Come a Venezia, ma in terraferma. 9 indirizzi dove trovare i protagonisti dell'aperitivo lagunare: i cicchetti.

Pubblicato il 19 aprile 2018

Come a Venezia, ma in terraferma. 9 indirizzi dove trovare i protagonisti dell'aperitivo lagunare: i cicchetti.

Il cicchetto a Venezia è un’istituzione, ma guarda che anche in terraferma non si scherza. Parlo a te mestrino che non hai voglia di andare a Venezia a fare scorpacciata di cicchetti e parlo a te veneziano: attraversa quel ponte e vedrai che non te ne pentirai. Perché si, è possibile mangiare cicchetti eccellenti anche in terraferma e spesso più a buon mercato che a Venezia. Questi locali sono pronti a offrire qualità sopraffina e varietà da mal di testa. 
Il mio consiglio? Fai in modo di non essere quello che deve guidare.

Quello fresco. Sempre. 

Non nel senso che devi andarci d’estate perché hai caldo, bensì perché all’Osteria Lisca i ragazzi fanno la spesa due volte al giorno. Se non è sinonimo di qualità questo. L’aggettivo che mi viene in mente per descriverli è “brillante”: non manca nulla di ciò che è tradizionale, ma la fantasia non è certo ostacolata. Il baccalà ha addirittura la sua variante al curry o al caffè e le mozzarelline in carrozza sono senza pane

L’Aperittico

Un crostino salsa di pera, cannella e gorgonzola o salsa tartufata e porchetta a Venezia non so se lo trovi. A Maerne La Ratatouille è una garanzia. Cantina attenta ai vini del territorio e cucina con un occhio di riguardo verso i vegetariani. Un venerdì al mese c’è Aperittico: un aperitivo a base di pesce fresco che si conclude con una bella risottata per tutti. Mi sarebbe bastato scrivere solo questo, o sbaglio?

Quello crudo

La vocazione, mai abbandonata, è verso il crudo di pesce. All’Enoteca Voy puoi fare una cosa che altrove non puoi fare: la cicchettata a base di pesce crudo. Non necessariamente un plateau royal a tre piani, ma un’ostrica di qua e uno scampetto crudo di là non sono mica male come idea. Non è trascurata la cicchetteria classica: da provare le crocchette di pesce. Oltre al pesce il punto forte del locale sono sicuramente i vini: 250 etichette tra cui diversi champagne francesi.

Quello d’angolo

Tra Via Querini e Via Cardinal Massaia c’è il piccolo Bar Whisky. Rinato negli arredi offre cicchetti di alta qualità dalle sarde a beccafico ai botoi di Sant’Erasmo. Tra chili di baccalà e di mezze uova con l’acciuga, un buon calice di Prosecco non ti verrà certo negato. Personalmente andrei più che convinto sui taglieri.

L’istituzione nell’istituzione

Se il cicchetto è un’istituzione di Venezia e provincia L’Ostricaro non è da meno. Classico bacaro veneziano, ma in terraferma. Da anni funziona con la formula ombre e cicchetti e non ha mai deluso. Chele di granchio fritte, baccalà, bovoeti e crostini vari accompagnati dai più tradizionali vini regionali. Ciò che non ti aspetteresti è la buona scelta di birre artigianali in bottiglia: almeno una ventina. Nella bella stagione non farti sfuggire un aperitivo all’aperto sul retro.

E avanti con la tradizione

Fra un po’ arriva l’acqua alta anche in Piazza Ferretto, dove le tradizioni rimangono a galla all’Hostaria Al Buso. Proprio affacciato sulla piazza propone cicchetti veneziani di ogni genere (non avevo ancora nominato il fegato alla veneziana… ecco, provatelo qui). Tra una calamaro e una seppiolina o tra una polpetta e una sarda in saor, se capiti il giovedì puoi anche ascoltare musica dal vivo.

La mescita impazzita

Se conosci Il Diplomatico di Marghera conoscerai sicuramente anche l’Osteria Macaco. Cicchetti strepitosi, ma anche primi piatti. Da qualche tempo con “il tappo della serata” si ha la possibilità di bere vini che normalmente non rientrano nella mescita, che comunque non delude mai.

Quello dei bei tempi

Damigiane di vino, piatti del giorno e cichetti a volontà. Al Diplomatico (osteria madre del Macaco sopracitato) è tutto come una volta: semplicità e genuinità. E funziona alla grande. Puoi mangiarti un primo se hai bevuto uno spritz di troppo oppure perché  rinunciare a una capasanta gratinata? Non dappertutto le trovi al banco. Io personalmente vado di fritturina.

Il british concept…

… Ma veneziano nell’anima. Il Marciano Pub nasce dalla geniale idea di coniugare un tipico pub del nord Europa con la tradizione veneziana. Il risultato? Cicchetti a tutto andare e 13 spine di birre e una ventina in bottiglia mai uguali. Io ti consiglierei di tenerlo in fondo al tuo giro alla ricerca di cicchetti perché una volta che hai qualche bicchiere in corpo qui ti puoi fare (se hai ancora posto) la mangiata finale, magari con un hamburger, di carne o di pesce. 

Foto di copertina da pagina Facebook di Osteria Lisca

Se vuoi restare sempre aggiornato iscriviti alla newsletter di 2night

  • APERITIVO
  • APERITIVI MEMORABILI
  • EAT&DRINK

scritto da:

Lorenzo Conato

Lavoro in redazione, ma la mia testa è sempre in cucina. Appassionato di cucina e mangiatore compulsivo. Cerco di coniugare i due aspetti a casa, ma finisco sempre in qualche ristorante dove si spende troppo (quant'è troppo?). Se è grigio non mi piace: le cose o sono bianche o sono nere. Non perdiamoci a discutere delle mezze misure.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Il 21 gennaio si celebra la Giornata mondiale degli abbracci

E anche quest’anno avrà un significato diverso e sentito in tutto il mondo, a causa della pandemia di Covid che ci impedisce di abbracciare le persone alle quali vogliamo bene.

LEGGI.
×