetto messaggio di troppo) un pomeriggio alla Spa dell’Hotel Ai Reali è quello che ci vuole. Ora hai tutto il tempo per tirare il fiato e concederti del tempo con il tuo amante. Jacuzzi? Sauna? Bagno Turco? Qui hanno tutto: dopo qualche ora anche Venezia diventa un lontano ricordo e ti senti leggera come una nuvola.
Ma... ricorda l'appuntamento dell'aperitivo col tuo fidanzato... corri!
Reali Wellness Spa, Calle Seconda de la Fava 5527, Venezia 

Quello a prova di veneziano


Quando ti senti un'amante da manuale, ricorda che nel 1725 proprio a Venezia nasceva Giacomo Casanova, forse l’amante più conosciuto al mondo.
Per fare qualcosa di diverso (e stupire il tuo amante) ti consiglio di seguirne le orme. Nella frenesia tra Rialto e San Marco, lo sciupafemmine nostrano dava appuntamento (il primo precisamente) al Sotoportego dei Do Mori, per poi andare a mangiare con le sue donne in una vicina taverna. Con gli amici invece trascorreva il tempo nel ristorante Poste Vecie, da anni molto quotato e frequentato anche dai locali. Se vuoi cenare in un posto chic, suggestivo, ma pregno di tradizione, consideralo. Il menu si divide tra evergreen venezianissimi (baccalà mantecato, sarde in saor, spaghetti alle vongole, risotto al nero di seppia ecc.) e prelibate proposte di stagione. Immancabili le ostriche (questo cliché ci piace). 
Poste Vecie, San Polo 1608, Venezia, tel. 041721822 

Quello culturale


Manca ancora un lato di te da mostrare al tuo amante, quello intellettuale. Per esprimerlo, a Venezia, hai solo l’imbarazzo della scelta. Ma non puoi sbagliare se lo porti al Peggy Guggenheim, residenza veneziana della nota collezionista e mecenate americana, per apprezzare Cubismo, Futurismo, Surrealismo, Modernismo ecc.. con pezzi da novanta come Picasso, Braque, Mirò, Chagall, Duchamp, Fontana, Klee ecc. Se poi ti spingi fino al terrazzino che dà sul Canal Grande, oltre ad una bellissima vista, potrai mostrare al tuo amante anche la casa di un collega.. ehm, volevo dire un poeta: la Casetta Rossa dove D’Annunzio trascorse parte della vita ai tempi del burrascoso (e fedifrago) rapporto con la Duse.
Peggy Guggenheim Collection, Palazzo Venier dei Leoni, Dorsoduro 701, Venezia  
Casetta Rossa, Fondamenta Venier Dai Leoni, Dorsoduro 1 , Venezia

Nelle isole

Quello firmato


Se oltre ad essere “nascosto”, il luogo designato per l'incontro galeotto è poco frequentato anche dai locali, hai vinto il jackpot. L’isola di San Giorgio Maggiore, raggiungibile esclusivamente in vaporetto, oltre ad ospitare la meravigliosa Fondazione Cini, da qualche mese è sede del San Giorgio Cafè, bistrot del noto chef siciliano Filippo La Mantia. Per il pranzo formula a buffet il sabato e la domenica (15 portate a 30 euro a persona, acqua inclusa), gli altri giorni alla carta. Potreste sembrare quasi due colleghi durante un business lunch. Menu alla carta per la cena (giovedì, venerdì e sabato su prenotazione), con piatti rigorosamente di stagione. Nessun prezzo folle nonostante il prestigio della sua cucina: i primi si aggirano tra i 16 ai 19 euro, i secondi sui 25. Suggestivo giardino con vista Laguna (tempo permettendo). 
San Giorgio Cafè, Isola di San Giorgio Maggiore, Venezia, tel. 0412683332   

Quello easy ma scenografico


Bene, un’immagine raffinata ed elegante l’hai data, ora tocca tirare fuori la te più easy e alla mano; è cosa risaputa: all’uomo piace la donna che sa adattarsi a tutte le situazioni. E dove portarlo allora? Certamente puoi approdare all’Isola della Certosa, un enorme spazio verde, dove concedersi una bella e rilassate passeggiata. E se ad un certo punto lo stomaco dovesse borbottare, c’è il forno a legna dell’Ape Verde Pistacchio pronto a sfornare pizze siciliane per tutti i gusti. Se ti siedi sul prato e mangi con le mani, hai centrato il tuo obiettivo.. ma occhio: evitare la tonno e cipolla.
Ape verde pistacchio - Pizzeria Siciliana, Isola della Certosa, Tel. 3801498442   

Quello della Laguna Nord


Torcello è una piccola isola della Laguna di Venezia, famosa per il ponte del Diavolo, a cui è legata una travagliata leggenda amorosa, piuttosto macabra. Per fare colpo studiatela e raccontagliela quando passate lì vicino. Come già saprai Torcello è quasi deserta, conta circa 13 abitanti, quindi è qui che devi venire per evitare il gossip del vicinato e il terrore di essere scoperta. Oltre a diversi monumenti storici, trovi la Locanda Cipriani, un conosciuto ristorante immerso nel verde, quotatissimo, fatalità, per i matrimoni. Ma a te che importa? Non farti assolutamente scoraggiare dalle ragazze in abito bianco. Da assaggiare, tra le tante cose, il carpaccio alla Cipriani, ricetta tramandata dal 1950. 
Locanda Cipriani, Piazza Santa Fosca 29, Torcello, Venezia, tel. 041730150 

Foto di copertina di Annie Spratt da Unsplash CC

  • RISTORANTI ROMANTICI

scritto da:

Alice Chiarot

Veneziana doc, chiaccherona e dalla risata facile, appassionata di pallavolo e dello sport. Mi piace cucinare dolci, non potrei mai rinunciare al caffè, una buona parmigiana di melanzane e agli spaghetti.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Cortina da mattina a notte inoltrata: colazione da Lovat e quattro salti al Vip non si negano a nessuno

Perché la perla delle Dolomiti, in alta stagione, non dorme mai.

LEGGI.
×