Da un anno la pizza di Corato arriva in tutta Europa. Ci siamo fatti raccontare come sta andando dal visionario Leonardo Mallardo

Pubblicato il 10 febbraio 2022

Da un anno la pizza di Corato arriva in tutta Europa. Ci siamo fatti raccontare come sta andando dal visionario Leonardo Mallardo

In arrivo l'ecommerce che ti permetterà di avere pizze e focacce made in Puglia sempre a casa tua

A gennaio 2021 il pizzaiolo coratino Leonardo Mallardo esultava come un novello dottor Frankenstein: “Si può fare!”, avrà esclamato guardando la base pizza sottovuoto, perfetta anche dopo 30 giorni. Finalmente la sua arte bianca, famosa a Corato grazie al suo Quattro Passi, poteva essere imbustata e spedita ovunque a consolare i suoi compaesani esuli a causa del Covid.

Un anno dopo la felice intuizione di Leonardo e tutta la sua famiglia si è trasformata in un successo consolidato grazie alle semplici vendite dirette, effettuate grazie ai social e agli ordini telefonici. E se per molti le basi pizza e le focacce in atmosfera controllata sono diventate un ottimo saltacoda che ti svolta il sabato a casa, con l’arrivo dell’ecommerce questi prodotti si preparano a spiccare voli ancora più lunghi. Come un solo uomo, oggi Leonardo, Antonio, Monica e Paola ci tolgono ogni curiosità su questo successo tutto made in Puglia.


Leonardo, quanti prodotti avete in vendita?
Al momento sei. C'è la Focaccia pugliese, le Focaccelle, la Puccia, la Base Pizza, la Base Crunchy e il Calzone pugliese.

Nonostante l'ecommerce non sia ancora attivo, ricevete tantissimi ordini...
Sì, ci scrivono attraverso la nostra pagina Facebook e il profilo di Instagram, ma c'è chi ci telefona proprio qui, al ristorante o ad Antonio (il fratello nonché chef di Quattro Passi, ndr.).

Qual è il prodotto più venduto?
Senza dubbio la base pizza.


Qual è la destinazione più esotica verso cui hanno preso il volo le vostre pizze?
Le nostre focacce sono arrivate anche in Belgio, al Ristorante La Bussola. Lo chef Sergio Di Leo è pazzo dei nostri prodotti! Ma abbiamo ricevuto tante richieste anche dalla Francia e qui in Italia.

Dove le avete spedite?
Tra Puglia, Basilicata e Calabria abbiamo ricevuto tantissime richieste. Serviamo anche alcuni supermercati e gastronomie della nostra città.

Raccontateci un po’: come avete fatto a creare una base pizza buona, crunchy al punto giusto, che resta perfetta per 30 giorni?
Ho iniziato nel 2020, studiando ciò che avevano fatto gli altri, analizzandone le criticità e facendo le mie prove. Ho lavorato sull'aumento dell'idratazione, trovando nella biga lo strumento giusto per dare maggiori profumi e longevità al comfort food pugliese per eccellenza.

Quello più bizzarro da privato?
In realtà, chi ci segue e ha acquistato le nostre pizze, ha poi cercato di rifare a casa le ricette del nostro menu. Ci hanno taggato in storie con immagini di riproduzioni fedelissime della nostra Zuccosa o della Mortazza, con tanto di burratina al centro!


Dopo aver conquistato l’Italia e gli italiani con le vostre pizze, quali sono i progetti per il futuro?
Ho un'idea, che mi aiuterà a superare qualche ostacolo tecnico legato alle spedizioni: il surgelato. Il mio sogno nel cassetto è far arrivare i miei prodotti all'estero. Con la scadenza di 30 giorni del prodotto in atmosfera controllata non riusciamo a superare i tempi delle dogane. Non so ancora con quale ricetta iniziare, ma l'idea è lì.

  • GLI ADDETTI AI LAVORI
  • PIZZERIA

scritto da:

Stefania Leo

Giornalista e appassionata di cibo, amo vedere e raccontare tutte le storie che si intrecciano in un piatto. Cucino, leggo e non mi fermo davanti a nessun ingrediente sconosciuto: è solo il punto di partenza per un nuovo viaggio gastronomico.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

I migliori 10 vini al mondo 2022 secondo Wine Spectator

Anche tre vini italiani nella top ten.

LEGGI.
×