Riccardo tra mode e tentativi ha trovato il "suo" ingrediente principale

Pubblicato il 22 novembre 2022 alle 07:00

Riccardo tra mode e tentativi ha trovato il "suo" ingrediente principale

Il mio livello di conoscenza del mondo della pasticceria è tipo “Ehi Alexa, l’albume è quello rosso o quello bianco?”. Detto questo, in totale sincerità, se dovessi descrivere Riccardo Maran – mente, braccia, cuore e sogni – di Bakehouse Bakery & Coffee lo farei mostrando uno dei suoi brownie al cioccolato. Un quadrato più o meno preciso (a seconda tu abbia studiato ingegneria o meno credo) di crosta croccante e cuore morbido, capace di metterti a tuo agio e farti centrare nel Mondo dall’inizio alla fine. Ecco, Riccardo è così: un burbero “panettiere” che ha preso le redini della sua vita e della sua famiglia trasformando tutto con estrema dolcezza.
 
Riccardo, ci siamo lasciati lo scorso anno con tante novità, oggi sono venuta preparata però: pronta a lasciarmi sorprendere!


Arrivi al momento giusto Anna! Sono stati mesi molto molto intensi gli ultimi appena passati perché ci hanno visto lavorare su tantissime cose che hanno preso il via in questo ultimissimo periodo e anche su progetti che ancora non posso svelarti. Insomma, è stato un periodo bello intenso e veramente stancante però come al solito, lo sai, quando vedo la realizzazione delle cose su cui lavoriamo beh sono tanto tanto fiero.
 
Dai raccontaci!


Anzitutto la cosa che mi piace maggiormente è che abbiamo trovato il nostro centro, ciò che amiamo fare e ciò che ci viene pure meglio che è poi anche quello che i nostri clienti amano di più di Bakehouse. Sto ovviamente parlando del brunch, una cosa che sta prendendo sempre più piede anche qui da noi perché piace, sazia, costa il giusto e poi diciamocelo, non è per forza da rilegare al momento della colazione abbondante post serata, è una cosa che va bene sempre, ogni giorno, anche in pausa pranzo. Proprio per questo abbiamo non di poco rivisto il nostro menù, togliendo di fatto i primi e i secondi e aprendo alla possibilità di mangiare tutte le pietanze storicamente pensate per il brunch (e non solo), ma che ben si sposano in qualsiasi momento della giornata.
 
Ci fai degli esempi?


Abbiamo ben quattro diverse tipologie di avocado toast, dal più semplice al più complesso, pancake a non finire, bagel e sandwich, che altro posso dirti? Saziano e riempiono alla grande, senza mai far mancare il gusto e la salute che è cosa non da poco. Anche le uova da noi vanno alla grande, le serviamo in differenti modi: all’occhio, in camicia, sotto forma di piccola frittatina, il cliente qui non ha che da chiedere.
 
So però che tra grandi cambiamenti e molte riconferme, alcuni tuoi cavalli di battaglia qui restano letteralmente intoccabili!


Assolutamente sì, è il caso ad esempio dei nostri burger che abbiamo mantenuto e continueremo a proporre finché avranno così presa. Molto amato il nostro “Pulled Pork” con pane burger, maialino sfilacciato e salsa coleslaw, il tutto accompagnato dalle immancabili patatine dippers.

Per quanto riguarda invece la parte “dolce” beh, apriti cielo! I brownie neanche a dirlo si riconfermato i favoriti come al solito mentre c’è una grandissima rimonta per quanto riguarda la red velvet, veramente veramente pazzesca sai devi assaggiarla per forza. La torta al cioccolato con frutta secca, ma anche con frutta fresca invece zitta zitta, piace sempre.
 
Sono felice che tu sia riuscito a trovare l’indirizzo giusto da dare al tuo locale, è un percorso lungo questo che però tu sei riuscito a realizzare in pochissimi anni (il locale è aperto da Agosto 2019). Come si riesce ad andare al cuore delle cose secondo te?


Beh, non posso certo dare delle direttive generali ma parlando per quella che è stata la mia esperienza posso dire che ci si arriva solo provando, tentando, spesso commettendo qualche errore ma andando avanti sempre con spirito critico, ricordandosi però che nel viaggio bisogna pure sorridere e cercare di divertirsi. Il mondo della ristorazione è un mondo in continuo movimento e noi abbiamo cercato in questi anni di stare sì al passo delle novità ma anche delle mode o dei cambiamenti e al contempo di cercare di costruire una solida identità personale. Certo, domani magari mi sveglio e stravolgerò tutto – non credo, ma sai tu – però oggi sono veramente fiero di quanto abbiamo costruito. 
 
Da un giovane ai giovani: hai un consiglio?
 
Guardarsi attorno, sempre, senza paura e senza invidia, con lo sguardo pronto e il cuore aperto. E poi anche affidarsi ai migliori di ciascun settore perché non si finisce mai, ma proprio mai di imparare e credere di sapere sempre tutto è il peggiore errore che noi giovani possiamo compiere! 

Bakehouse Bakery & Coffee
Piazza Carlo Leoni, 15 - Caselle di Selvazzano (PD)
Tel. 0492323393

  • GLI ADDETTI AI LAVORI
  • PASTICCERIA

scritto da:

Anna Iraci

Nata a Padova qualche anno fa, appassionata di film gialli e pizza diavola, meglio se assieme. Giocatrice di pallavolo nel tempo libero e, nel restante, campionessa di pisolini. Saltuariamente (anche) studentessa. Da grande voglio scrivere, ma siccome essere grande è una rottura, intanto bevo Gin&Tonic. Con il Tanqueray però.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Carne alla brace mon amour: i consigli di uno chef per farla "al bacio"

Perché il freddo non arresterà la nostra voglia di grigliare.

LEGGI.
×