​Idee per il dopo (adesso) con Diego D'Orfeo all'Antica Trattoria Poste Vecie

Pubblicato il: 31 agosto 2020

​Idee per il dopo (adesso) con Diego D'Orfeo all'Antica Trattoria Poste Vecie

Di cose complicate, a Venezia, ne sono successe parecchie, ultimamente. Ma a guardare il lato positivo della situazione - non c’è lo spazio né il tempo per la negatività - ci pensa Diego D’Orfeo che con il fratello Fabio porta avanti la tradizione di famiglia all’Antica Trattoria Poste Vecie, a pochi metri dal Mercato del pesce di Rialto a Venezia.

Ciao Diego, prima di tutto, come va?

Ciao! Vorrei dirti bene, ma hai una domanda di riserva? Scherzi a parte, Venezia ha subito un brutto colpo, dopo averne accusato già uno terribile lo scorso 12 novembre con l'Acqua Granda. La situazione è complicata per tutti, in particolare per il mondo della ristorazione e dell'accoglienza, ed è così anche per noi con Poste Vecie a Venezia e Alla Villa Fini in terraferma. Ma è inutile guardare indietro e lamentarsi, pensiamo a cosa fare adesso e nei prossimi mesi.

È su questo che vi siete concentrati tu e tu fratello Fabio durante il lockdown?

Ad essere sinceri, all'inizio soprattutto, non è stato facile. I nostri ristoranti di famiglia chiusi, tutta la nostra squadra a casa e l'impossibilità di fare quello che amiamo fare prima per passione che per interesse economico. Siamo cresciuti nel mondo della ristorazione fin da piccoli e ci piangeva il cuore a non poter essere al nostro posto al lavoro. Per fortuna poi abbiamo subito pensato a essere propositivi, a guardare avanti, a immaginare cosa fare dopo, che in realtà è già adesso. In effetti, come mi ripete sempre la mia ragazza: "La vita è come una fotografia, se sorridi vieni meglio".

Quindi?

Ci è stato chiaro fin da subito: potrà succedere qualsiasi cosa, ma non sviliremo la qualità dei nostri prodotti. Magari potremo fare qualche piatto in meno, ma l'eccellenza e la freschezza delle materie prime rimarrà sempre quella a cui i clienti e gli ospiti dell'Antica Trattoria Poste Vecie sono abituati. Non vogliamo transigere sulla qualità perché è sempre stata alla base della nostra idea di ristorazione. E allora, forse, il menù sarà lievemente ristretto ma, ad esempio, il nostro tonno sarà sempre di qualità superlativa e niente meno di questa. Impossibile tornare indietro su questo versante. Può essere invece l'occasione per concentrarci ancora di più sulle cose che sappiamo fare meglio.

Parli della cucina tradizionale di pesce veneziana?

Esatto. La cucina tipica veneziana è sempre stata al centro del nostro locale. È lo stesso contesto in cui si trova Poste Vecie a evocare i fasti di Venezia è la sua straordinaria storia gastronomica fatta di prodotti ittici di eccellenza e incredibili nicchie agricole nelle isole della laguna. La vicinanza con il millenario Mercato del pesce di Rialto fa il resto.

La qualità nel territorio.

È un'altra cosa a cui abbiamo pensato molto. Non solo vogliamo credere ancora di più alle grandi qualità enogastronomiche del nostro territorio, ma anche risvegliare le ambizioni italiane in tutte le diverse sfaccettature della cucina. Stiamo lavorando per avere una carta dei vini che racconti ancora meglio la nostra nazione non solo a partire dalle etichette e dalle cantine più conosciute, dalle celebrità vitivinicole regionali più amate, ma anche da territori meno frequentati enologicamente, ma ricchi di altrettanta qualità, a partire proprio dalla Lombardia. Un modo ancora più personale per raccontare le mille sorprese della nostra penisola. Venezia, che è una città del mondo, è il posto giusto da cui partire per farlo.

Se c'è qualcosa a cui l'Italia non ha nulla da invidiare a nessuno è proprio la cucina.

La cucina e la cultura della cucina. Se crediamo ancora di più in noi stessi, manteniamo la mente sempre attiva e, stringendo i denti, ripartiamo con ottimismo, i risultati torneranno ad arrivare. È dura, ma voglio preservare lo spirito con cui ho vissuto il primo giorno di lavoro dopo la chiusura forzata: una sensazione di entusiasmo nonostante le mille incognite. Alla fine l'uomo si adatta a tutto, non saranno alcune semplici misure di sicurezza (che noi rispettiamo scrupolosamente per garantire un'esperienza soddisfacente, rilassata e tranquilla ai nostri ospiti) a togliere valore alla passione e all'amore con cui realizziamo le migliori ricette di pesce all'Antica Trattoria Poste Vecie.

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Giacomo Pistolato

Cinefilo e gattofilo, mi piace scrivere e osservare. Vivo e scelgo Venezia, quasi tutti i giorni. Non amo le contraddizioni. O forse si.

IN QUESTO ARTICOLO
×