Taranto per tre giorni è al centro dell’enogastronomia internazionale

Pubblicato il 15 settembre 2022

Taranto per tre giorni è al centro dell’enogastronomia internazionale

Dal 22 al 24 settembre torna EGO Festival con il tema della “Rigenerazione”

Per troppo tempo Taranto è stata al centro delle cronache per fatti che nulla avevano a che fare con la sua bellezza o con la sua storia. Un passato recente di città industriale ormai in via di dismissione e un passato più antico fatto invece di incredibile gloria e potenza. Taranto infatti fu fondata dagli spartani nell’VIII sec. A.C. con il nome di Taras e fu una delle più importanti città della Magna Grecia. Le sovrapposizioni artistiche dei secoli successivi ne fanno una città ricchissima di luoghi da scoprire e visitare: su tutti il Museo MArTA, tra i più importanti in Italia.
Negli ultimissimi anni invece c’è un nuovo fermento in città che ha a che fare anche con la sua enogastronomia. Dal 2020 infatti, Ego Festival – Eno Gastro Orbite - che i primi due anni si era svolto a Lecce, si è spostato a Taranto, che è anche la città della fondatrice dell’evento, Monica Caradonna, giornalista e PR specializzata nel settore enogastronomico, reduce da pochissimo del successo del programma televisivo Camper su Rai 1, durante il quale ha viaggiato per l’Italia raccontando il meglio dei prodotti regionali.


Quest’anno EGO ha cambiato formula ed ha creato una nuova importante collaborazione con Dinner Incredible dello chef Giorgio Diana, l’evento che permette ad importanti chef internazionali di viaggiare e conoscere materie prime di tutto il mondo. 
Gli chef infatti, a partire dal 19 settembre avranno modo di viaggiare per la Puglia, scambiare le conoscenze, conoscersi, migliorare le proprie proposte e allargare i propri orizzonti culinari e soprattutto umani, partendo dalla conoscenza e dalla scoperta delle nostre materie prime. Questo viaggio sarà seguito dalle telecamere di Foodnetwok, la rete specializzata nell’enogastronomia di Discovery, che ne farà un documentario e culminerà in una Dinner Incredible il 23 settembre presso Relais Histò, che ospita l’evento. 


ll programma di questa quarta edizione si preannuncia ricco di appuntamenti: il 22 settembre, sempre a Realais Histò, a partire dalle 10.00 si terrà EGO Tales, una giornata di incontri, interviste e speech di ospiti di caratura internazionale. Il tema scelto è quello della “Rigenerazione”, ovvero ciò che più sta diventando cruciale per superare il concetto un po’ abusato della sostenibilità: non basta più che un’azienda o un prodotto siano sostenibili ma siano anche in grado di rimettere nuova linfa ad un territorio che ha bisogno di qualcosa in più che essere solo preservato.
 Intervistata sul tema, Monica Caradonna ha raccontato: “La Rigenerazione va intesa come apertura alla rinascita e al riscatto; è il rinnovamento di un ciclo vitale, è un circuito virtuoso che non distrugge ma ricrea. Il mondo dell’enogastronomia è legato a doppio filo alla terra e alle attività umane e guardare in ottica di rigenerazione significa far rivivere ciò che era obsoleto e farlo tornare ad essere utile e produttivo ancora e ancora”.

In contemporanea con EGO Tales, sempre il 22 settembre si svolgerà il Salone con il meglio del cibo e vino di Puglia, tra cui i Consorzi di Tutela di Manduria, Salice Salentino e Brindisi, il consorzio dell’Olio di Puglia IGP e tantissime altre eccellenze enogastronomiche.
E per chiudere in bellezza, il 24 Settembre ci sarà Cozza in The City, il festival che porta nel centro della città, all’interno della splendida Villa Peripato, chef pugliesi che cucineranno piatti a base di cozze tarantine, da poco diventate Presidio Slow Food. Una giornata all’insegna del gusto, che prevede degustazioni, musica, intrattenimento, ma anche momenti dedicati alla conoscenza della cozza tarantina, in collaborazione con Radici Virtuose, progetto finanziato dal Mipaaf che promuove il rilancio dei prodotti e del territorio dell’arco Jonico Salentino.

Ego festival - Dal 22 al 24 settembre presso Relais Histò

  • GLI ADDETTI AI LAVORI

scritto da:

Mariachiara Minoia

Sono nata in Salento sotto il segno del vino ma poi ho scoperto anche la birra e il gin. Ho iniziato a cucinare a 7 anni e da allora non ho più smesso. Tutto questo è diventato un lavoro: sono Consulente di Marketing e Comunicazione Enogastronomica ma sono anche assegnista di ricerca presso l’Università del Salento. Amo scrivere, viaggiare, leggere e camminare ma non contemporaneamente.

POTREBBE INTERESSARTI:

​Stessa spiaggia, stesso mare. Stesso stabilimento balneare! Premiati i migliori del 2022

Mondo Balneare assegna gli oscar delle spiagge italiane, giunti alla settima edizione.

LEGGI.
×