Quando le dimensioni contano: perché sbafarsi una fiorentina a Milano

Pubblicato il: 21 settembre 2019

Quando le dimensioni contano: perché sbafarsi una fiorentina a Milano

Una per zona, ecco dove assaggiare il tradizionale taglio di carne

Chi sostiene che le dimensioni non hanno importanza, dice spudoratamente il falso. Sono quei modi di dire che saltano fuori dall’auto convincimento di chi deve perennemente fari i conti con l’invidia. Per quanto mi riguarda il paragone con altre iatture regge alla grande. Un po’ come sposa bagnata, sposa fortunata. Macché. L’acquazzone ti ha rovinato l’uscita trionfante della chiesa e per non arrabbiarti nel giorno più importante della vita, la tradizione popolare inventa persuasioni fittizie. Quindi, parliamoci chiaro: se voglio mangiare una fiorentina come Dio comanda, desidero che sia grande. Cotta come si deve e ovviamente buona. Ecco dove mangiare un’ottima fiorentina anche a Milano.

Per la Fiorentina del Macellaio in Brera

Un teatro o un ristorante? Tutti e due. Da Macellaio RC il palcoscenico è il bancone e la protagonista dello spettacolo è la carne. La location richiama il teatro, sarà per i tendaggi che impreziosiscono la sala, ma la differenza la fa la materia prima. La carne è esclusivamente fassona piemontese femmina, macellata sopra i 4 anni e frollata dalle 7 alle 9 settimane. La differenza sta proprio nella frollatura. Il tocco di classe che si sente al primo boccone. La Fiorentina del Macellaio è uno dei piatti forti, impreziosita dal “metodo Costa”, quello di Roberto che ha già fatto scuola nei cinque ristoranti londinesi. In cosa consiste? “Rispetto del prodotto con grande attenzione nella scelta del produttore; lavorare sempre in un ambiente assolutamente igienico e proporre ricette che non utilizzino mai più di tre ingredienti”. Assaggiare per comprendere.
Macellaio RC - Via Fiori Chiari 32, Milano - tel. 02.36587452

Per la fiorentina in zona Bocconi

Carta da parati Fornasetti e atmosfera chic. La Bisteccheria di Sapori Solari è l’ultimo dei tre ristoranti milanesi ad aprire in città, dopo la Salumeria Bistrot e il Cocktail Bistrot. La metafora teatrale regge alla grande anche qui, con la carne che si prende la scena, proiveniente da piccoli produttori che i ragazzi di Sapori Solari sono così bravi da scoprire in giro per l’Italia. Il rispetto per l’animale viene prima di tutto e lo si capisce quando si ordina una fiorentina. Le carni sono preparate sulla griglia, con semplicità e all’insegna della tradizione. Se la materia prima è ottima, non c’è bisogno di lavorarla troppo. Basta mangiarla.
Sapori Solari La Bisteccheria - Viale Bligny 42, Milano - tel. 02.36632712

Quella di Chianina in Porta Venezia

Da ToscaNino - siamo in Via Melzo, angolo Via Lambro - dopo un tagliere di salumi non si può fare altro che ordinare una fiorentina di Chianina. Prima che finisca sulla  fiamma, però, il taglio arriva al tavolo, come da tradizione, affinché si possa scegliere quale mangiare. La grandezza dipende dalla fame. Sulla cottura, invece, la questione è legata al gusto personale. Per me media, grazie.
ToscaNino - Via Melzo, angolo via Lambro, Milano - tel. 02.74281354

Quella di Scottona in Porta Romana

L’ultima volta che sono stato alla Trattoria Mibabbo, in zona Porta Romana, mi ricordo che avevo ordinato dei pici con crema di pecorino toscano. E a seguire, manco a dirlo, una fiorentina di Scottona, servita con contorno di verdure. Atmosfera da trattoria familiare toscana in piena regola, ma con un tocco di classe meneghino.
La Cucina De’ Mibabbo - Corso Lodi 19, Milano - tel. 02.45488997

Lo specialista dal 1975 a San Siro

Ribot prende il nome da un celebre cavallo purosangue del passa. Il ristorante è ospitato in una tenuta ottocentesca a due passi dall’ippodromo. Tra i tagli di carne, immancabile la fiorentina da un chilo, per minimo due persone. E da bere uno degli ottimi rossi toscani presenti nella carta dei vini.
Ribot - Via Marco Cremosano 41, Milano - trel. 02.33001646

Foto di copertina di Salvatore Pollara per Macellaio RC

  • RISTORANTI E PIATTI TIPICI

scritto da:

Fabrizio Arnhold

Il trucco per un buon aperitivo o una cena perfetta? Scegliere il posto giusto. Vi racconterò i miei locali preferiti, ma sempre con spirito critico, senza mai dimenticare che a Milano c’è tutto quello di cui si ha bisogno. Basta saper scegliere.

IN QUESTO ARTICOLO
POTREBBE INTERESSARTI:

Ma tu li conosci tutti gli 11 ristoranti Tre Stelle Michelin 2020?

Una cucina d'artista, celebrata in Italia e all'estero. Almeno una volta nella vita, un'esperienza da fare.

LEGGI.
×